di Vincenzo Drago

Bisceglie, calciatori in bolle di plastica e botte a gogò: è il bubble soccer
BISCEGLIE - Stufi dei discorsi estenuanti sulla nazionale e i mondiali in Brasile? Niente paura, a Bisceglie tra poche settimane sbarcherà una versione del gioco del calcio decisamente più goliardica, in cui oltre al pallone rotolano anche i giocatori. È il bubble soccer, una variante dello sport più amato dagli italiani dove i calciatori, chiusi a metà in una bolla di plastica, possono, anzi devono scaraventare a terra gli avversari, pur di guadagnare campo e segnare un gol.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Si tratta di un'invenzione nata circa tre anni fa per catturare ascolti televisivi: a metterla in pratica per la prima volta furono gli autori di "Golden goal", trasmissione satirica norvegese. Da allora quello che doveva essere un semplice spettacolo si è trasformato in una disciplina, diffondendosi dalla Scandinavia in tutto il mondo. L'approdo a Bisceglie avverrà grazie all'asd Fair play paintball di Giacinto De Marco.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Lo scopo del bubble soccer - spiega De Marco - è lo stesso del calcio, cioè fare almeno un gol in più della squadra rivale, giocando con un normale pallone. I giocatori però, oltre alla normale divisa da gioco, indossano una "zorb ball", cioè una bolla fatta di plastica o di altro materiale trasparente e resistente, concepita in origine per gli sport estremi. L'involucro lascia libero il giocatore dalle ginocchia in giù, mentre il resto del corpo è bloccato da apposite cinte che lo immobilizzano e ne attutiscono gli urti. Le braccia si infilano in appositi maniglioni, mentre l'apertura della parte superiore evita difficoltà respiratorie».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Insomma, si tratta di un equipaggiamento sicuro. Per questo motivo è permesso spingere gli avversari, anche lontano dallo svolgimento dell'azione: mal che vada rotoleranno via per qualche metro tra le risate dei presenti. «In questo caso - prosegue il membro dell'associazione - l'arbitro non fischierà alcuna punizione. Il gioco sarà fermato quando verrà meno il buon senso dei concorrenti, cioè quando con calci e altri atti violenti si cercherà di far del male a un componente della squadra opposta».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Anche i portieri sono "imprigionati" nella sfera, e quindi non potranno usare le mani per parare. In compenso i giocatori di movimento, essendo paralizzati dalle cosce in su, avranno grosse difficoltà nel coordinarsi per centrare la porta. E con le regole, in mancanza di una federazione, ci si può sbizzarrire: ad esempio si può sostituire il classico calcio d'inizio con un avvio simile alla pallanuoto, in cui un giocatore per squadra corre dalla linea di fondo verso il centrocampo. Il più veloce tra i due si aggiudica il primo pallone, ma l'intento è chiaramente quello di cominciare la partita con uno scontro "spettacolare".Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Per la verità qualche torneo in Italia si è già svolto, in particolare in Alto Adige - continua De Marco - ma siamo ancora lontani dal formare una federazione e adottare un regolamento comune, come è successo ad esempio negli Stati Uniti. In tal senso saremo abbastanza elastici: permetteremo che si affrontino squadre da tre, quattro o cinque giocatori su un normale campo da calcetto».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il giorno esatto dell'apertura non si conosce, alla Fair play attendono l'arrivo delle zorb ball, ordinate al prezzo di 500 euro l'una. «Le noleggeremo a dieci euro a persona - conclude De Marco - mentre la partita durerà 25 minuti. Ad ogni modo entro la metà di luglio sarà tutto pronto».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Qui la pagina Facebook dell'asd Fair play paintball di Bisceglie

Nel video, l'esordio del bubble soccer in Norvegia:




© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Vincenzo Drago
Scritto da

Lascia un commento


Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved - Tutte le fotografie recanti il logo di Barinedita sono state commissionate da BARIREPORT s.a.s. che ne detiene i Diritti d'Autore e sono state prodotte nell'anno 2012 e seguenti (tranne che non vi sia uno specifico anno di scatto riportato)