https://www.barinedita.it/ Notizie inedite da Bari. it Tue, 16 Jun 2020 09:41:01 GMT http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss Weblog Editor 2.0 info@barinedita.it (Marco Montrone) info@netboom.it (Netboom) BarInedita storie e interviste L'antica Grimaldi: unica officina di Bari dove si costruiscono ancora pezzi per le barche https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4395-l-antica-equot;grimaldiequot;--unica-officina-di-bari-dove-si-costruiscono-ancora-pezzi-per-le-barche L'antica Grimaldi: unica officina di Bari dove si costruiscono ancora pezzi per le barche

BARI – Il Porto di Bari fino a qualche decennio fa vantava un comparto nautico importante, con cantieri che producevano e riparavano ogni tipo di imbarcazione: gozzi in legno, pescherecci, barche a vela, ma anche grosse navi. Nel corso del tempo però il settore ha perso vigore, basti pensare che attualmente in tutto il barese sono presenti solo due c

]]>
Fri, 17 Sep 2021 09:22:00 +0100
Reduine bbeffettone mappine e sus'e ssotte: alla scoperta degli schiaffi alla barese https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4394-reduine-bbeffettone-mappine-e-sus-e-ssotte--alla-scoperta-degli-schiaffi-equot;alla-bareseequot; Reduine bbeffettone mappine e sus'e ssotte: alla scoperta degli schiaffi alla barese

BARI – C’è la calàte data sulla nuca, il reduìne scagliato con il dorso della mano o la cinghe, assestata sul volto con tutte le cinque dita. Di che parliamo? Di schiaffi naturalmente. Colpi che vengono tirati sul corpo per i motivi più disparati: li si può dare per gioco, per intimidire i bambini, per minacciare velatamente ma anche per fare veramente male. Ce ne sono di tanti tipi e a Bari ognuno ha un suo nome dialettale ben definito, spesso pronunciato dopo una frase di avvertimento, del tipo mò t’j’a dà june (“ora ti devo dare uno”) o mò t'j'a fà na facce de shcaffe (“ora ti devo fare una faccia

]]>
Wed, 15 Sep 2021 10:49:00 +0100
Quando a Bari Vecchia giravano i materassai: Ridavano vita ai letti imbottiti di lana https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4391-quando-a-bari-vecchia-giravano-i-equot;materassaiequot;--ridavano-vita-ai-letti-imbottiti-di-lana Quando a Bari Vecchia giravano i materassai: Ridavano vita ai letti imbottiti di lana

BARI – Muniti di un grosso ago, forbici e spago, ogni estate giravano per i vicoli di Bari Vecchia in attesa che qualche signora, sull’uscio della porta di casa, li fermasse per ridare vita ai propri materassi. Si svolgeva in questo modo l’attività dei “materazzare” (materassai), gli artigiani che eseguivano a domicilio la manutenzione annuale del letto imbottito di lana, appiattito dopo mesi di utilizzo quotidiano. Si trattava di una sapiente ma umile professione, come tante altre che contraddistinguevano un tempo il povero centro storico cittadino. Dal ]]> Fri, 10 Sep 2021 11:30:00 +0100 Rinvenuta in Salento un'orchidea sinora sconosciuta: e la rosea Serapias ausoniae https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4388-rinvenuta-in-salento-un-orchidea-sinora-sconosciuta--e-la-rosea-equot;serapias-ausoniaeequot; Rinvenuta in Salento un'orchidea sinora sconosciuta: e la rosea Serapias ausoniae

UGENTO – Una creatura composta da eleganti foglie di color verde brillante e un timido fiore nascosto in un guscio di tepali rosa pallido: è la “Serapias ausoniae” o “Serapide degli ausoni” (nella foto), una specie di orchidea selvatica sinora sconosciuta, individuata per la prima volta nel Parco naturale regionale del litorale di Ugento, in provincia di Lecce. La scoperta è avvenuta due anni fa

]]>
Mon, 6 Sep 2021 11:39:00 +0100
Torre Canne il rito del bagno in mare all'alba del 1 settembre: Previene i malanni https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4389-torre-canne-il-rito-del-bagno-in-mare-all-alba-del-1-settembre--previene-i-malanni Torre Canne il rito del bagno in mare all'alba del 1 settembre: Previene i malanni

TORRE CANNE – Un antico rito che si ripete ogni anno, tra brividi, risate e nostalgia per l’estate che sta volgendo al termine. È il bagno all’alba del 1° settembre che si svolge nella spiaggia principale di Torre Canne, frazione marina di Fasano, in provincia di Brindisi. (Vedi video) Una tra

]]>
Thu, 2 Sep 2021 13:24:00 +0100
Bari il mondo dell'Aiesec: dal 1960 giovani inviati all'estero per volontariato stage e lavoro https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4380-bari-il-mondo-dell-aiesec--dal-1960-giovani-inviati-all-estero-per-volontariato-stage-e-lavoro Bari il mondo dell'Aiesec: dal 1960 giovani inviati all'estero per volontariato stage e lavoro

BARI – Un’associazione studentesca presente a Bari dal 1960 che propone ai giovani un soggiorno all’estero teso a offrir loro opportunità di lavoro, stage presso aziende o esperienze di volontariato. Si tratta dell’Aiesec (Association internationale des etudiants en sciences economiques et commerciales), idea nata a Stoccolma nel 19 e diffusasi nel tempo in oltre 100 Stati, Italia compresa. Oggi in tutta la Penisola si contano più di venti realtà del genere, tra cui quella del capoluogo pugliese, con sede all’interno della facoltà di Economia e Commercio. «Attualmente la nostra associazione comprende 16

]]>
Thu, 29 Jul 2021 14:07:00 +0100
Molfetta il paradosso del pugile Claudio Squeo: nessuno vuole combattere contro di lui https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4378-molfetta-il-paradosso-del-pugile-claudio-squeo--nessuno-vuole-combattere-contro-di-lui Molfetta il paradosso del pugile Claudio Squeo: nessuno vuole combattere contro di lui

MOLFETTA – «Rifiutano di combattere contro di me perché sono più forte di loro, ma questo non fermerà la mia scalata verso il titolo». Parole del 30enne Giuseppe Claudio Squeo (nella foto), pugile di Terlizzi che vive da tempo una situazione paradossale: non riesce a trovare atleti italiani da sfidare. Nessuno tra i migliori boxeur del Belpaese ha infatti accettato negli ultimi anni di salire sul ring con lui e così il peso massimo pugliese non può guadagnare posizioni nella classifica “Pro sec

]]>
Wed, 28 Jul 2021 13:49:00 +0100
La storia della festa di San Michele: il patrono diverso celebrato nel rione Palese di Bari https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4375-la-storia-della-festa-di-san-michele--il-patrono-equot;diversoequot;-celebrato-nel-rione-palese-di-bari La storia della festa di San Michele: il patrono diverso celebrato nel rione Palese di Bari

BARI - Non solo vicende storiche, dialetti e tradizioni, ma anche patroni diversi dall’"ufficiale" San Nicola. Sono le particolarità delle ex frazioni di Bari, quartieri dal 1970 ma ancora depositarie di ide

]]>
Mon, 26 Jul 2021 13:47:00 +0100
I (pochi) negozi di pesca di Bari: Rovinati da web multinazionali e impoverimento del mare https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4371-i-(pochi)-negozi-di-pesca-di-bari--rovinati-da-web-multinazionali-e-impoverimento-del-mare I (pochi) negozi di pesca di Bari: Rovinati da web multinazionali e impoverimento del mare

BARI – «Ormai siamo rimasti in pochi. Internet e le multinazionali ci hanno tolto clienti e in più l’Adriatico, sempre più povero, sta facendo disinnamorare i pescatori baresi. Per noi è diventato difficile riuscire a tirare avanti». Parole del 50enne Michele Scianatico, gestore di uno dei (soli) sei negozi di pesca ancora presenti a Bari. Piccoli e rari esercizi commerciali dove è possibile trovare tutto ciò che serve per pescare: dai fucili alle pinne, dalle canne ai mulinelli, sino ad arrivare a varie tipologie di esche.

]]>
Tue, 20 Jul 2021 13:42:00 +0100
Rutigliano due donne riscoprono dieci grani antichi dimenticati: Farine piu nutrienti e sane https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4369-rutigliano-due-donne-riscoprono-dieci-grani-antichi-dimenticati--farine-piu-nutrienti-e-sane Rutigliano due donne riscoprono dieci grani antichi dimenticati: Farine piu nutrienti e sane

RUTIGLIANO – Timilia, perciasacchi, gentil rosso, bianchetta: sono alcuni dei nomi di grani antichi sostituiti ormai da tempo da chicchi destinati all'agricoltura intensiva. Cereali ricchi di nutrienti e sali minerali, ma entrati ormai in disuso e di fatto scomparsi dal mercato. Ma a Rutigliano due coraggiose donne sono andate alla ricerca di queste graminacee dimenticate, riportandole alla luce e cominciando a produrre da esse particolari farine biologiche. Loro sono le quarantenni Marianna Perniola e Chiara Cipparano, il cui lavoro è stato riconosciuto anche

]]>
Mon, 19 Jul 2021 12:52:00 +0100
La storia di Peppino e del frutteto creato tra i palazzi di Carrassi: Ma il suo futuro e incerto https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4367-la-storia-di-peppino-e-del-frutteto-creato-tra-i-palazzi-di-carrassi--ma-il-suo-futuro-e-incerto La storia di Peppino e del frutteto creato tra i palazzi di Carrassi: Ma il suo futuro e incerto

BARI – «Vedere crescere il frutteto anno dopo anno è stata una grande soddisfazione, per me questi alberi rappresentano quasi dei figli adottivi: che peccato ora dover essere costretto a separarmi da loro». Sono le parole del signor Peppino, 75enne barese che, a partire dal 2011, è riuscito a creare una sorprendente oasi verde stretta tra gli alti palazzi del quartiere Carrassi. (Vedi foto galleria)

BARI – Sono arrivate tra la fine degli anni 70 e l’inizio degli anni 80, rivoluzionando per sempre l’insegnamento della danza a Bari. Si tratta delle insegnanti britanniche attive nel capoluogo pugliese, esportatrici di metodi inglesi utilizzati ancora oggi in molte scuole. Due sono infatti gli approcci al ballo nati nel Regno Unito: Rad (Royal Academy of Dance) e Istd (Imperial Society of Teachers of Dancing), il primo nato per lo stile classico e l’altro applicato più che altro al Moderno. Entrambi però si caratterizzano per la flessibilità e capacità di adattarsi alle esigenze fisiche ]]> Mon, 12 Jul 2021 15:41:00 +0100 Le secolari cantine del sud-est barese li dove si produce il sontuoso Primitivo di Gioia https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4359-le-secolari-cantine-del-sud-est-barese-li-dove-si-produce-il-sontuoso-primitivo-di-gioia Le secolari cantine del sud-est barese li dove si produce il sontuoso Primitivo di Gioia

È un simbolo della terra di Bari, scoperto alla fine del XVIII secolo a Gioia del Colle e da lì diffusosi in tutta la Puglia. Si tratta del primitivo, sontuoso vino di grande espressione fruttata, elevato grado alcolico e inconfondibile colore rubino. Come detto fu a Gioia del Colle che il sacerdote don Filippo Francesco Indellicati apprezzò per primo le caratteristiche del vitigno a cui diede il nome di “

]]> Tue, 6 Jul 2021 07:43:00 +0100 Viole violini e violoncelli fatti a mano: la storia e i segreti dei due maestri liutai di Bari https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4358-viole-violini-e-violoncelli-fatti-a-mano--la-storia-e-i-segreti-dei-due-maestri-liutai-di-bari Viole violini e violoncelli fatti a mano: la storia e i segreti dei due maestri liutai di Bari

BARI – «Abbiamo appreso quest’arte fuori dal capoluogo pugliese, ma siamo tornati qui per donare ai musicisti baresi gioielli realizzati con precisione ed eleganza». Parole degli unici due liutai specializzati in strumenti ad arco della città: artigiani che partendo da un pezzo di legno riescono a creare viole, violini e violoncelli. Loro sono Ester Passiatore ed Emanuele Fabio Fortunato, quest’ultimo titolare della Liuteria Scarli. Entrambi hanno la loro bottega sull’extramurale, non a caso nelle vicinanze del Conservatorio. Siamo andati a trovarli per scoprire la loro  storia e i loro segreti ]]> Fri, 2 Jul 2021 12:15:00 +0100 Diplomarsi a scuola una seconda volta In Italia si puo: Esami affrontati con piu maturita https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4355-diplomarsi-a-scuola-una-seconda-volta-in-italia-si-puo--esami-affrontati-con-piu-equot;maturitaequot; Diplomarsi a scuola una seconda volta In Italia si puo: Esami affrontati con piu maturita

BARI – «Sotto lo sguardo attento dei docenti ho ripensato inevitabilmente al mio esame di cinque anni prima. Al tempo ero davvero agitato, oggi invece gran parte dell’ansia ha lasciato spazio alla voglia di far bene e a un sentimento di competizione con me stesso. Sicuramente ho svolto la prova con più consapevolezza e, appunto, “maturità”». Sono le parole del 23enne Davide, che il 18 giugno scorso ha “affrontato” nuovamente le scuole superiori. Sì perché, in pochi lo sanno, ma in Italia è possibile diplomarsi più volte, anche se nel frattempo magari ci si è pure laureati. Lo si può fare a qualsiasi età (ma comunque dai 19 anni in su) e senza frequentare i canonici cinque anni in classe. Basta iscriversi all’

“Sto in hype”, “sei un bufu”, “ok boomer”, “mi sono buggato”. Di che parliamo? Del linguaggio dei “giovani di oggi”, ovvero dei ragazzi nati tra il 1995 e il 2010, quelli della cosiddetta Generazione Z. Una fascia demografica caratterizzata da persone nate e cresciute con internet, pc e nuove tecnologie (oltre che con rap e hip hop): mondi da cui provengono la maggior parte delle parole che fanno parte del loro slang. Ecco quindi il “dizionario” dei termini più utilizzati dai ventenni. Bae – È l’abbreviazione di

]]> Mon, 28 Jun 2021 12:53:00 +0100 I segreti e le tecniche del rito piu barese che c'e: il miracolo dell'arricciatura del polpo https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4351-i-segreti-e-le-tecniche-del-rito-piu-barese-che-c-e--il-equot;miracoloequot;-dell-arricciatura-del-polpo I segreti e le tecniche del rito piu barese che c'e: il miracolo dell'arricciatura del polpo

BARI – È il rito più “barese” che c’è, praticato da professionisti e amatori e tramandato da padre in figlio di generazione in generazione. Parliamo della “arricciatura” dei polpi, la tecnica attraverso la quale si rende il più tenero possibile questo prelibato mollusco, “re” delle tavole del capoluogo pugliese. (Vedi foto galleria) Si pensa che la passione dei baresi per il

BARI - C’è Artedanza Rossana che è stata per decenni la “casa” barese di Carla Fracci, il Ballet Center creato dopo il successo dei musical degli anni 70 e 80 e l’Academy of Dance fondata da tre insegnanti inglesi che hanno introdotto il tip-tap in città. Sono alcune delle storiche scuole di ballo del capoluogo pugliese: templi di un’arte immortale che, spesso influenzata da mode derivanti da cinema, tv e social, continua ad attirare aspiranti “étoile”. Luoghi dove impera la danza classica, fatta di piroette e scarpette a punta, ma che si allargano anche ad altri stili quali contemporaneo, moderno, jazz e hip-hop. ]]> Thu, 24 Jun 2021 12:00:00 +0100 Bari riproduce in miniatura il guardaroba di una donna vissuta all'inizio del 900: la storia https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4349-bari-riproduce-in-miniatura-il-guardaroba-di-una-donna-vissuta-all-inizio-del-900--la-storia Bari riproduce in miniatura il guardaroba di una donna vissuta all'inizio del 900: la storia

BARI - «Mi dedico a questa passione da anni, ma mai mi era capitata una richiesta così strana quanto affascinante». Sono le parole di Titti Anaclerio, 47enne barese che realizza graziose bambole di stoffa poi esposte sulla sua pagina Instagram "Atelier Lavanda". Un profilo social quest’ultimo che le è valso una commissione veramente speciale: quella di riprodurre in miniatura, con tanto di guardaroba d’epoca, una signora statunitense vissuta all’inizio del 900. (Vedi foto galleria) La storia è questa. Tutto inizia il 19 febbraio scorso, quando Titti riceve una email inaspettata. A s

]]> Mon, 21 Jun 2021 11:58:00 +0100 Il Mercatino di Giovanni: in via Bovio l'ultimo negozio di fumetti usati rimasto a Bari https://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n4337-il-equot;mercatinoequot;-di-giovanni--in-via-bovio-l-ultimo-negozio-di-fumetti-usati-rimasto-a-bari Il Mercatino di Giovanni: in via Bovio l'ultimo negozio di fumetti usati rimasto a Bari

BARI - «Ormai da me vengono solo clienti di mezza età che acquistano qualche Tex, Akim o Fulgor per rivivere i bei tempi passati». Parole del 72enne Giovanni Abbatescianni, proprietario dell’unico negozio di fumetti usati sopravvissuto a Bari: un “tempio delle vignette” aperto negli anni 60 in via Bovio, dove è possibile ancora effettuare la compravendita di “strisce”. Sino all’inizio del nuovo Millennio, infatti, la città era piena di piccoli posti dove chi voleva poteva portare i propri numeri scambiandoli (con un conguaglio) con altri non letti. I più famosi si trovavano in via Nicolai, in via Celentano e in