di Michele Castaldo

Bari, l’orchestra di chitarre “De Falla”: «Con noi la “sei corde” è di nuovo protagonista»
BARI – Nè violini, nè trombe, nè pianoforte, sul palco in prima fila ci sono solo loro: le chitarre. E’ questo il tratto inconfondibile dell’orchestra barese “De Falla”, uno dei pochi ensemble di questo genere presente in Italia che, come detto, vede come protagonisti gli strumenti “a sei corde”.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

L’orchestra nasce quindici anni fa nel Conservatorio di Bari, dall’idea di Pasquale Scarola, l’attuale direttore. «Si è sempre pensato che la chitarra fosse utilizzabile soltanto come accompagnamento o al massimo come solista – spiega il maestro –. Io invece ho avuto l’idea di mettere questo tipo di strumenti insieme, regalando loro una maggiore importanza e sfruttando tutti i timbri di suono che possono offrire».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il nome (attenzione, si legge "De Faja”) è ispirato alla figura di Manuel De Falla, compositore spagnolo di inizio 900 la quale opera ridiede voce alla chitarra che rischiava di essere superata e dimenticata dopo essere stata l'accompagnamento per eccellenza del Medioevo.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

L’orchestra è composta da 18 elementi, tra cui molti maestri e diplomandi del Conservatorio di Bari. Anche se con il tempo il gruppo ha accolto altri strumenti quali flauti, contrabbasso e mandolini, che svolgono però più che altro una funzione di accompagnamento, lasciando sempre alle sei corde il ruolo di protagonista.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Nel repertorio i grandi della musica classica come Bach e Vivaldi, le arie di Puccini, i motivi per il cinema di Rota e Morricone, ma anche folk sudamericano e spagnolo, jazz e la musica pop di Beatles e Queen. 

«Tutto quello che suoniamo è arrangiato da me – sottolinea Scarola –. Non esistono ovviamente spartiti per orchestre di questo genere: si tratta di un lavoro personale che costituisce una novità assoluta nel mondo della musica orchestrale. In tutti questi anni non è stato facile mantenere la De Falla in piedi, noi però abbiamo centrato i gusti del grande pubblico, riuscendo così a riempire ancora le sale concerti più grandi del territorio. Abbiamo vinto una scommessa: con noi la chitarra è risorta».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

L' Orchestra De Falla in un concerto barese del 2009:


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Scritto da

Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved