di Duccio Curione e *preparatore atletico del Monopoli

Bene turnover e difesa, male l’attacco: anche a Terni il Bari smarrisce “la via del gol”
«In trasferta contro la Ternana Stellone realizza il turnover annunciato: scendono in campo sei volti nuovi rispetto alla precedente partita con il Cesena. Il mister gestisce oculatamente le energie della squadra all’interno di una settimana densa di impegni e mostra pertanto una personalità decisa, senza farsi condizionare dalla recente storia dei biancorossi. Nella medesima situazione, infatti, una scelta del genere era costata la panchina a Devis Mangia, in quel di Crotone.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

La gara rivela subito un Bari in grado di essere per larghi tratti padrone del gioco e protagonista della partita e capace di creare non poche occasioni nella prima parte con Fedato (in foto) e nella ripresa con Maniero. Tuttavia accanto a spunti e prestazioni individuali degni di nota, la performance della squadra continua a rivelare le solite problematiche emerse nelle partite precedenti, ovvero la mancanza di continuità durante i 90 minuti e la pochezza realizzativa. Troppe le occasioni sprecate dai biancorossi, che alla fine del match si dovranno accontentare di un solo punto, visto che la partita terminerà 0-0.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

In attacco infatti il Bari sembra essere “Maniero dipendente”: se il bomber è in giornata arrivano le marcature, altrimenti si fatica a trovare la porta, si smarrisce "la via del gol".  Per fortuna la difesa mostra di partita in partita di crescere in personalità e solidità. Ma se si vuole andare in serie A Stellone sa bene che non basta non subire reti: bisogna segnare e anche molto. L’allenatore può comunque tornare dalla trasferta di Terni abbastanza soddisfatto, viste le buone indicazioni arrivate dai giocatori poco impegnati fino ad oggi.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


A fine partita, il presidente Giancaspro ha parlato con i giornalisti, puntando le sue dichiarazioni su un presunto rigore negato alla squadra. C’è da chiedersi se questo intervento non sia servito più che altro a distogliere l’attenzione mediatica dalla clamorosa vicenda innescata dalla notizia del fallimento della Gable, la società che ha garantito la fideiussione per l’iscrizione al campionato del Bari e di altre squadre. Certo, la proprietà biancorossa si è detta “tranquilla” e pronta a presentare un’altra polizza qualora fosse necessario. La speranza è che questioni extra-calcistiche non tolgano serenità all'ambiente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Duccio Curione
Scritto da

Lascia un commento


Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved