di Vincenzo Drago

Dall'inglese al molfettese: spopolano su youtube le lezioni di dialetto del prof Giovine
MOLFETTA - «Da ragazzo ho provato a recitare, ma è stato impossibile: il mio accento non si poteva sradicare». Non avrà sfondato nel teatro l’insegnante 46enne Cosimo Giovine, ma ora si gode un po’ di popolarità proprio grazie alla sua decisa inflessione dialettale: quella molfettese . È lui infatti il “prof" di informatica che su Youtube sta raccogliendo migliaia di visualizzazioni con le sue lezioni di traduzione dall'inglese al dialetto molfettese, a metà tra l'educativo e l'umoristico.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Difficile restare seri quando il classico saluto "hello" diventa "uannà" o "the slippers" (le pantofole) si trasformano in "le spreduzze". Eppure dietro al discreto successo dei suoi video c'è una grande passione per le lingue.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Come è nata questa idea?

Ci sono degli amici molfettesi che vivono fuori e periodicamente mi chiedono informazioni su un termine dialettale che non ricordano o non sanno scrivere. Ho annunciato proprio a loro l'idea, aggiungendo che avrei fatto le lezioni in inglese. Ma come mi sia venuto in mente proprio non lo ricordo.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Le “lezioni” hanno solo un fine comico o sono rappresentano un "omaggio" agli immigrati molfettesi?

In realtà le clip sarebbero dovute essere serie fin dal principio. Ho notato, però, che fin dalla prima "mi è sfuggita la mano" e ho deviato verso il lato comico. Ora sarà difficile ma dovrò rientrare, seppur parzialmente, nei binari. Quando scrivo una lezione penso principalmente ai miei concittadini all’estero e al mantenimento della nostra identità nei Paesi in cui vivono.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

I suoi video stanno avendo un gran successo sul web. Commenti?

Complimenti, tanti: molfettesi in patria, negli Usa, in Australia. A molti è rimasta impressa la storia della "scecoesce" della seconda lezione. Mi salutano e dicono "vado a buttare l'immondizia".Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


I sottotitoli sono molto curati, non è da tutti saper scrivere in dialetto. C'è anche un lavoro di ricerca dietro queste clip?

Io ho sempre scritto il dialetto correttamente: fin da piccolo avevo una copia del "Lessico molfettese - italiano" di Rosaria Scardigno, che tuttora è il mio testo di riferimento. Su Facebook vedo miriadi di frasi scritte in dialetto ma nessuno o quasi che si degni di informarsi su come si trascrivano i fonemi. Il che, peraltro, è semplicissimo. Basta solo un poco di buona volontà, la lingua la si conosce già.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Lei è un insegnante. I suoi alunni cosa le dicono?

Insegno ad Andria e i miei alunni sono tutti del comprensorio nord barese. Nelle ultime settimane mi accolgono con termini molfettesi o provano a replicarli, anche fuori contesto. La cosa certa è che si divertono moltissimo e cominciano a non percepirmi come un andriese acquisito, ma come un docente che ha una propria identità culturale diversa dalla loro.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Quante lezioni sono previste? Quali argomenti saranno trattati?

Non c'è un numero prestabilito, né so se organizzerò i contenuti per cicli. All'inizio ho pubblicato le lezioni con cadenza più fitta per “diversificare l'offerta”. Ora le puntate escono ogni quattro giorni, ma conto di farne giusto una a settimana. Ci saranno clip di pura grammatica, anche se trattate con la solita ironia e non mancheranno modi di dire, luoghi storici e termini desueti.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

La quinta lezione (Present tense of verbs in -à):



© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Vincenzo Drago
Scritto da

Lascia un commento
  • Ls - Orgoglioso di avere Cosimo come mio docente da 4 anni. Un ottimo professore, ma un'ottima persona in primis. Colto in ogni ambito ma sempre modesto, con un contorno di simpatia e affetto nei confronti di amici e alunni. Di uomini veri come lui ce ne sono ben pochi, ed è un punto di riferimento per la crescita di ogni singolo individuo dai 0 ai 99+ anni. Ciao cosimè :)

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved