di Mattia Petrosino - foto Valentina Rosati

La storia del barese Angelo, camionista a 79 anni: «Non smetterò mai di viaggiare»
BARI – Mentre stiamo scrivendo si accinge a compiere uno dei suoi ultimi tragitti alla guida del suo fidato camion: un veicolo che ha condotto per oltre mezzo secolo e il cui volante, vista la sua età, ora dovrà abbandonare per sempre. Ma il 79enne autotrasportatore Angelo Tanese non ha alcuna voglia di smettere di lavorare e così ha già trovato la soluzione che gli permetterà di continuare a fare ciò che ha sempre amato: viaggiare. (Vedi foto galleria)

Parliamo di un signore barese che dal 1972 gira il mondo trasportando un carico speciale, quello di antichi e preziosi apparecchi tipografici. Oggetti che lui stesso compra, vende e spesso aggiusta pure.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Lo incontriamo in un magazzino di via Bruno Buozzi 54, lì dove trascorre le intense giornate lavorative quando non è su strada. E mentre i suoi coetanei giocano a carte nei parchi pubblici o accudiscono i nipotini, lo “stakanovista” Tanese è impegnato ad avvitare i bulloni di un carrello elevatore.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ci accoglie con i suoi jeans consumati e il viso sorridente. «Ho iniziato a trasportare merce per conto terzi nel 1972 e non mi sono più fermato – racconta –. Già da allora conducevo stampatrici e macchine per scrivere dappertutto: dall’Italia alla Francia, dalla Germania all’Olanda».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il signore è quindi camionista da 49 anni: un mestiere usurante e faticoso ma non privo di fascino. «È ciò che ho sempre fatto e che amo più nella vita – confessa –. Ora però non potrò più mettermi al volante, ma pur di viaggiare sono disposto a tutto».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Angelo infatti il 27 aprile compirà 80 anni e quindi per legge non potrà più guidare. Ma lui non intende fermarsi e farà così in modo di rimandare la fine della sua attività. In che modo? Procurandosi un autista che lo accompagnerà con il suo camion in giro per il mondo.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


«Non riesco a fermarmi – afferma deciso –. La mia età non è un problema: mi sento giovane e spostarmi di città in città rappresenta per me ancora un gioco da ragazzi. Questo mestiere è tutto e senza ne morirei: continuerò quindi a installare apparecchi tipografici in tutta Europa».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

A tal proposito il signore ci porta all’interno del magazzino pieno zeppo di strumenti della storica marca tedesca Heidelberg. Ci sono macchine per scrivere nere del 1950, caratteri mobili di inizio secolo, una stampatrice del 1915 e una smerigliatrice del 1957.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Dopo averli trasportati per anni, ho iniziato a commercializzare questi gioielli nel 1991 – ci spiega –. Volevo gestire tutto da solo. Da allora non solo li vendo, ma li installo e li collaudo sul posto. L’acquisto invece avviene da tipografie che passano al digitale o che chiudono la loro attività».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Mentre chiacchieriamo fa visita al capannone un uomo. Si tratta di un tipografo di Potenza recatosi da lui per visionare una stampatrice Heidelberg Kors 52x72 del 1970, che poi Angelo porterà nella città lucana.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Subito lo vediamo affrettarsi a salire sul carrello elevatore per muovere l’oggetto. Impossibile non notare la facilità con cui muove il cambio e manovra il veicolo, riuscendo a spostare il carico nel più breve tempo possibile.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ma è arrivato finalmente il momento di fare la conoscenza del suo camion. Così il 79enne ci conduce fuori dal laboratorio per esibire il grande mezzo color grigio e nero. All’interno, dietro ai sedili, notiamo due brandine attrezzate con cuscini, coperte e plaid. «È qui che mi riposo quando faccio viaggi molto lunghi, visto che spesso rimango fuori anche la notte», sottolinea l’autostrasportatore.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Angelo infine sale sull’automezzo e si mette al volante, per fare ciò che è da sempre il “motore della sua vita”: guidare.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

(Vedi galleria fotografica)


© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Mattia Petrosino
Scritto da

Valentina Rosati
Foto di

Lascia un commento


Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved