https://www.barinedita.it/ Notizie inedite da Bari. it Tue, 16 Jun 2020 09:41:01 GMT http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss Weblog Editor 2.0 info@barinedita.it (Marco Montrone) info@netboom.it (Netboom) BarInedita storie e interviste Bari nel rione San Pasquale la libreria che vende solo volumi di poesia: e l'unica in Italia https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4620-bari-nel-rione-san-pasquale-la-libreria-che-vende-solo-volumi-di-poesia--e-l-unica-in-italia Bari nel rione San Pasquale la libreria che vende solo volumi di poesia: e l'unica in Italia

BARI - «Ciò che mi ripaga è vedere l’affetto e lo scambio di idee che legano chiunque entri in questo magico mondo: a farmi andare avanti sono proprio la passione e l’amore per questo genere letterario». Parole della 37enne Serena Di Lecce, fondatrice di Millelibri, un luogo che è lecito definire speciale, visto che rappresenta l’unica libreria in Italia specializzata nella vendita di sola poesia.

BARI – C’è la classica natività con San Giuseppe e la Madonna, ma anche un Gesù Bambino inserito in una lampadina, i Re Magi posti in una bottiglia di Birra Peroni e i pastori adagiati in ricci di mare e conchiglie. È il mondo “natalizio” che ci si trova davanti varcando la soglia di “Il vecchio, l’antico e altro”, bottega situata in via Abbrescia n.8, nel

VICTORIA – «Qui si mangia tutto speziato, ma è improponibile condire il pesce con il curry o la cannella: perciò ho promesso a me stesso di continuare a offrire una cucina italianissima, senza alcun tipo di rivisitazione». A parlare è il 54enne barese Alex Suma, che come tanti pugliesi ha aperto un ristorante in una città straniera. Solo che lui non ha scelto New York, Tokyo

]]>
Wed, 11 May 2022 12:09:00 +0100
Sono 817 i baresi iscritti all'Universita di Bologna: ma com'e vivere e studiare in Emilia https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4616-sono-817-i-baresi-iscritti-all-universita-di-bologna--ma-com-e-vivere-e-studiare-in-emilia Sono 817 i baresi iscritti all'Universita di Bologna: ma com'e vivere e studiare in Emilia

BOLOGNA – «Bologna è da sempre una città a misura di studente: del resto qui ha sede la più antica Università dell’Occidente». Parole del 22enne barese Davide, che appena diplomato ha deciso di trasferirsi all’ombra delle “due torri” per frequentare la facoltà di Filosofia. Un viaggio percorso ogni anno da centinaia di ragazzi, che lasciano la Puglia per entrare a far parte del prestigioso Ateneo del capoluogo emiliano. Oggi, infatti, sono ben 817 gli studenti provenienti da Bari e provincia che risultano iscritti all’Alma Mater Studiorum. Quest’ultima, fondata nel lontano 1088, rappresenta la più vecchia Universit&a

]]>
Tue, 10 May 2022 12:51:00 +0100
A Triggiano c'e Gino il nonno vigile: Dono un sorriso ai bimbi mi hanno ridato la vita https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4613-a-triggiano-c-e-gino-il-equot;nonno-vigileequot;--dono-un-sorriso-ai-bimbi-mi-hanno-ridato-la-vita A Triggiano c'e Gino il nonno vigile: Dono un sorriso ai bimbi mi hanno ridato la vita

TRIGGIANO – «Fino a quando la mente e la forza mi accompagneranno continuerò a donare gioia e spensieratezza ai bambini. A loro devo tanto, mi hanno ridato la felicità che avevo perso con la morte di mia moglie». Parole del 77enne Luigi My, detto “Gino”, che presta servizio a Triggiano come “nonno vigile”. Da cinque anni infatti regala allegria ai piccoli studenti della scuola dell'infanzia e primaria “Gianni Rodari”, aiutando nel contempo le forze dell’ordine a mantenere in sicurezza la strada prospicente l’istituto. Questa

]]>
Thu, 5 May 2022 11:38:00 +0100
Il mondo delle web agency: Siti internet indispensabili per avere visibilita altro che social https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4601-il-mondo-delle-web-agency--siti-internet-indispensabili-per-avere-visibilita-altro-che-social Il mondo delle web agency: Siti internet indispensabili per avere visibilita altro che social

BARI -  A Bari, sul finire degli anni 90, quando il mondo dell’online cominciò a farsi largo nella vita di ognuno di noi, ce n’erano appena tre: oggi invece sono quasi cento e nel corso del tempo hanno dovuto adeguarsi ai numerosi cambiamenti imposti dall’avvento di smartphone, social network, e-commerce e software open source. Parliamo delle “web agency”, società che si occupano di progettare, realizzare e ottimizzare siti e applicazioni per imprese e professionisti. Agenzie che se prima erano composte solo da un programmatore e un webmaster, oggi inglobano grafici, web designer, social media manager, web analyst, content manager e Seo/Sem specialist: figure professionali necessarie per poter rendere competitivo un portale all’interno della “giungla” di Internet. Proprio per comprendere come sia cambiato il

]]>
Fri, 22 Apr 2022 13:31:00 +0100
La storia di Bruno e Roberta: da Poggiofranco a Manhattan per proporre la Pizza Bari https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4598-la-storia-di-bruno-e-roberta--da-poggiofranco-a-manhattan-per-proporre-la-equot;pizza-bariequot; La storia di Bruno e Roberta: da Poggiofranco a Manhattan per proporre la Pizza Bari

NEW YORK – «Il piatto che ci rende più orgogliosi? Naturalmente la “pizza Bari”, che abbiamo chiamato così per mantenere ben salde le nostre radici anche a 7mila km di distanza». Parole dei 29enni Bruno Molfetta e Roberta Mastrandrea (nella foto), coppia di baresi che quattro anni fa, assieme al siculo-statunitense Andrew Lopresto, ha aperto a Manhattan un ristorante che propone pizza e portate tipiche della tradizione pugliese. Al “314” (numero che ricorda le cifre del Pi greco) &e

]]>
Thu, 21 Apr 2022 11:55:00 +0100
Benedetto e uova rosse: alla scoperta delle antiche tradizioni pasquali della terra di Bari https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4595-equot;benedettoequot;-e-equot;uova-rosseequot;--alla-scoperta-delle-antiche-tradizioni-pasquali-della-terra-di-bari Benedetto e uova rosse: alla scoperta delle antiche tradizioni pasquali della terra di Bari

BARI – Ricotta, uova, arance e capocollo tutti insieme in uno stesso piatto. È questa la descrizione di un vero classico della tradizione pasquale barese: il “Benedetto”. Si tratta di un antipasto servito durante il pranzo domenicale che unisce alimenti tra loro molto diversi e che, soprattutto un tempo, era accompagnato da un’altra particolarità culinaria: l’uovo sodo colorato di rosso. Ma andiamo con ordine. Dicevamo del Benedetto, che assieme alla scarcella rappresenta “la”

BARI – Fu donata alla popolazione pelosina un secolo fa e dopo essere stata criticata da donne e preti, fu fusa per esigenze belliche. Poi, a distanza di sessant’anni, è stata nuovamente riscolpita e reinstallata (e nel frattempo pure vandalizzata), ma ancora oggi continua a non incontrare il favore dei residenti. È lo sfortunato destino spettato alla “statua del Pescatore”, simbolo di Torre a Mare ed emblema del legame tra il rione barese e i suoi abitanti. (Vedi foto galleria) Il quartiere più a

]]> Thu, 14 Apr 2022 12:27:00 +0100 Arciuli Adriatico Fiore Santa Rita Violante: la storia dei cinque panifici secolari di Bari https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4590-arciuli-adriatico-fiore-santa-rita-violante--la-storia-dei-cinque-panifici-secolari-di-bari Arciuli Adriatico Fiore Santa Rita Violante: la storia dei cinque panifici secolari di Bari

BARI – Se ne contano circa duecento in tutta la città, non conoscono mai crisi e vantano decine di anni di attività. Sono i panifici, esercizi commerciali “indispensabili”, senza i quali i baresi non avrebbero il loro pane, i taralli e soprattutto “sua maestà” la focaccia. Luoghi nei quali ogni giorno, a partire dalle prime luci dell’alba, i panificatori si sporcano le mani di farina per permettere ai clienti di gustare squisitezze genuine, tramandando di generazione in generazione la propria tradizione fami

]]>
Fri, 8 Apr 2022 13:11:00 +0100
Aprire un ristorante a NYC e la storia della barese Cecilia: Ma le cime di rapa non sono piaciute https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4587-aprire-un-ristorante-a-nyc-e-la-storia-della-barese-cecilia--ma-le-cime-di-rapa-non-sono-piaciute Aprire un ristorante a NYC e la storia della barese Cecilia: Ma le cime di rapa non sono piaciute

NEW YORK - «Non è stato semplice emergere in una città cosmopolita e immensa come New York, ma dopo tanti sacrifici ce l’ho fatta, riuscendo a portare la mia idea di cucina negli Stati Uniti». Parole della 41enne barese Cecilia Di Paola (nella foto), proprietaria del “Naked Dog”, ristorante che da sette anni offre ai clienti americani i piatti della tradizione italiana e pugliese, quali polpo arrosto, burrata e focaccia. Il locale si trova nel popoloso

BARI – “La spiaggia dello svago che tutti devono visitare per le numerose attrazioni”. Recitava così lo slogan pubblicitario che invitava i bagnanti a far visita all’elegante stabilimento “Piccola Nizza”, un lido che sorse tra il 1948 e il 1952 nell’insenatura di Cala Fetta, a Torre a Mare.   Della struttura si ricordano le numerose cabine in muratura, il bagno in acqua salsoiodica, il bar, il ristorante, il campo da tennis, il parco giochi per i più piccoli e la sala da ballo. E poi il particolare nome, che pare fu dato dal fondat

]]> Wed, 6 Apr 2022 13:48:00 +0100 Neviere blocchi di ghiaccio chioschi e ambulanti: e la storia della grattamarianna https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4588-neviere-blocchi-di-ghiaccio-chioschi-e-ambulanti--e-la-storia-della-equot;grattamariannaequot; Neviere blocchi di ghiaccio chioschi e ambulanti: e la storia della grattamarianna

BARI – Grattachecca a Roma, scirubetta in Calabria, grattatella a Palermo, rattella a Napoli, grattamarianna a Bari. Sono i nomi dialettali di uno dei dolci più rinfrescanti e amati dagli italiani: la granita. Preparata anticamente con ghiaccio “grattato” a mano con un raschietto di metallo dalla lama tagliente, viene aromatizzata con colorati sciroppi a base di limone, menta, orzata o latte di mandorla. (Vedi foto galleria) In Puglia la granita assume il nome di “grattata” e soprattutto di “grattamarianna”. Ci sono due versioni che spiegano questa particolare denominazione. La prima risale ai tempi della rivoluzione fran

]]>
Tue, 5 Apr 2022 13:46:00 +0100
La storia del Transatlantico quel ristorante adagiato per trent'anni sul lungomare sud di Bari https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4584-la-storia-del-transatlantico-quel-ristorante-adagiato-per-trent-anni-sul-lungomare-sud-di-bari La storia del Transatlantico quel ristorante adagiato per trent'anni sul lungomare sud di Bari

BARI – Quattro sale, più di 90 dipendenti, un anfiteatro a cielo aperto e una terrazza con vista sull’Adriatico. Così si presentava ai baresi il “Transatlantico”, lussuoso ristorante che fu attivo per trent'anni sul lungomare sud del capoluogo pugliese. (Vedi foto galleria) Il locale rappresentò un punto di riferimento per una zona cittadina che, nel Dopoguerra, stava tentando di valorizzarsi attraverso l’apertura di stabilimenti balneari (il

BARI – Laboratori di scultura, lavori di giardinaggio, riciclo creativo e lezioni all’aperto. Sono alcune delle attività giornaliere che costituiscono il “Kinderbauhaus”: un modello di scuola dell’infanzia “alternativo” nato proprio a Bari e applicato all’interno delle aule dell’istituto privato “Villacolle”, presente nel quartiere Torre a Mare dal 2011. Come per le classi &l

]]> Fri, 1 Apr 2022 11:49:00 +0100 La barese Nunzia e la sua vecchia scuola di taglio e cucito: Ma ormai si iscrivono in pochi https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4583-la-barese-nunzia-e-la-sua-vecchia-scuola-di-equot;taglio-e-cucitoequot;--ma-ormai-si-iscrivono-in-pochi La barese Nunzia e la sua vecchia scuola di taglio e cucito: Ma ormai si iscrivono in pochi

BARI – Il suo nome è Nunzia, ha 80 anni e gestisce l’Atelier Cinzia, la più vecchia scuola di “taglio e cucito” di Bari, nata nel 1980 nel quartiere Carrassi. La signora infatti continua imperterrita a insegnare un antico mestiere che ormai, i giovani, non sono più interessati a fare: quello del sarto. Un tempo tutte le donne sapevano cucire e ricamare: un’arte che

]]>
Thu, 31 Mar 2022 11:00:00 +0100
Kung Fu arte marziale cinematografica ma poco diffusa: a Bari la insegnano in tre https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4580-kung-fu-arte-marziale-equot;cinematograficaequot;-ma-poco-diffusa--a-bari-la-insegnano-in-tre Kung Fu arte marziale cinematografica ma poco diffusa: a Bari la insegnano in tre

BARI – Da Kill Bill a Matrix sino ad arrivare ai mitici lungometraggi di Bruce Lee: sono innumerevoli i film che basano le proprie scene d’azione sul Kung Fu. Del resto cosa c’è di più spettacolare di questo insieme di antiche arti marziali cinesi che fonde combattimento e meditazione? Eppure, nonostante la sua diffusione in tutto il mondo, il Kung Fu risulta ancora poco praticato rispetto a discipline come Karate, Judo,

BARI – Sacchètte, Stoppani, Risorgimento, Adriatico, Gambrinus: sono solo alcuni dei nomi di quelle celebri caffetterie che, tra l’800 e il 900, hanno rappresentato la sosta obbligatoria di ogni barese per un bicchiere di liquore, una fresca granita o dei gustosi dolci. Posti che, a differenza della maggior parte dei bar e delle pasticcerie di oggi, puntavano tutto su raffinatezza ed eleganza, divenendo i luoghi per eccellenza dove riunirsi, scambiarsi idee e trattenersi per una

ANDRIA – «Quando ho visto il Boss stringere tra le mani la mia opera ho pianto come una bambina». Parole della 37enne disegnatrice andriese Paola Lomuscio, che l’8 marzo scorso è riuscita a realizzare il suo sogno: quello di far pervenire al grande Bruce Springsteen un ritratto da lei creato. Si tratta di un primo piano in bianco e nero consegnato al rocker americano dai veterani di guerra dell’American Legion. Abbiamo così intervistato Paola per conoscere i dettagli di questa particolare storia.

BARI – Sono i luoghi più amati dai bambini, in cui maschietti e femminucce di tutte le età possono sognare tra bambole, supereroi e macchinine. Parliamo dei coloratissimi negozi di giocattoli, esercizi commerciali che da qualche anno stanno però vivendo una forte crisi dovuta a vari fattori. Il primo motivo è il boom dei siti di vendita online quali Amazon, che permettono ai genitori di comprare lo stesso prodotto offerto dal negozio stando comodamente seduti sul divano di casa. Il secondo è la riduzione “dell’età del gioco”. Se prima infatti a 11, 12 o 13 anni ci si continuava a divertire con i balocchi, oggi i ragazzini sono sempre attratti da pc, playstation e soprattutto dagli smartphone, attraverso i quali possono accedere a social network popolarissimi quali TikTok. Infine è cambiato il &l

]]> Thu, 17 Mar 2022 13:08:00 +0100