Bari, il frutteto urbano di Peppino

Il 75enne barese Peppino a partire dal 2011, è riuscito a creare una sorprendente oasi verde stretta tra gli alti palazzi del quartiere Carrassi. La zona del rione è quella adiacente a Parco Due Giugno, precisamente una traversa senza uscita di viale Jacini. Qui Peppino dieci anni fa ha avuto in comodato d’uso un terreno di 600 metri quadri in cui ha piantato, tra gli altri, limoni, aranci, peschi, ciliegi e mandarini: in tutto settanta fusti che ha curato giorno dopo giorno. Un raro “giardino urbano” che è riuscito quindi a farsi largo tra l’asfalto e il cemento, ma che rischia adesso di essere cancellato per sempre. A fine giugno infatti il “contadino” ha dovuto riconsegnare le chiavi dell’appezzamento su richiesta del proprietario. Il motivo del dietrofront rimane ignoto, fatto sta che il destino del piccolo podere appare oggi più che mai incerto (foto di Raniero Pirlo)
Dove: Bari
Notizia collegata: La storia di Peppino e del frutteto creato tra i palazzi di Carrassi: «Ma il suo futuro è incerto»

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved
/galleria.asp