di Vincenzo Drago

Isola felice, parte la nuova web serie ''made in Murgia''
ALTAMURA- Ci sono anche due doppiatori della Murgia Version nel cast dell'"Isola felice", la nuova web serie made in Altamura che tra pochi giorni debutterà su Youtube. Il progetto coinvolge ragazzi alle prime esperienze davanti alle telecamere, guidati da un regista altrettanto giovane, il promettente 22enne Michele Vicenti. Ne abbiamo parlato con uno dei protagonisti, Nicolò Pignatelli, che nel 2005 fu tra gli artefici del famoso doppiaggio di "Troy" in dialetto altamurano. Stavolta però lui sarà un attore e toccherà argomenti decisamente più seri.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Che storia c'è dietro l'"Isola Felice"?

Il titolo della serie si ispira ad un'espressione utilizzata dall'attuale sindaco di Altamura, Mario Stacca, che qualche anno fa definì la sua città un'"isola felice" perché a suo dire era sicura e vivibile. Una visione parecchio lontana dalle notizie di cronaca locale sulla malavita e dei suoi intrecci con la politica, oltre alla crescente microcriminalità che spesso colpisce gli altamurani.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Come intendete descrivere questa delicata situazione?

La storia è ambientata ad Altamura, ma si allargherà a tutta la Murgia man mano che andrà avanti. La trama vede svolgersi le vicende di alcuni ragazzi che vivono la loro normale vita di provincia. Però solo una di loro, Checca, desidera ardentemente andare via, anche se presto inizierà a ricevere minacce, scomparendo a causa di un misterioso rapimento. Sulle sue tracce si metterà Peppe, suo amico che ha sempre avuto un debole per lei, guidato da padre Perlato, controversa figura appartenente al clero e in precedenza alla malavita locale.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Negli anni scorsi sei riuscito a esportare il dialetto altamurano. Anche questa serie gioca sul vostro “vernacolo”?

Ci sono delle parti in dialetto o che comunque renderanno riconoscibile la "pugliesità" della serie, che però fondamentalmente è in italiano e dedicata a un pubblico più ampio. Lo potete capire anche dai "making of", spezzoni che abbiamo girato mentre lavoravamo genericamente alla serie. Sono piccole anticipazioni che stiamo pubblicando a poco a poco per tenere alta l'attenzione fino all'arrivo della prima puntata.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Chi sono i "reduci" della Murgia Version?

Oltre a me c'è anche Gianpaolo Sforza, ma non escludo che in futuro potrebbero aggiungersene altri. Nè io nè Gianpaolo abbiamo però mai recitato. Del resto l'intero cast è costituito da ragazzi alla prima esperienza o quasi. Alcuni hanno avuto precedenti nel teatro, ma non possiamo considerarci veri e propri attori.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il vostro è un progetto "aperto", cosa significa?

Vuol dire non c'è ancora una vera e propria produzione della serie: se andranno bene le due puntate "pilota", contiamo di cercare e trovare qualcuno che ci produca, ma per ora è tutto autogestito.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il canale Youtube dove seguire la serie: www.youtube.com/user/isolafeliceserie

Il teaser di "Isola felice":



© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Vincenzo Drago
Scritto da

Lascia un commento


Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved - Tutte le fotografie recanti il logo di Barinedita sono state commissionate da BARIREPORT s.a.s. che ne detiene i Diritti d'Autore e sono state prodotte nell'anno 2012 e seguenti (tranne che non vi sia uno specifico anno di scatto riportato)