di Barinedita

Basta un paio di baffi: quello che c' da sapere sull'amatissimo film ambientato a Bari
Sono tantissime le produzioni che negli ultimi anni sono state girate in Puglia. Basti pensare ad esempio a “Si vive una volta sola” di Carlo Verdone, oppure a Tolo Tolo di Checco Zalone, film che, si ricorderà, ha battuto ogni record di incassi già il giorno della sua uscita nei nostri cinema. Ma ce n’è una in particolare che sembra aver attirato l’attenzione del pubblico, ambientata proprio nella nostra Bari. Si tratta della pellicola “Basta un paio di baffi”, prodotta recentemente dalla Rai e apprezzatissima dagli italiani: scopriamone di più.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

La trama e gli attori: un successo assicurato

Anche se gli attori non sono di per loro sinonimo di successo assicurato, spesso un cast di primo piano prepara il terreno per il boom, e per lo sviluppo di un film di grande qualità. Da questo punto di vista, il film prodotto da Rai 1 non si è fatto mancare nulla, considerando la presenza di personaggi del calibro di Antonia Liskova, Sergio Assisi ed Euridice Axen. Il tutto senza dimenticare Bari, che entra di diritto nella lista dei grandi protagonisti di questa pellicola proprio per i magnifici scorci della città che è possibile ammirare nel corso della visione. Qual è la trama di “Basta un paio di baffi”? Il film narra la storia di una donna con un grande amore per la cucina, e del suo desiderio di fare la chef. Desiderio che dovrà scontrarsi con le ristrette vedute di Luca, capo del ristorante, che vuole ingaggiare soltanto un uomo, perché reputa le donne troppo problematiche. Alla fine, Sara decide di travestirsi da uomo, dando inizio a una serie di eventi che è meglio non svelare in questa sede, ma che sono davvero clamorosi e meritano di essere scoperti nel corso della visione.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


5 milioni di spettatori e il 22% di share

Il film ha avuto un successo davvero importante, collezionando ben 5 milioni di telespettatori e uno share del 22%. Un successo tale che, attualmente, “Basta un paio di baffi” è stato reso disponibile sulla piattaforma streaming RaiPlay. Di conseguenza, chiunque abbia il desiderio di vederlo per la prima volta o di rivederlo deve solamente trovare una buona offerta per avere Internet a casa, e sul web se ne trovano diverse, per riuscire a goderselo in qualsiasi momento. Si tratta d’altronde di un film che merita di essere guardato per moltissime ragioni, rappresentando infatti un’interessante eccezione in un panorama che purtroppo concede di rado opportunità di valore.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il primo di una serie di pellicole

In realtà “Basta un paio di baffi” rappresenta soltanto il primo capitolo di una serie di film progettati dalla Rai, ribattezzata “Purché finisca bene”. Ci si trova di fronte ad una trilogia che ha un filo conduttore in comune fra i 3 film, ovvero le sfide e le difficoltà legate ai rapporti di coppia. Gli altri due film della trilogia sono “L’amore il sole e le altre stelle” e infine “Non ho niente da perdere”. Si tratta quindi di un progetto ambizioso, di cui “Basta un paio di baffi” non costituisce che il promettente inizio.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Sappiamo tutti come Bari sia una città in grado di stupire costantemente, e produzioni come quella Rai hanno permesso di renderlo evidente agli occhi di tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Lascia un commento