di Eva Signorile

Pinguicula salva: la rara pianta carnivora è sopravvissuta all'alluvione di agosto
ROSSANO CALABRO – Il mese scorso avevamo raccontato della carnivora Pinguicula hirtiflora, una piantina dai fiori rosa e dall'aspetto delicato, ma in verità una famelica divoratrice di insetti. A Rossano Calabro, in un dirupo in località Celadi, sopravvive l'unica colonia esistente (un'altra si trova lungo la Costiera amalfitana ma è leggermente diversa). La fortissima alluvione di agosto che ha interessato quell’area aveva però fatto temere il peggio: si credeva infatti che a causa delle piogge intense l'intera colonia fosse andata distrutta. Oggi però è arrivata la bella notizia: per miracolo alcune piantine si sono salvate. (Vedi foto galleria)

La segnalazione ci è arrivata dagli studenti baresi Domenico Saulle e Marco Santomauro, che la scorsa settimana sono tornati a Rossano Calabro, insieme con Liliana Bernardo, docente dell'Università di Calabria e a Giuseppe Rosati, vivaista di Rossano. Volevano verificare, a distanza di qualche settimana, se la pioggia di agosto avesse cancellato effettivamente l'intera colonia o se qualche esemplare si fosse salvato. Le speranze erano ridotte al lumicino.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ma quando sono scesi nel dirupo hanno avuto la bella sopresa: alcune piantine erano sopravvissute alla furia devastatrice dell'acqua, protette dalla lussureggiante capelvenere, una varietà di felce che riveste parte del dirupo su cui si trova la colonia di Pinguicula hirtiflora.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Finale felice per la piantina carnivora in via d'estinzione? Quasi: la sua esistenza continua a rimanere appesa a un filo. Il vegetale si trova infatti su un fragile dirupo ed è quindi facilmente esposta all'azione della pioggia, ma anche all'erosione operata dal vento.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Bisognerebbe agire tempestivamente – avvertono gli studenti -. C’è da attivare un serio programma di osservazione del sito in cui si trova la piantina e un progetto di propagazione in natura della pinguicula: solo così sarebbe possibile garantirne la sopravvivenza. Ma per questo dovrebbero attivarsi la Regione Calabria e l’Università».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
La carnivora è riuscita a scampare alla devastazione di un nubifragio, vedremo ora se avrà la forza di convincere le istituzioni a far qualcosa per salvarla.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

(Vedi galleria fotografica)

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Eva Signorile
Scritto da

Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved