https://www.barinedita.it/ Notizie inedite da Bari. it Tue, 16 Jun 2020 09:41:01 GMT http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss Weblog Editor 2.0 info@barinedita.it (Marco Montrone) info@netboom.it (Netboom) BarInedita storie e interviste Il Mercatino di Giovanni: in via Bovio l'ultimo negozio di fumetti usati rimasto a Bari https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4337-il-equot;mercatinoequot;-di-giovanni--in-via-bovio-l-ultimo-negozio-di-fumetti-usati-rimasto-a-bari Il Mercatino di Giovanni: in via Bovio l'ultimo negozio di fumetti usati rimasto a Bari

BARI - «Ormai da me vengono solo clienti di mezza età che acquistano qualche Tex, Akim o Fulgor per rivivere i bei tempi passati». Parole del 72enne Giovanni Abbatescianni, proprietario dell’unico negozio di fumetti usati sopravvissuto a Bari: un “tempio delle vignette” aperto negli anni 60 in via Bovio, dove è possibile ancora effettuare la compravendita di “strisce”. Sino all’inizio del nuovo Millennio, infatti, la città era piena di piccoli posti dove chi voleva poteva portare i propri numeri scambiandoli (con un conguaglio) con altri non letti. I più famosi si trovavano in via Nicolai, in via Celentano e in

BARI – Tra le botteghe senza insegna del quartiere Libertà di Bari ce n’è una dove regnano i fili di ferro: pendono dal soffitto, si arrampicano sulle pareti, affollano gli scaffali, dormono sul pavimento e prendono vita in sculture di persone e animali. È questo lo stravagante mondo del signor Sifola (o Sifolà come preferisce farsi chiamare), 52enne artista e artigiano barese. Quest’uomo è infatti capace di plasmare il ferro realizzando oggetti unici d’arredamento, anche se ciò che lo ha reso famoso è stata l’invenzione, negli anni 80, dei

BARI – Non hanno insegna, numero di telefono né pagine social e vengono chiamati dai clienti semplicemente con i nomi dei loro proprietari: “da Rosa”, “da Pinuccio”, “dal figlio di Michele”. Si tratta dei negozi “anonimi” di Bari: attività che non avendo bisogno di pubblicità rinunciano (risparmiando anche sulle tasse) persino alla classica targa posta sulla vetrina. E questo perché sono frequentati esclusivamente da chi abita nelle loro vicinanze. Un quartiere in particolare ne è pieno: il Libertà, “città nella città”

BARI – Quadri, statue, specchi, orologi, mobili ma anche giocattoli e monete che vanno dal Cinquecento ai primi anni del Novecento. È il “piccolo mondo antico” che si svela quando si accede all’interno di un negozio di antiquariato, lì dove vengono raccolti e venduti pezzi unici recuperati da aste, mercatini, lasciti ereditari e donazioni di privati. Un mestiere, quello dell’antiquario, che nasce dalla passione per il collezionismo e per la storia e che richiede grande abilità nel riconoscere un oggetto di valore. A Bari sono rimasti in pochi però a svolgere questo tipo di professione. Dopo il boom degli anni 80, quando esercizi commerciali del genere riempivano le vie del centro, si è assistito infatti a un calo di interesse da parte dei clienti, che ha por

]]>
Fri, 21 May 2021 12:35:00 +0100
A 80 anni continua a vincere gare di atletica: e il barese Alberto. Non mi fermero mai https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4321-a-80-anni-continua-a-vincere-gare-di-atletica--e-il-barese-alberto.-non-mi-fermero-mai A 80 anni continua a vincere gare di atletica: e il barese Alberto. Non mi fermero mai

BARI – «Ormai sono rimasto l’unico 80enne barese a gareggiare, ma non mi fermo qui: proseguirò fino a quando il mio fisico lo consentirà». Sono le parole di Alberto Sofia, un signore che, nonostante la sua età, continua a praticare l’impegnativa atletica leggera, uno sport che gli regala mille soddisfazioni.  Lui è specializzato in lanci, salto in alto e corsa ad ostacoli, disciplina quest’ultima nella quale è imbattuto da ben dieci anni. Sofia infatti compete nei “master” della Fidal riservate agli atleti di età compresa tra gli 80 e gli 84 anni. E per farlo si allena tre volte a settimana al

BARI – In città non li costruisce più nessuno e quelli rimasti sono “anziani” e continuamente desiderosi di attenzioni e cure. Sono i gozzi (lanze in dialetto barese) le colorate barchette in legno e a remi utilizzati dai pescatori notturni (i varcheceddàre) per cacciare quelle prede che si trovano vicino alla costa, come polpi,

BARI – C’è stato un tempo in cui tutti i manufatti di legno venivano modellati e creati da falegnami che si avvalevano solo di attrezzi manuali. Naturalmente, come per quasi tutti i mestieri, a un certo punto le macchine hanno preso il sopravvento e ora sedie, armadi e infissi sono il frutto della produzione industriale. Ci sono aziende che si limitano a realizzare mobili in serie, uno uguale all’altro, altre invece che diversificano i loro prodotti in base alle richieste dei clienti. Ma alla fine il lavoro viene fatto sempre da macchine a controllo numerico come toupie, squadratrici e seghe a nastro. Eppure a Bari sopravvive qualche anziano ebanista che continua imperterr

]]> Wed, 12 May 2021 13:20:00 +0100 Quel misterioso e antico oggetto che riposa a Bari Vecchia: una piegatrice per carta https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4309-quel-misterioso-e-antico-oggetto-che-riposa-a-bari-vecchia--e-una-piegatrice-per-carta Quel misterioso e antico oggetto che riposa a Bari Vecchia:  una piegatrice per carta

BARI - Una pressa per produrre l'olio, un attrezzo utile alla triturazione del ghiaccio o addirittura un'installazione artistica. Sono solo alcune delle mille ipotesi girate sinora attorno a un macchinario che riposa su un marciapiede di Bari Vecchia, la cui origine è ignota persino ai residenti del centro storico. Un mistero che con un po' di impegno abbiamo risolto: si tratta di un apparecchio tipografico risalente

BARI - “Esigetelo anche comprandone una bottiglia! Il Cognac De Cillis: tonico, digestivo, antimalarico e ricostituente per i sani, convalescenti e gli ammalati!”. Recitava così un’imperativa quanto curiosa pubblicità pubblicata sui giornali del 1898. Il liquore che veniva promosso con tanto entusiasmo del resto era uno dei prodotti di punta di una storica impresa di Bari: la distilleria De Cillis. (Vedi foto galleria) Parliamo di uno stabilimento di 4000 metri quadri che sorgeva su un vasto suolo tra Corso Mazzini e

BARI – Ha mosso i primi passi al Conservatorio di Bari sotto la guida del grande Nino Rota, ma da vent’anni è approdato in Russia, lì dove ha avviato una brillante carriera che l’ha portato a dirigere il Teatro Music Hall di San Pietroburgo. È questa la storia di un barese d’eccezione: il 55enne direttore

]]> Tue, 4 May 2021 00:17:00 +0100 Il barese Leonardo Cruciano mago degli effetti speciali: Con Ridley Scott la sfida piu ardua https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4302-il-barese-leonardo-cruciano-mago-degli-effetti-speciali--con-ridley-scott-la-sfida-piu-ardua Il barese Leonardo Cruciano mago degli effetti speciali: Con Ridley Scott la sfida piu ardua

BARI – Vanta collaborazioni con importanti registi quali Ridley Scott, George Clooney, Paolo Sorrentino e Matteo Garrone, ha portato a casa due David di Donatello e numerosi riconoscimenti quali il “Premio Carlo Rambaldi” e nel 2019 è stato candidato ai Guild Award, gli “oscar” per gli effetti speciali. È il 46enne “effettista” barese Leonardo Cruciano (nella foto), “mago” nel campo dei trucchi scenici in ambito cinematografico. Cresciuto tra le vie dei quartieri Carrassi e Picone, si è laureato a

MARTINA FRANCA – «Non ci sono solo donne nella nostra religione ma anche tanti uomini: i gran sacerdoti formano con le gran sacerdotesse veri e propri “cerchi spirituali”». Sono le parole del 47enne tarantino Maximilian Vetrano (nella foto), stregone wiccan. Perché la “Wicca”, culto neopagano fondato su congreghe, riti occulti, pozioni e incantesimi, non prevede solo la presenza di streghe ma anche di stregoni, che seppur in minoranza (il 30% circa) hanno un ruolo importante all’interno del movimento nato in Gran Bretagna nel 1954. Di questa religione vi avevamo già parlato quando intervistammo prima alcune credenti e successivamente

BARI - Pochi, per nulla appariscenti, ma resistenti allo strapotere della grande distribuzione. Sono gli "ovaioli" di Bari, negozi specializzati nella sola vendita di uova: quattro stoiche attività che tengono botta alla concorrenza dei supermercati e si riforniscono dagli allevatori locali, mantenendo vivo il legame tra la città e le campagne circostanti. Si tratta degli ultimi "discendenti" di un commercio che fino al Do

]]> Mon, 26 Apr 2021 13:49:00 +0100 Bari il mercatino dell'usato di via Bruno Buozzi: Vendiamo cio di cui la gente si disfa https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4294-bari-il-mercatino-dell-usato-di-via-bruno-buozzi--vendiamo-cio-di-cui-la-gente-si-disfa Bari il mercatino dell'usato di via Bruno Buozzi: Vendiamo cio di cui la gente si disfa

BARI – Luminarie, specchiere, vecchie radio, ma anche statuette, bomboniere, bottiglie di vino d’annata e sedie in paglia. Sono solo alcuni delle migliaia di oggetti che è possibile scovare all’interno dell’incredibile “Mercatino dell’usato” di via Bruno Buozzi di Bari, un posto dove si trova davvero di tutto a prezzi bassissimi. Manufatti che arrivano da attività che chiudono, ma anche da persone che vogliono disfarsene perché li ritengono inutili. I negozianti così “liberano la casa” dell’inquilino, facendogli rispa

]]>
Fri, 23 Apr 2021 11:11:00 +0100
La storia di Melanie Calvat sepolta dal 1904 ad Altamura: da piccola vide la Madonna https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4295-la-storia-di-melanie-calvat-sepolta-dal-1904-ad-altamura--da-piccola-equot;videequot;-la-madonna La storia di Melanie Calvat sepolta dal 1904 ad Altamura: da piccola vide la Madonna

ALTAMURA – Sacre visioni e scomodi “segreti” legano Altamura a un controverso personaggio religioso, sepolto da 117 anni nella cittadina in provincia di Bari. Nel paese della Murgia sono infatti custodite le spoglie di Melanie Calvat: una donna a cui apparve la Madonna de La Salette, la quale le consegnò un messaggio piangendo per i peccati e le miserie degli uomini. ]]> Thu, 22 Apr 2021 12:38:00 +0100 Meteoriti bulbi oculari e pate di coccodrillo: su Facebook i collezionisti degli oggetti strani https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4297-meteoriti-bulbi-oculari-e-pate-di-coccodrillo--su-facebook-i-collezionisti-degli-equot;oggetti-straniequot; Meteoriti bulbi oculari e pate di coccodrillo: su Facebook i collezionisti degli oggetti strani

Dai bulbi oculari in vetro al meteorite, passando per il ferro da stiro cinese dell’800 e il paté di coccodrillo in scatola proveniente direttamente dal Sudafrica. Sono alcuni degli eccentrici manufatti scovati in giro per il mondo da collezionisti del “bizzarro”, che si sono uniti nel gruppo Facebook “Oggetti strani, curiosità dal passato”. (Vedi foto galleria) La pagina raccoglie più di 20mila appassionati che qui hanno trovato uno spazio ad hoc dove mostrare i propri particolari tesori, condividendo nel contempo opinioni e informazioni. Scorrendo i post siamo subito attratti da un omino di metallo dorato dalla testa esageratamente al

]]> Wed, 21 Apr 2021 12:43:00 +0100 La storia del barese Angelo camionista a 79 anni: Non smettero mai di viaggiare https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4287-la-storia-del-barese-angelo-camionista-a-79-anni--non-smettero-mai-di-viaggiare La storia del barese Angelo camionista a 79 anni: Non smettero mai di viaggiare

BARI – Mentre stiamo scrivendo si accinge a compiere uno dei suoi ultimi tragitti alla guida del suo fidato camion: un veicolo che ha condotto per oltre mezzo secolo e il cui volante, vista la sua età, ora dovrà abbandonare per sempre. Ma il 79enne autotrasportatore Angelo Tanese non ha alcuna voglia di smettere di lavorare e così ha già trovato la soluzione che gli permetterà di continuare a fare ciò che ha sempre amato: viaggiare. (Vedi foto galleria) Parliamo di un signore barese che dal 1972 gira il mondo trasportando un carico speciale, quello di antichi e pre

]]>
Fri, 16 Apr 2021 11:14:00 +0100
Bari il centro della Croce Rossa Militare: Dall'800 in prima linea nelle grandi emergenze https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4286-bari-il-centro-della-croce-rossa-militare--dall-800-in-prima-linea-nelle-grandi-emergenze- Bari il centro della Croce Rossa Militare: Dall'800 in prima linea nelle grandi emergenze

MODUGNO – Forniscono assistenza sanitaria alle forze armate impegnate in missioni di pace e di guerra e intervengono in situazioni di grande emergenza soccorrendo chi è in difficoltà. Sono gli uomini del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, una componente “speciale” della nota organizzazione di volontariato civile che è sottoposta alla disciplina riservata a soldati e ufficiali. Sì perché chi fa parte di questo contingente è equiparato a un militare. Dovendo accompagnare in prima linea l’Esercito, la Marina o l'Aerona

]]>
Thu, 15 Apr 2021 10:58:00 +0100
Kepown il social che raccoglie gli scrittori a cui le case editrici hanno detto no https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4284-equot;kepownequot;-il-social-che-raccoglie-gli-scrittori-a-cui-le-case-editrici-hanno-detto-equot;noequot; Kepown il social che raccoglie gli scrittori a cui le case editrici hanno detto no

«Dopo aver ricevuto il rifiuto di diverse case editrici ho trovato finalmente il modo per poter pubblicare liberamente». La 28enne Erika è uno dei 1500 scrittori che popolano “Kepown”, il primo social network italiano nato per raccogliere e condividere poesie e racconti di autori che non hanno mai avuto la possibilità di stampare i propri lavori. Persone che dopo aver ricevuto dei sonori “no” dagli editori hanno capito che per loro ci poteva essere una seconda opportunità legata al mondo di internet. Hanno così approfittato di questa piattaforma che, lanciata nel dicembre 2020, in pochi mesi è già diventata un punto di incontro per narratori e lettori di tutte le et&agrav

]]>
Wed, 14 Apr 2021 14:01:00 +0100
Donato l'82enne conosciuto da tutta Carbonara: Maestro nel riparare le motozappe https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4281-donato-l-82enne-conosciuto-da-tutta-carbonara--maestro-nel-riparare-le-motozappe Donato l'82enne conosciuto da tutta Carbonara: Maestro nel riparare le motozappe

BARI – Nel cuore del quartiere Carbonara di Bari, in un vecchio locale senza insegna, opera da 53 anni un signore che si è specializzato in un mestiere particolare: la riparazione di motozappe. Lui è Donato Bratta, 82enne conosciuto praticamente da tutti gli agricoltori locali, che accorrono nella sua officina per farsi aggiustare questo attrezzo fondamentale per lavorare il terreno. Abbiamo incontrato l’anziano meccanico proprio nella sua storica bottega, dove tra arnesi, cavi e pinze di ogni tipo trascorre le sue intense giornate. (Vedi foto galleria) Superata Piazza Umberto I, ci

]]>
Wed, 7 Apr 2021 13:42:00 +0100