di Nicola De Mola

Problemi economici e politici: Barimarathon domenica è all'ultima corsa
BARI - Si corre domenica prossima per la diciottesima volta, ma potrebbe essere giunta ormai alla sua ultima edizione. Un traguardo decisamente amaro per la Barimarathon, appuntamento fisso per atleti e semplici appassionati della maratona, che quasi sicuramente chiuderà i battenti a causa di problemi economici e politico-istituzionali.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

A confermarlo è Francesco Arpa, che cura l’organizzazione di quella che storicamente è una delle manifestazioni sportive di punta del capoluogo pugliese. Ci ha spiegato quali sono i motivi che lo hanno costretto a dimezzare il percorso da 42,195 a 21 km (trasformandola di fatto in una mezza maratona), ma anche a considerare seriamente l'idea di dire basta.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Ci è venuto a mancare l’appoggio delle istituzioni. Se per una partita di calcio serve semplicemente avere uno stadio a disposizione, chiudere le strade cittadine per consentire una manifestazione del genere è una cosa più complicata e necessita della massima collaborazione da parte di tutti», afferma l’organizzatore.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«A livello economico la Provincia non ha potuto aiutarci, la Regione ha ridotto di molto il suo supporto e il Comune ha fatto quel poco che poteva. A livello organizzativo si è aggiunto il problema legato alla collaborazione dei Vigili urbani, che dovrebbero essere i nostri primi partner, ma hanno diminuito di parecchio il personale da mettere a disposizione», spiega.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Nel mirino di Arpa non ci sono solo gli enti locali, ma anche la Fidal (Federazione italiana di atletica leggera), colpevole a suo dire di aver organizzato in Puglia un’altra gara in concomitanza con quella barese (la CorriCerignola di 10 km), provocando così una diminuzione nelle iscrizioni, presumibilmente già in calo rispetto agli altri anni, proprio perché non si corre su distanza olimpica.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Problemi apparentemente insormontabili e che quasi sicuramente trasformeranno quella di domenica nell’ultima edizione della Barimarathon. Una scelta che potrebbe rivelarsi controproducente, perché l’organizzazione di eventi del genere rappresenta per le città che li ospitano un importante indotto economico. Basti pensare alla maratona di Roma, che garantisce alla Capitale un aumento nel pil dell’1,2%.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Al 99,99% sarà l’ultima, per lo meno l'ultima organizzata da me. Ciononostante e quasi con il dolore nel cuore, stiamo lavorando per far sì che domenica tutto vada per il meglio per i baresi e per chi verrà da fuori», ha concluso Arpa.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Anche se pare aver perso buona parte del suo appeal questa edizione della corsa barese vedrà la partecipazione di diversi podisti provenienti dalle regioni limitrofe e non solo. Sarà della corsa anche Soumiya Labani, atleta marocchina che ha partecipato alle ultime Olimpiadi di Londra.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

La partenza di Barimarathon è prevista domenica alle 9.30 dall’Arena della Vittoria. Il suo percorso, seguendo il lungomare e snodandosi per alcune vie centro, giungerà sino a Parco Perotti per poi tornare indietro. Contemporaneamente si svolgerà anche una prova sui 10 km e la “Junior marathon” sulla distanza di 3,3 km.

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Scritto da

Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved