di Giuseppe Capano e Adriana Gambacorta

Matera, isolata Capitale della cultura: ecco come raggiungerla tra mille difficoltà
MATERA - Una miriade di concerti, mostre, spettacoli, laboratori ed eventi artistici d'ogni tipo. È quanto offrirà Matera ai visitatori per tutto il 2019, anno in cui reciterà il ruolo di "Capitale europea della cultura": una designazione prestigiosa arrivata dall'Unione Europea cinque anni fa, che non è però servita fare uscire la città dei Sassi dal suo storico isolamento.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Raggiungere il centro lucano, afflitto da una cronica mancanza di collegamenti adeguati, risulta infatti ancora complicato. E a poco sembrano servire gli investimenti fatti per potenziare i trasporti in vista della manifestazione: molti lavori sono in ritardo e rischiano di penalizzare il fiume di turisti previsto. Abbiamo cercato di capire in che modo oggi è possibile approdare nell'affascinante paese della Basilicata.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

IN TRENO - Matera per ora detiene un record poco invidiabile: essere l'unico capoluogo di provincia italiano non servito dalla ferrovia di Stato. Chi ama viaggiare sui binari deve dunque scendere in una stazione (più o meno) vicina e proseguire con un altro mezzo.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Dal lato adriatico della Penisola è necessario servirsi del "Freccialink": un biglietto di Trenitalia che consente di salire su un treno Frecciarossa, per poi fermarsi a Bari e prendere un autobus predisposto dalla stessa azienda per giungere a destinazione. Pulmino che si può utilizzare esclusivamente se si è viaggiato in precedenza con un Frecciarossa.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Una soluzione costosa che attualmente ha solo un’alternativa: quella di raggiungere Bari con un lento Intercity, per poi prendere dal capoluogo pugliese un treno delle Ferrovie appulo-lucane che in un’ora e mezza permette finalmente l’approdo in Basilicata.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il Freccialink è valido anche sul lato tirrenico, dove la coincidenza è effettuata a Salerno. E un servizio del tutto analogo viene offerto anche da Italo. Chi vuole risparmiare qualcosa può avventurarsi su un Intercity e scendere a Ferrandina, la stazione più vicina a Matera: per completare l'itinerario dal 14 febbraio sono state istituite alcune corse giornaliere di bus.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


IN AEREO - Assieme al Molise, la Basilicata è l'unica regione italiana a non poter contare su un aeroporto. È opportuno quindi atterrare allo scalo di Bari-Palese, a quasi 70 chilometri di distanza e continuare il tragitto sulle navette che arrivano all'ombra dei Sassi percorrendo le statali 96, 99 e 7.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ma la prima arteria, quella che dal capoluogo pugliese porta ad Altamura, è un ormai "storico" cantiere a cielo aperto: da un decennio è tempestata da rallentamenti e deviazioni, allo scopo di realizzare la doppia corsia. I disagi spariranno definitivamente solo in estate, ritardi permettendo.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

IN AUTO - Anche per il trasporto su gomma la situazione è delicata: basti pensare che Matera non ha caselli autostradali.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Chi proviene dal Nord-Est dell'Italia deve guidare lungo l'A14 e uscire a Foggia. Da qui ci si immette nella statale 655, meglio nota come "Bradanica", lingua d'asfalto con limite di velocità fissato a 90 chilometri orari e una storia assurda: la sua costruzione dura da circa 50 anni e chissà quando terminerà. I tre chilometri e mezzo che precedono l'ingresso a Matera, in particolare, sono oggetto di lavori che sono stati bloccati e non si sa quando riprenderanno.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Attualmente ci vogliono quindi due ore per percorrerla. Una tempistica che si riduce di mezz'ora per chi scende la Penisola dal lato tirrenico: in questo caso dall'A16 si esce allo svincolo di Candela, per poi entrare proprio nella Bradanica.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Un "supplizio" che i visitatori non meritano, alla pari dei materani stessi, che rischiano di vedere sprecata un'occasione unica per uscire dal loro proverbiale isolamento.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Foto di: Tango7174

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Giuseppe Capano
Scritto da

Adriana Gambacorta
Scritto da

Lascia un commento
  • antonio arky - che senso ha? con queste difficoltà terzomondiste...XXI secolo!
  • 

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved