I fiorai storici di Bari

«Un tempo ogni uomo usava regalare fiori alle donne, in segno di gentilezza, affetto o amore: oggi invece per comunicare i sentimenti ci si accontenta di un messaggino sul cellulare». Sono queste le parole dell’87enne Peppino, uno dei fiorai storici di Bari, professionisti che da decenni vendono in città colorati, profumati e simbolici boccioli. Siamo andati a trovare quindi i cinque fiorai più antichi di Bari, per farci raccontare come il loro mondo sia cambiato nel tempo. Professionisti attivi da 60 anni e più, che ogni giorno offrono ai clienti le piante comprate al mercato dei fiori di Terlizzi. Sono: La Palma (presente in città dal 1949), Oasis (1950), L’Arcobaleno dei fiori (1960), Da Peppino (1960), Petrolla (1960). (foto di Sonia Carrassi)
Dove: Bari
Notizia collegata: Viaggio tra i fiorai storici di Bari: «Prima "lo si diceva" con un bocciolo, oggi c'è il cellulare»
/galleria.asp
Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved
/galleria.asp