Letto: 3645 volte | Inserita: lunedì 10 settembre 2012 | Visitatore: sergio muso

Sudare non equivale a dimagrire, ma a perdere liquidi per effetto del sistema di termoregolazione dell'organismo. Sudando si evita il surriscaldamento dovuto all'aumento di temperatura durante il lavoro.
Pertanto sudare non serve a dimagrire ma a raffreddare il corpo per evitare un colpo di calore.

Anzi, durante l'esercizio fisico e' bene non sudare tantissimo. Il dimagrimento infatti è la conseguenza dell'impiego energetico dei grassi in accumulo. Questo avviene con un impegno fisico di tempo e intensità adeguati, che invece l'eccessiva sudorazione non permette. La sudorazione espone a una perdita di liquidi che può anche portare crampi, astenia e quindi a una interruzione dell'attività.

In conclusione. Se misuriamo il nostro peso dopo l'attivita' fisica, la bilancia ci dirà che siamo "dimagriti". Ma non e' vero: una volta reintegrati i liquidi persi, ritorneremo al nostro peso standard.

Risponde

MARIA SERENA POMPILIO - Docente di Fitness
Laureata in scienze motorie, docente di educazione fisica, istruttrice fitness, personal trainer, è dal 2006 DOCENTE DI FITNESS E WELLNESS presso la facoltà di Scienze Motorie dell'Università di Bari

FAI UNA DOMANDA

Nome
Codice di controllo
Commento
Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved