di Vincenzo Drago

Il San Nicola a pezzi: lo ripara chi ha i biglietti omaggio o la società?
BARI -  Coperture squarciate, bagni impraticabili, lampade in frantumi, manto erboso ridotto a "campo di patate". Lo stadio San Nicola comincia a fare i conti con il passare del tempo e non sempre i tifosi riescono a capire chi dovrebbe procedere alle dovute riparazioni. L'occasione per fare chiarezza è il rinnovo del contratto con cui il Comune di Bari ha concesso all'As Bari, anche per questa stagione, l'impianto di via Torrebella. Che svela anche particolari interessanti sui biglietti omaggio all'amministrazione comunale.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

L'accordo prevede che l'amministrazione civica si occupi della cura del verde esterno alla recinzione e dei parcheggi, ma soprattutto della manuntenzione straordinaria. Si tratta degli interventi che servono a sostituire o modificare parti strutturali dell'"Astronave" colpite da guasti imprevedibili, come ad esempio la riparazione della copertura in teflon squarciata dal vento.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il resto dei lavori invece è affidato alla società dei Matarrese, che a tal scopo spende ogni anno poco meno di 800mila euro. Acqua, pulizia e illuminazione notturna sono alcune tra le voci più significative, alle quali si aggiungono le uscite per eventuali danni a persone o cose. Al club biancorosso è affidata anche la gestione di bar, pubblicità e steward, nonchè l'efficienza dell'impianto sonoro. Tra le pecche della società spicca la mancata apertura di alcuni cancelli nelle gare casalinghe, visto che il documento obbliga all'utlizzo di "tutti i varchi dell’impianto".Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Il contratto prevede inoltre che vengano messi a disposizione del Comune ben 150 biglietti di tribuna d'onore e 60 parcheggi gratuiti per le autorità. Un privilegio che fa a pugni con la condizione dei supporter, che oltre a pagare l'ingresso sborsano due euro per il posto auto.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

L'As Bari deve inoltre provvedere alla tutela, solamente ordinaria, dei rettangoli di gioco del San Nicola e dell'antistadio, garantendo il taglio dell'erba una volta a settimana nei mesi di aprile e maggio, ogni due settimane in estate, più le operazioni di irrigazione, rastrellatura e concimazione. Ogni quattro mesi va effettuato il controllo del ph, mentre ha cadenza annnuale la foratura, cioè la creazione di buchi nel terreno per frenare il compattamento causato dal calpestio dei giocatori.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Non rientra in questa serie di attività la rizollatura degli ultimi giorni, che essendo un intervento straordinario ha richiesto l'impiego di soldi pubblici, una somma di 150mila euro. Quanto alle altre clausole, spetta alla società riparare ogni anno i seggiolini rotti, ripristinare i danni alla pista atletica e assicurare il mantenimento, anche straordinario, dei maxischermi.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

In chiusura, la concessione decadrebbe automaticamente se l'As Bari subisse una procedura fallimentare. Stessa cosa in caso di inadempimento di un qualunque obbligo a carico della società sportiva, anche se in questa circostanza sarebbe necessaria la contestazione ufficiale del Comune. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Vincenzo Drago
Scritto da

Lascia un commento


Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved - Tutte le fotografie recanti il logo di Barinedita sono state commissionate da BARIREPORT s.a.s. che ne detiene i Diritti d'Autore e sono state prodotte nell'anno 2012 e seguenti (tranne che non vi sia uno specifico anno di scatto riportato)