https://www.barinedita.it/ Notizie inedite da Bari. it Tue, 16 Jun 2020 09:41:01 GMT http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss Weblog Editor 2.0 info@barinedita.it (Marco Montrone) info@netboom.it (Netboom) BarInedita storie e interviste Molfetta i dolci della sposa: quel tradizionale e zuccheroso regalo offerto ai matrimoni https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4455-molfetta-i-equot;dolci-della-sposaequot;--quel-tradizionale-e-zuccheroso-regalo-offerto-ai-matrimoni Molfetta i dolci della sposa: quel tradizionale e zuccheroso regalo offerto ai matrimoni

MOLFETTA – Ci sono i fruttini, i mustaccioli, i sospiri, i bocconotti e l’immancabile cembrelle. Sono le squisitezze che compongono la tradizionale guantiera dei “dolci della sposa”: un regalo che viene offerto durante i matrimoni agli invitati in aggiunta alla classica bomboniera con confetti. (Vedi foto galleria) Una zuccherosa

BARI – Oggi in città ce ne sono una ventina, impegnate nell’istruzione di discipline quali judo, karate, kung fu, taekwondo, jujutsu, aikido, krav maga, mma e muay thai. Parliamo delle palestre di arti marziali di Bari, luoghi in cui si imparano pratiche secolari derivanti dall&rsquo

]]>
Fri, 12 Nov 2021 14:00:00 +0100
Quando i panni non si lavano in famiglia: la storia e l'evoluzione delle tintorie di Bari https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4448-quando-i-panni-non-si-lavano-in-famiglia--la-storia-e-l-evoluzione-delle-equot;tintorieequot;-di-bari Quando i panni non si lavano in famiglia: la storia e l'evoluzione delle tintorie di Bari

BARI – «Un tempo si lavava tutto a mano in grandi vasconi e si stirava con il ferro a carbone, oggi invece si utilizzano le lavatrici elettriche e il ferro a vapore. La tecnologia si è quindi sviluppata, ma la qualità del nostro servizio è rimasta la stessa». Sono le parole del 45enne Ignazio, proprietario di una delle lavanderie di Bari: esercizi commerciali sorti in città alla fine dell’800 che continuano ad andare incontro a coloro che hanno la necessità di pulire abiti più delicati, stirare indumenti troppo ingombranti o togliere dai vestiti macchie difficili. Negozi che nel corso degli anni si sono evoluti, a partire dal nome. Fino a qualche decennio fa infatti erano definiti “tintorie”, visto che in caso di chiazze eccessive ricoloravano completamente i capi di abbigliamento. Da allora i tempi sono cambiati, ma i lavandai

]]>
Thu, 11 Nov 2021 12:53:00 +0100
Dai narciso ai poeti di Facebook: quando la casa editrice dice no agli aspiranti scrittori https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4447-dai-narciso-ai-poeti-di-facebook--quando-la-casa-editrice-dice-equot;noequot;-agli-aspiranti-scrittori Dai narciso ai poeti di Facebook: quando la casa editrice dice no agli aspiranti scrittori

BARI – Ci sono quelli convinti di essere gli autori di un futuro best seller, le mamme pronte a vedere il proprio “bambino prodigio” affermarsi nel mondo dei libri, i “narciso” che desiderano raccontare a tutti la loro vita e coloro che invece meritano veramente attenzione. La quotidianità di una casa editrice è fatta di proposte derivanti da persone di vario tipo convinte di poter sfondare nella letteratura. E a selezionare le varie richieste è l’Editor, figura che si occupa di dire “sì” o “no” agli aspiranti scrittori, spes

]]>
Wed, 10 Nov 2021 13:19:00 +0100
Come ti occulto il sushi: i mille modi per non pagare il sovrapprezzo agli All you can eat https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4444-come-ti-occulto-il-sushi--i-mille-modi-per-non-pagare-il-sovrapprezzo-agli-all-you-can-eat Come ti occulto il sushi: i mille modi per non pagare il sovrapprezzo agli All you can eat

BARI - «È quasi la normalità: ordinano troppo sushi ma poi non vogliono pagare il sovrapprezzo e quel punto le pensano tutte pur di occultare gli avanzi». Sono le parole del proprietario di uno dei ristoranti cinesi-giapponesi di Bari che adottano lo “All you can eat” (mangia quanto puoi). Si tratta di una formula che permette di ordinare un numero illimitato di piatti a un costo fisso, che varia dai 20 ai 30 euro, con il compromesso però di mangiare tutto. Se invece i clienti si fanno prendere la mano richiedendo più cibo di quanto la loro pancia possa contenere, scatta una “penale” per ogni pietanza non consumata, che di solito si aggira sui 5 euro.   Parliamo quindi d

]]>
Mon, 8 Nov 2021 14:08:00 +0100
La storia di Alfredo: da Bari al Giappone per diventare programmatore di videogiochi https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4445-la-storia-di-alfredo--da-bari-al-giappone-per-diventare-programmatore-di-videogiochi La storia di Alfredo: da Bari al Giappone per diventare programmatore di videogiochi

BARI - «Ogni volta che una società giapponese decide di assumere riserva sempre dei posti a giovani senza esperienza da far crescere al proprio interno. E questo è proprio ciò che è successo a me». A parlare è Alfredo Spadafina (nella foto), 31enne barese riuscito nell’intento di diventare programmatore informatico a Yokohama. Lui, una volta laureatosi al Politecnico del capoluogo pugliese, ha coronato il suo sogno di lavorare nel campo dei

BARI – C'è Frank Sinatra che aveva il nonno siciliano, Madonna con i genitori abruzzesi e Bruce Springsteen la cui mamma era nata in provincia di Salerno. Da sempre il firmamento delle star dello spettacolo Usa è costellato da italo-americani nati negli Stati Uniti ma discendenti da persone che, tra l’800 e il 900, emigrarono dal Belpaese. Tra questi ci furono migliaia di pugliesi e di baresi. E così oggi tra gli attori, i cantanti, i ballerini e i personaggi televisivi americani sono in tanti a vantare origini “made in Bari”: da Sylvester Stallone proveniente da

BARI – Negli anni 70 regnò la porcellana, gli 80 furono il decennio dell’argento, mentre durante i 90 spopolò il cristallo. Di che parliamo? Di bomboniere: quegli immancabili oggetti che si offrono, assieme ai beneauguranti confetti, durante feste quali matrimoni, comunioni e battesimi. Doni che hanno subito nel tempo una grande evoluzione. Fino a quindici/vent'anni fa infatti a rappresentare le bomboniere c’erano sempre soprammobili appariscenti e costosi, fatti di materiali

]]> Tue, 19 Oct 2021 13:11:00 +0100 Le arti marziali a Bari: alla scoperta della muay thai e del campione Claudio Amoruso https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4419-le-arti-marziali-a-bari--alla-scoperta-della-equot;muay-thaiequot;-e-del-campione-claudio-amoruso Le arti marziali a Bari: alla scoperta della muay thai e del campione Claudio Amoruso

BARI – Una millenaria disciplina nata nel Sud-est asiatico che unisce le tecniche base di difesa alla tradizione religiosa. È la muay thai (letteralmente “lotta dei thailandesi”), chiamata anche “arte delle otto armi” perché consente di impegnare ben otto parti del corpo con pugni, calci, gomitate e ginocchiate. Uno sport di combattimento che ha preso piede ormai in tutta l’Italia, Bari compresa, dove è praticato in una decina di palestre. Tra queste attività c’è anche quella in cui si allena il 33enne Claudio Amoruso, atleta che il 24 luglio scorso ha conseguito il prestigioso titolo internazionale “World Boxing Council” battendo a Sciacca, in Sicilia, lo svizzero Philipp Hafeli]]> Mon, 18 Oct 2021 13:19:00 +0100 Bitetto la storia dell'82enne Francesco: dissemina sassi colorati per regalare un sorriso https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4418-bitetto-la-storia-dell-82enne-francesco--dissemina-sassi-colorati-per-regalare-un-sorriso Bitetto la storia dell'82enne Francesco: dissemina sassi colorati per regalare un sorriso

BITETTO – «Ogni giorno nascondo per il paese sassi colorati con la speranza di regalare un sorriso a chiunque li trovi». Sono le parole dell’82enne Francesco Occhiogrosso, maresciallo dei Carabinieri in pensione, che quotidianamente dissemina in giro per Bitetto ciottoli dipinti con i più svariati disegni: animaletti, fiori, bambini, paesaggi. Lo scopo è quello di soprendere chi scova l’oggetto, strappando al fortunato un momento di contentezza in un periodo storico in cui, di motivi per essere alleg

]]>
Thu, 14 Oct 2021 12:33:00 +0100
Figuli terracotta e prove di virilita: e l'antica tradizione del fischietto di Rutigliano https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4408-figuli-terracotta-e-equot;prove-di-virilitaequot;--e-l-antica-tradizione-del-fischietto-di-rutigliano Figuli terracotta e prove di virilita: e l'antica tradizione del fischietto di Rutigliano

RUTIGLIANO – La sua tradizione risale al V-IV secolo a.C., quando in una tomba di Rutigliano fu rinvenuto un giochino in ceramica che ricordava un galletto. È il fischietto in terracotta, un antico e colorato manufatto a cui sono legati simboli ancestrali, credenze popolari e “prove di virilità”. (Vedi foto galleria) La sua forma classica è quella del gallo, anche se negli anni ha assunto le figure più disparate: piante, mammiferi, personaggi delle fiabe, santi, attori e calciatori. E da secoli gli è stata anche dedicata una fiera local

]]>
Thu, 7 Oct 2021 13:32:00 +0100
Fra antichi riti e nuove mode tutti i segreti dell'imprescindibile abito da sposa https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4401-fra-antichi-riti-e-nuove-mode-tutti-i-segreti-dell-imprescindibile-abito-da-sposa Fra antichi riti e nuove mode tutti i segreti dell'imprescindibile abito da sposa

BARI – Una volta erano ampi, accollati e pudichi, oggi sono aderenti, sbarazzini e in alcuni casi corti e trasparenti. Sono gli abiti da sposa, magnifici vestiti che in ogni epoca sono riusciti a imporsi come protagonisti dei matrimoni. Perché si può convolare a nozze in comune o in chiesa, festeggiare in casa o in una sala ricevimenti, ma a coprire le signorine sull’altare ci sarà sempre e solo questo imprescindibile e prezioso capo di abbigliamento di solito di colore bianco. Un indumento (usato, ricordiamolo, solo per un giorno nella vita) a cui sono sempre legati, tra l’altro, tradizioni e credenze popolari.

BARI – Il Porto di Bari fino a qualche decennio fa vantava un comparto nautico importante, con cantieri che producevano e riparavano ogni tipo di imbarcazione: gozzi in legno, pescherecci, barche a vela, ma anche grosse navi. Nel corso del tempo però il settore ha perso vigore, basti pensare che attualmente in tutto il barese sono presenti solo due c

]]>
Fri, 17 Sep 2021 09:22:00 +0100
Reduine bbeffettone mappine e sus'e ssotte: alla scoperta degli schiaffi alla barese https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4394-reduine-bbeffettone-mappine-e-sus-e-ssotte--alla-scoperta-degli-schiaffi-equot;alla-bareseequot; Reduine bbeffettone mappine e sus'e ssotte: alla scoperta degli schiaffi alla barese

BARI – C’è la calàte data sulla nuca, il reduìne scagliato con il dorso della mano o la cinghe, assestata sul volto con tutte le cinque dita. Di che parliamo? Di schiaffi naturalmente. Colpi che vengono tirati sul corpo per i motivi più disparati: li si può dare per gioco, per intimidire i bambini, per minacciare velatamente ma anche per fare veramente male. Ce ne sono di tanti tipi e a Bari ognuno ha un suo nome dialettale ben definito, spesso pronunciato dopo una frase di avvertimento, del tipo mò t’j’a dà june (“ora ti devo dare uno”) o mò t'j'a fà na facce de shcaffe (“ora ti devo fare una faccia

]]>
Wed, 15 Sep 2021 10:49:00 +0100
Quando a Bari Vecchia giravano i materassai: Ridavano vita ai letti imbottiti di lana https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4391-quando-a-bari-vecchia-giravano-i-equot;materassaiequot;--ridavano-vita-ai-letti-imbottiti-di-lana Quando a Bari Vecchia giravano i materassai: Ridavano vita ai letti imbottiti di lana

BARI – Muniti di un grosso ago, forbici e spago, ogni estate giravano per i vicoli di Bari Vecchia in attesa che qualche signora, sull’uscio della porta di casa, li fermasse per ridare vita ai propri materassi. Si svolgeva in questo modo l’attività dei “materazzare” (materassai), gli artigiani che eseguivano a domicilio la manutenzione annuale del letto imbottito di lana, appiattito dopo mesi di utilizzo quotidiano. Si trattava di una sapiente ma umile professione, come tante altre che contraddistinguevano un tempo il povero centro storico cittadino. Dal ]]> Fri, 10 Sep 2021 11:30:00 +0100 Rinvenuta in Salento un'orchidea sinora sconosciuta: e la rosea Serapias ausoniae https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4388-rinvenuta-in-salento-un-orchidea-sinora-sconosciuta--e-la-rosea-equot;serapias-ausoniaeequot; Rinvenuta in Salento un'orchidea sinora sconosciuta: e la rosea Serapias ausoniae

UGENTO – Una creatura composta da eleganti foglie di color verde brillante e un timido fiore nascosto in un guscio di tepali rosa pallido: è la “Serapias ausoniae” o “Serapide degli ausoni” (nella foto), una specie di orchidea selvatica sinora sconosciuta, individuata per la prima volta nel Parco naturale regionale del litorale di Ugento, in provincia di Lecce. La scoperta è avvenuta due anni fa

]]> Mon, 6 Sep 2021 11:39:00 +0100 Torre Canne il rito del bagno in mare all'alba del 1 settembre: Previene i malanni https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4389-torre-canne-il-rito-del-bagno-in-mare-all-alba-del-1-settembre--previene-i-malanni Torre Canne il rito del bagno in mare all'alba del 1 settembre: Previene i malanni

TORRE CANNE – Un antico rito che si ripete ogni anno, tra brividi, risate e nostalgia per l’estate che sta volgendo al termine. È il bagno all’alba del 1° settembre che si svolge nella spiaggia principale di Torre Canne, frazione marina di Fasano, in provincia di Brindisi. (Vedi video) Una tra

]]>
Thu, 2 Sep 2021 13:24:00 +0100
Bari il mondo dell'Aiesec: dal 1960 giovani inviati all'estero per volontariato stage e lavoro https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4380-bari-il-mondo-dell-aiesec--dal-1960-giovani-inviati-all-estero-per-volontariato-stage-e-lavoro Bari il mondo dell'Aiesec: dal 1960 giovani inviati all'estero per volontariato stage e lavoro

BARI – Un’associazione studentesca presente a Bari dal 1960 che propone ai giovani un soggiorno all’estero teso a offrir loro opportunità di lavoro, stage presso aziende o esperienze di volontariato. Si tratta dell’Aiesec (Association internationale des etudiants en sciences economiques et commerciales), idea nata a Stoccolma nel 19 e diffusasi nel tempo in oltre 100 Stati, Italia compresa. Oggi in tutta la Penisola si contano più di venti realtà del genere, tra cui quella del capoluogo pugliese, con sede all’interno della facoltà di Economia e Commercio. «Attualmente la nostra associazione comprende 16

]]>
Thu, 29 Jul 2021 14:07:00 +0100
Molfetta il paradosso del pugile Claudio Squeo: nessuno vuole combattere contro di lui https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4378-molfetta-il-paradosso-del-pugile-claudio-squeo--nessuno-vuole-combattere-contro-di-lui Molfetta il paradosso del pugile Claudio Squeo: nessuno vuole combattere contro di lui

MOLFETTA – «Rifiutano di combattere contro di me perché sono più forte di loro, ma questo non fermerà la mia scalata verso il titolo». Parole del 30enne Giuseppe Claudio Squeo (nella foto), pugile di Terlizzi che vive da tempo una situazione paradossale: non riesce a trovare atleti italiani da sfidare. Nessuno tra i migliori boxeur del Belpaese ha infatti accettato negli ultimi anni di salire sul ring con lui e così il peso massimo pugliese non può guadagnare posizioni nella classifica “Pro sec

]]>
Wed, 28 Jul 2021 13:49:00 +0100
La storia della festa di San Michele: il patrono diverso celebrato nel rione Palese di Bari https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4375-la-storia-della-festa-di-san-michele--il-patrono-equot;diversoequot;-celebrato-nel-rione-palese-di-bari La storia della festa di San Michele: il patrono diverso celebrato nel rione Palese di Bari

BARI - Non solo vicende storiche, dialetti e tradizioni, ma anche patroni diversi dall’"ufficiale" San Nicola. Sono le particolarità delle ex frazioni di Bari, quartieri dal 1970 ma ancora depositarie di ide

]]>
Mon, 26 Jul 2021 13:47:00 +0100