Letto: 4505 volte | Inserita: martedì 5 febbraio 2013 | Visitatore: teresa

I cosiddetti "beveroni" che si usano in palestra sono degli integratori alimentari a uso sportivo. Le aziende di settore lanciano sempre nuovi prodotti, impossibile sarebbe elencare tutte le tipologie. I più utilizzati dalla popolazione che pratica attività sportiva sono vitamine, sali minerali, proteine, aminoacidi ramificati (BCAA), creatina, carnitina, maltodestrine. L'introduzione di ognuno di essi ha un ruolo diverso. Lo scopo è quello di ottimizzare una data performance.

Non si tratta di sostanze vietate dalle norme antidoping e non rientrano nella categoria dei farmaci, per questo non sono soggette ai controlli di una comprovata efficacia. Il loro utilizzo, spesso, non dà un reale beneficio o ancor più un miglioramento delle prestazioni. Inoltre il superdosaggio non dà risultati più immediati ma forse spiacevoli effetti collaterali.

Gli integratori alimentari sono dei normali nutrienti presenti negli alimenti, estratti o sintetizzati, per fornire un prodotto privo di "scarti" (tutti gli altri nutrienti presenti nell'alimento). Non esiste alcun integratore in grado di fornire elementi che i normali alimenti non siano in grado di fornire. Gli "integratori", in quanto tali, dovrebbero "integrare" la normale alimentazione sopperendo ad eventuali carenze o a fabbisogni cambiati. Molto spesso invece, diventano sostitutivi di una dieta corretta promettendo inutilmente un'altissima performance.

E' vero però che gli integratori semplificano i tempi e la quantità di nutriente da assumere. Per esempio sarà più comodo nutrirsi di una barretta proteica che di una bistecca ai ferri dopo la palestra, se non è possibile tornare a casa. Ma che tristezza.

La popolazione che pratica attività sportiva costantemente non ha bisogno di integratori. Deve essere invece molto più attenta all'alimentazione che dovrà essere ancora più corretta, sana e varia rispetto alla dieta della popolazione sedentaria.

L'attività sportiva avvicina al concetto di benessere psico-fisico e riconosce come qualità della vita un equilibrio di componenti quali attività fisica e sana alimentazione. Gli integratori non sono previsti.

Risponde

MARIA SERENA POMPILIO - Docente di Fitness
Laureata in scienze motorie, docente di educazione fisica, istruttrice fitness, personal trainer, è dal 2006 DOCENTE DI FITNESS E WELLNESS presso la facoltà di Scienze Motorie dell'Università di Bari

FAI UNA DOMANDA

Nome
Codice di controllo
Commento
Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved