di Stefania Buono

Bari, la ricerca di nuovi talenti passa dal progetto “Academy”: ecco come funziona
BARI - Nonostante la crisi che la FC Bari 1908 sta attualmente affrontando, alla nuova società calcistica va riconosciuto un merito: l’aver puntato fin da subito sul settore giovanile, aspetto che durante l’era Matarrese era stata sempre messo in secondo piano.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Come affermato in una nostra intervista anche dall’allenatore della squadra Primavera, Corrado Urbano, il Bari ha attivato da un anno e mezzo la collaborazione con decine di scuole calcio. Questo permette alla società di tenere sotto controllo migliaia di ragazzi, consentendo in più al club di avere un diritto di prelazione nei confronti di coloro che potrebbero emergere.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Si tratta del cosiddetto progetto “Academy”, curato dal 42enne ex calciatore Marcello Sansonetti. Abbiamo incontrato il responsabile per capire nel dettaglio come funziona l'iniziativa. 
 
Quante scuole calcio fanno parte dell’Academy?
 
Ad oggi contiamo 40 società affiliate, provenienti da tutta la Puglia e qualcuna anche al di fuori del territorio regionale. Lo scorso anno ce ne erano 29, il che significa che c’è stato un sostanziale miglioramento e sono certo che il prossimo anno il dato crescerà ancora: già nell’ultimo periodo ho ricevuto richieste di affiliazione per la prossima stagione. Parliamo di un parco giocatori di migliaia di bambini e ragazzini che vanno dai 5 ai 17 anni.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 
Quaranta è però un numero basso se consideriamo le centinaia di società presenti in tutta la Puglia…
 
Vero, ma c’è un motivo. Noi poniamo dei paletti per la collaborazione: ad esempio le scuole calcio devono essere affiliate alla Figc, i loro tecnici devono essere qualificati e i loro centri sportivi adeguati e sicuri. Solo chi rispetta questi parametri entra nell’Academy e non tutti quelli che ne fanno richiesta sono presi in considerazione. Le scuole devono svolgere un lavoro che possa preparare i ragazzi a un possibile avvicendamento nel nostro settore giovanile: non si scherza. Chi non rispetta le direttive rischia di non venire riconfermato nel progetto, cosa già avvenuta a cinque nostre ex affiliate. Poi, certamente, c’è anche chi sceglie a priori di non voler aderire all’iniziativa, un po’ perché già legato ad altri club, un po’ perché crede di avere un’organizzazione tale da non necessitare l’affiliazione a una società professionistica.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


E in cambio le scuole calcio che cosa ottengono? Finanziamenti?
  
No, non diamo soldi. Le scuole però stando con noi ne guadagnano in prestigio: possono vendere ai genitori il fatto di essere affiliati a una società professionistica. E comunque non è solo una questione di immagine: chi si lega a noi ha la sicurezza di ottenere delle direttive didattico-formative di altissimo livello. Noi diamo alle singole società delle linee guida da seguire per gli allenamenti: delle vere e proprie schede di lavoro quotidiano valide per tutto l’anno. Questo perché ad inizio stagione prefissiamo degli obiettivi che potranno essere raggiunti solo grazie a uno specifico allenamento. Inoltre cerchiamo di curare quella che è la gestione di una scuola calcio, impartendo lezioni di psicologia dello sport, alimentazione, pratiche di primo soccorso, segreteria sportiva e marketing.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Tutto questo per crearvi poi un vivaio da cui attingere…

E certo, perché noi abbiamo un diritto di prelazione sui ragazzi delle scuole, che non essendo società giovanili dilettantistiche (come la Pro Inter ad esempio), non possono comunque vincolare con un contratto i giovani. Però c’è da dire che una volta che un piccolo atleta entra nel nostro settore giovanile, noi riconosciamo un premio preparazione alla singola scuola calcio che ha allenato il giocatore l’anno precedente.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

In che modo vengono selezionati i giovani più promettenti?
 
Cerchiamo di organizzare circa una decina di tornei all’anno, a cui partecipano un centinaio di squadre.  Durante le gare il nostro staff analizza le prestazioni dei singoli giocatori appartenenti alle nostre scuole e coloro che si mettono maggiormente in evidenza vengono selezionati.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ad oggi quanti ragazzi dell’Academy avete tesserato?
 
Lo scorso anno più di 20 ragazzini, che oggi si allenano e giocano nelle squadre del nostro vivaio. Vedremo quanti saranno gli innesti alla fine di questa stagione, ma direi che per il momento l’obiettivo di portare nel settore giovanile della FC Bari 1908 quanti più talenti possibili è stato pienamente centrato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Stefania Buono
Scritto da

Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved