https://www.barinedita.it/ Notizie inedite da Bari. it Tue, 16 Jun 2020 09:41:01 GMT http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss Weblog Editor 2.0 info@barinedita.it (Marco Montrone) info@netboom.it (Netboom) BarInedita storie e interviste Poggiofranco quella cappella nascosta dietro a un portone: curata da noi residenti https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n5139-poggiofranco-quella-equot;cappellaequot;-nascosta-dietro-a-un-portone--e-curata-da-noi-residenti Poggiofranco quella cappella nascosta dietro a un portone:  curata da noi residenti

BARI – Da lontano pare un normale ingresso a un condominio, in realtà nasconde una piccola cappella votiva curata da quarant’anni dai residenti del quartiere Poggiofranco di Bari. È questa la storia dell’edicola di Santa Fara: una stanza colma di statue e oggetti religiosi che si affaccia su viale Concilio Vaticano II, tra i civici 71 e 73. (Vedi foto galleria) Siamo nella parte “bassa” di Poggiofranco, la prima del rione a essere costruita tra gli anni 60 e 70. Qui, nei pressi della piazzetta dei Papi (detta &ldq

]]>
Fri, 24 May 2024 00:00:00 +0100
Dalla disegnatrice al comico fino allo scienziato: ecco i 10 pugliesi piu seguiti su Youtube https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n5112-dalla-disegnatrice-al-comico-fino-allo-scienziato--ecco-i-10-pugliesi-piu-seguiti-su-youtube Dalla disegnatrice al comico fino allo scienziato: ecco i 10 pugliesi piu seguiti su Youtube

BARI – C’è chi si cimenta in sketch comici, chi parla di scienza, chi pubblica tutorial per il make-up, chi mostra come funziona un videogioco. Sono gli “youtuber”, ragazzi o ragazze che fanno della creazione di contenuti su YouTube il proprio mestiere. Fondata nel 2005, per anni YouTube è stata l’unica piattaforma su cui pubblicare video e filmati. Un monopolio che è stato con il tempo intaccato dalla nascita di Facebook, Instagram, TikTok e Twitch, lo strumento di Amazon basato sullo streaming live sul quale sono migrati molti vecchi creators. Oggi quindi il sito ha perso un po’ del suo fascino, rimanendo però tra quelli con il più alto numero di utenti attivi, i quali continuano a seguire milioni e milioni di canali creati in tutto il mondo. Naturalmente anche in Puglia ci sono youtube

]]>
Fri, 12 Apr 2024 09:22:00 +0100
Fanciulle putti e levrieri: nei giardini delle ville baresi vive il ricordo della ditta De Filippis https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n5107-fanciulle-putti-e-levrieri--nei-giardini-delle-ville-baresi-vive-il-ricordo-della-ditta-de-filippis Fanciulle putti e levrieri: nei giardini delle ville baresi vive il ricordo della ditta De Filippis

BARI – “Balaustre, statue per ville, vasche da bagno, vasi ed oggetti d’architettura e d’ornato, mattonelle da pavimento in cemento e mosaico alla veneziana, pietrini per marciapiedi e lavori d’ornamentazione”. Era questo il biglietto da visita della De Filippis, ditta di Bari che produsse tra l’800 e il 900 qualsiasi tipo di elemento edilizio di costruzione e d’arredo. Un’impresa storica, che decorò tante delle eleganti ville liberty che oggi, a distanza di oltre un secolo, conservano ancora quelle graziose e uniche opere.

BARI – Una costola di un’antica balena che da tre secoli vaga tra gli ambienti della Basilica di San Nicola e che oggi giace per terra in un corridoio nella biblioteca del complesso religioso. Quello di cui stiamo parlando è un ex voto decisamente particolare: un osso di un cetaceo lungo 2 metri attestato con certezza nel capoluogo pugliese dal 1724, donato da un pescatore dopo una pesca miracolosa e uno scampato pericolo. (Vedi foto galleria) La

]]>
Tue, 12 Mar 2024 12:04:00 +0100
LaCapaGira compie 25 anni. Piva: Oggi farei un film diverso Bari e molto cambiata https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n5090-equot;lacapagiraequot;-compie-25-anni.-piva--oggi-farei-un-film-diverso-bari-e-molto-cambiata- LaCapaGira compie 25 anni. Piva: Oggi farei un film diverso Bari e molto cambiata

BARI - È stato il primo film girato a Bari che parlava di Bari, un “cult movie” interpretato da attori baresi che portò l’immagine del capoluogo pugliese in giro per l’Italia e per il mondo, vincendo il David di Donatello e il Nastro d’Oro dopo  essere stato presentato con successo al Festival di Berlino. Parliamo di “LaCapaGira”, opera prima del regista Alessandro Piva, che quest’anno compie 25 anni. Correva infatti il 1999 quando questo lungometraggio girato in dialetto barese (con tanto di sottotitoli) sbarcò nelle sale cinematografiche, colpendo per il suo realismo associato a un’amara comicità. Una “black comedy” che

]]>
Mon, 11 Mar 2024 14:18:00 +0100
Da pane burro e zucchero all'uovo sbattuto: alla scoperta delle merende di una volta https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n5089-da-equot;pane-burro-e-zuccheroequot;-all-uovo-sbattuto--alla-scoperta-delle-merende-di-una-volta Da pane burro e zucchero all'uovo sbattuto: alla scoperta delle merende di una volta

BARI – C’erano l’uovo sbattuto e le frittelle, la ricotta dolce e la marmellata e poi il pane condito in mille modi: con il pomodoro, con olio e sale, con burro e zucchero o affogato nel latte caldo. Erano queste le merende di una volta, preparate da mamme e nonne ai loro figli e nipoti per combattere i morsi della fame prima del pranzo o della cena. Spuntini che si portavano a scuola o si consumavano in casa: a colazione, mentre si facevano i compiti o quando si guardava la televisione. Pasti sani e leggeri, preparati con prodotti che si trovavano facilmente in dispensa, ma che ormai nessuno serve più. A partire dagli anni 80 del secolo scorso il mondo è infatti stato invaso da

BARI – Un archivio che ripercorre la storia del teatro pugliese e un palcoscenico sul quale si dà vita a incontri e spettacoli che coinvolgono attivamente il pubblico, il tutto all’interno in un piccolo appartamento del popolare quartiere Libertà di Bari. È questo l’identikit di “L’Eccezione”, un particolare centro culturale sperimentale nato nel 2002 e ideato dal 78enne Rino Bizzarro: autore, regista e poeta barese già fondatore della storica compagnia Puglia Teatro. Qui, in sole quattro stanze, Rino custodis

]]> Fri, 23 Feb 2024 13:27:00 +0100 Bari il museo di Informatica del Campus: dove si ripercorre la storia dei computer https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n5073-bari-il-museo-di-informatica-del-campus--dove-si-ripercorre-la-storia-dei-computer Bari il museo di Informatica del Campus: dove si ripercorre la storia dei computer

BARI – Difficile pensare che quanto oggi è racchiuso in un pc portatile negli anni 40 fosse grande quanto una stanza. A narrare l’evoluzione del computer è la collezione ospitata nel Campus di Bari, dove tra minerali, balene preistoriche, orti botanici e

BARI – «Puoi essere un poliziotto oggi, un criminale tra una settimana o un semplice passante tra un mese: è questo il bello di apparire di fare l'attore, anche se solo per pochi secondi». A parlare è Giuseppe, 45enne di Altamura, che ha aggiunto al suo curriculum un lavoro davvero singolare: la comparsa cinematografica. Lui è infatti una di quelle persone che prestano il proprio volto a lungometraggi e serie tv: una tendenza che negli ultimi anni sta interessando sempre più baresi, considerando che

BARI – «V’a sciùche abbasce o Canalòne». Alzi la mano chi a Bari, soprattutto in passato, non ha mai sentito esclamare questa frase durante una partita di pallone tra amici: un “invito” rivolto ai calciatori meno bravi di andare a giocare “giù” al Canalone. Perché un tempo l’ultimo tratto del canale Lamasinata che sfocia nel mare del quartiere San Girolamo era dotato di un paio di leggendari campetti: quelli sui quali giovanissimi baresi provenienti da tutta la città si davano battaglia in improvvisate quanto avvincenti sfide all’ultimo gol. Rettangoli di terra in cui chiunque, anche chi era meno dotato, aveva la possibilità di cimentarsi con la sfera di cuoio tra i piedi.

BARI – Due baresi leggendari che nella loro avventurosa vita ricoprirono importanti ruoli politici e militari, guidando interi eserciti nelle principali battaglie avvenute in Puglia durante l’XI secolo. Loro sono il capitano Melo e suo figlio Argiro: figure note in città perché danno il nome a due delle più frequentate vie del quartiere Murat, ma la cui storia rimane sconosciuta ai più. Abbiamo quindi deciso di ripercorrere la vita di questi illustri (e dimenticati) condottieri.

BARI – Curano serpenti ed elefanti, ratti e giraffe, lumache e scimmie: è questo il particolare lavoro degli “esoticisti”, veterinari che si occupano della salute di tutte quelle specie “non convenzionali”, diverse dai classici cani e gatti. (Vedi foto galleria)]]> Thu, 18 Jan 2024 13:44:00 +0100 Bari la misteriosa piramide di Torre a Mare: da decenni si erge sul ciglio di una strada https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n5058-bari-la-misteriosa-piramide-di-torre-a-mare--da-decenni-si-erge-sul-ciglio-di-una-strada Bari la misteriosa piramide di Torre a Mare: da decenni si erge sul ciglio di una strada

BARI – Una piramide alta più di tre metri posta sul ciglio di una strada. È ciò che è possibile ammirare a Torre a Mare, quartiere marinaro di Bari, lì dove da decenni si erge solitaria una scultura in pietra che saluta coloro che percorrono via Morelli e Silvati. Ma che ci fa in quel punto un simbolo dell’antico Egitto? Chi lo ha fatto costruire e perché? Per rispondere a queste domande siamo andati a visitare il misterioso sito (vedi fot

]]> Tue, 16 Jan 2024 13:18:00 +0100 Fratelli di culla: dagli articoli di Barinedita sul brefotrofio nasce il docufilm di Alessandro Piva https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n5051-equot;fratelli-di-cullaequot;--dagli-articoli-di-barinedita-sul-brefotrofio-nasce-il-docufilm-di-alessandro-piva Fratelli di culla: dagli articoli di Barinedita sul brefotrofio nasce il docufilm di Alessandro Piva

BARI – Il regista barese Alessandro Piva trae spunto da un servizio di Barinedita per realizzare il documentario dal titolo “Fratelli di culla”, in uscita nel prossimo autunno. Il film racconterà infatti la storia del brefotrofio del capoluogo pugliese, l’istituto di via Amendola che dagli anni 30 fino agli anni 90 del 900 accolse i neonati indesiderati e abbandonati dai genitori. Ente a cui la nostra testata ha

]]>
Thu, 11 Jan 2024 12:33:00 +0100
La storia di Vito delle bombole e del vecchio mestiere di portare il gas nelle case dei baresi https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n5047-la-storia-di-equot;vito-delle-bomboleequot;-e-del-vecchio-mestiere-di-portare-il-gas-nelle-case-dei-baresi La storia di Vito delle bombole e del vecchio mestiere di portare il gas nelle case dei baresi

BARI – Sono rimasti in pochi e continuano a consegnare e montare le bombole del gas nelle case di chi ancora le utilizza. Sono i “bombolai”, figure che svolgono un mestiere nato negli anni Cinquanta, quando questi pesanti recipienti entrarono nelle abitazioni di tutti per riscaldare gli ambienti e cucinare. Un lavoro oggi poco richiesto, visto che ormai la stragrande maggioranza delle abitazioni sono allacciate alla più comoda e sicura rete del gas metano, ma non del tutto scomparso. Ci sono infatti zone di Bari, come il

BARI – Competizioni in cui dei poeti si sfidano recitando i propri versi, non limitandosi però a declamarli, ma dando particolare importanza al ritmo della recitazione e alla teatralità dei movimenti del corpo, il tutto senza accompagnamento musicale né oggetti di scena. È questa l’essenza dei “poetry slam”, format nati nell’America degli anni 80 e diffusisi in tutto il mondo. (Vedi foto galleria) Le esibizioni possono avvenire all’interno di un pub o di una libreria, per strada o persino su una barca, come è successo al porto di

BARI – Quando la passione per la fotografia incontra l’amore per la natura. È il binomio alla base dell’attività dell’Afni (Associazione fotografi naturalisti italiani), un sodalizio nato a Milano nel 1989 che dal 2019 è presente con una sua sezione anche in Puglia, dove raccoglie 25 membri provenienti da tutta la regione. Gli amatori dello scatto, che hanno un’età che va dai 30 ai 68 anni, amano immergersi nella natura per catturarne i dettagli più particolari e, attraverso le proprie immagini, sensibilizzare al rispetto per l’ambiente. I soggetti prescelti possono essere paesaggi, fiori, piante, animali inseriti in contesti montani, boschivi o marini.

BARI – Un negozio di pellicce che ha chiuso i battenti all’inizio del nuovo millennio dopo essere stato portato avanti da un’intera dinastia familiare per oltre ottant’anni. Parliamo di “Trione”, punto di riferimento della moda barese per quasi un secolo, il cui punto vendita principale si trovava in via Argiro ad angolo con via Abate Gimma. Una longevità commerciale resa possibile grazie all’impegno di tutta

]]> Thu, 7 Dec 2023 14:00:00 +0100 Casamassima la grandiosa Universita Islamica e in vendita. Il prezzo: 5 milioni e mezzo di euro https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n5027-casamassima-la-grandiosa-universita-islamica-e-in-vendita.-il-prezzo--5-milioni-e-mezzo-di-euro Casamassima la grandiosa Universita Islamica e in vendita. Il prezzo: 5 milioni e mezzo di euro

CASAMASSIMA – “Straordinario e suggestivo complesso immobiliare con elementi orientali”. Recita così l’annuncio di vendita, apparso sul sito di una nota agenzia, di una delle strutture più particolari del Barese: la grandiosa e mai ultimata Università Islamica, di cui parlammo in un precedente articolo. Un enorme immobile che giace abbandonato da più di trent’anni sul ciglio della statale 100, all’altezza di

BARI – Gli anziani di Santo Spirito lo ricordano con lo stesso nome di un popolare giocattolo per bambini, ma questo luogo rimanda a una delle pagine più nere della storia del quartiere a nord di Bari. Parliamo della Stacchini, meglio nota come "Ioio": la polveriera che il 26 luglio 1951 fu teatro dell'esplosione di un grosso ordigno bellico che provocò tre morti e diversi feriti. Un episodio che ha segnato la memoria di intere generazioni di santospiritesi e che abbiamo ricostruito con l’aiuto della nipote di una delle vittime, la docente e scrittrice ]]> Tue, 28 Nov 2023 12:05:00 +0100