Letto: 11622 volte | Inserita: lunedì 12 febbraio 2018 | Visitatore: Marco

Ho ricevuto un intervento di angioplastica con l'inserimento di tre stent, pur non avevo avuto un vero e proprio infarto. La domanda è: posso fare tennis a livello semi agonistico? Ho 55 anni.

Se le hanno applicato 3 stent vuol dire che il suo circolo coronarico era seriamente compromesso con stenosi critiche di 2 o 3 vasi. Dovrei esaminare la sua coronarografia per dare risposte precise. E’ stato fortunato perché la patologia coronarica ostruttiva è stata trattata precocemente prima che producesse infarto o gravi aritmie.

Lei è giovane per una situazione vascolare così danneggiata. Il suo è un caso che va studiato valutando tutti i fattori di rischio coronarico, dalla genetica a quelli modificabili come ipercolesterolemia, abitudine tabagica, ipertensione arteriosa, diabete.

Rimane un soggetto a rischio e difficilmente le sarà rilasciata una certificazione medica per partecipare a tornei amatoriali di tennis, sport di elevato impegno cardiovascolare. Si faccia seguire da un cardiologo esperto in medicina dello sport che potrà valutare periodicamente il suo stato generale di salute, dandole consigli affinché un momento di gioia non si trasformi in tragedia.  

 

Risponde

RICCARDO GUGLIELMI – Medico cardiologo sportivo Specialista in malattie dell’apparato cardiovascolare e cardioangiochirurgia, è stato Direttore della Cardiologia Ospedaliera “Luigi Colonna” del Policlinico di Bari e docente di cardiologia presso la Scuola di specializzazione in medicina dello Sport dell’Università di Bari.

Nome
Codice di controllo
Commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved - Tutte le fotografie recanti il logo di Barinedita sono state commissionate da BARIREPORT s.a.s. che ne detiene i Diritti d'Autore e sono state prodotte nell'anno 2012 e seguenti (tranne che non vi sia uno specifico anno di scatto riportato)