di Duccio Curione e *preparatore atletico del Monopoli

Il Bari crolla a Frosinone: ora autocritica, confronto e soprattutto cambiamento
La sconfitta di ieri al "Matusa" contro il Frosinone per 3-1 ha un sapore veramente amaro per il Bari. Segna infatti la prima eclatante sconfitta fuori casa per i biancorossi, arrivando dopo la buona prestazione tra le mura amiche (sia pure senza vittoria) contro l'Entella che aveva fatto sperare in un colpaccio in trasferta.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Sono bastati pochi minuti al Bari per sprofondare nel baratro: tutti i reparti hanno mostrato falle imbarazzanti e scarsa capacità di reazione e di costruzione del gioco. La maggior parte dei giocatori ha disputato una gara che non arriva alla sufficienza, compiendo passi indietro tali da renderli irriconoscibili rispetto alla settimana scorsa.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Imbarazzanti De Luca, eccessivamente confuso e falloso e Tonucci, inutilmente aggressivo e impreciso. Del tutto assenti dal gioco Martinho e lo stesso Daprelà (nella foto), il cui gol non lo assolve dal grave errore commesso in contropiede che ha permesso il gol avversario. Persino Brienza stavolta è parso poco incisivo e mai completamente in partita.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Insomma abbiamo assistito probabilmente al peggior match della stagione. A questo punto è necessario confrontarsi e cambiare. Lo ripetiamo da tempo: il 4-4-2 non appare il modulo adatto alle caratteristiche dei calciatori a disposizione. I due centrocampisti centrali hanno poca qualità e non garantiscono verticalizzazione per gli attaccanti e gli esterni alti non arrivano mai sul fondo: i vari Fedato, Martinho, Furlan e Ivan hanno bisogno di giocare più vicino alla porta per essere utili.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


È necessario cambiare e anche in fretta, passando magari al 4-3-3 e cercando di regalare al centrocampo una maggiore creatività con gli inserimenti degli interni. E occhio all'aspetto psicologico: sul piano fisico la squadra sembra avere una condizione accettabile, ma mentalmente, vista la continua assenza di risultati, sta chiaramente attraversando una fase critica.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ci si augura che nel summit in programma oggi tra società e staff tecnico entrambi le parti in causa facciano una sana autocritica, anzichè rinfacciarsi le responsabilità a vicenda. Perché lo abbiamo già detto: questa è una squadra costruita con giocatori scelti dal ds Sogliano per giocare in un modo che non è certo quello preferito da Stellone. Sarà questa la buona per arrivare a un compromesso? Ce lo auguriamo per il bene della squadra e dei tifosi.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Duccio Curione
Scritto da

Lascia un commento


Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved