di Gaia Caprini

L'associazione "PugliaBrick": «Realizziamo mondi fantastici con i mattoncini della Lego»
BARI – Dalla navicella spaziale di Star Wars alla torre di Iron Man, passando per il castello della Disney e la fedele riproduzione di Michael Jackson. Sono solo alcune delle opere realizzate da “PugliaBrick”, un’associazione che raccoglie una cinquantina di giovani letteralmente innamorati della Lego. Parliamo della nota azienda danese produttrice di piccoli mattoncini che, assemblati, danno vita alle più svariate costruzioni.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Abbiamo incontrato alcuni di questi ragazzi nel museo Nicolaiano di Bari, lì dove a dicembre si è tenuta la mostra “Nick & Brik Mattoncini da San Nicola”: un’esposizione creata da PugliaBrick e ispirata a serie televisive, cartoni animati e personaggi famosi. (Vedi foto galleria)

Ad attenderci ci sono due trentenni baresi, Lorenzo Zambetti e Cesare Andreoli, tra i fondatori dell’associazione nata nel settembre scorso. La coppia ci accompagna alla scoperta delle opere esposte, mentre nei saloni riecheggia la colonna sonora del film “Il signore degli anelli”.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Eccoci dunque davanti a un villaggio medievale, con tanto di soldati, fortezze e draghi. Ci avviciniamo poi al tavolo fantasy, con il castello della Disney affiancato da un grande luna park, dove ci sono persino delle giostrine in movimento.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Naturalmente non manca il settore dedicato ai supereroi, con l’alta torre di Iron Man e una vera e propria città dominata da sfreccianti modellini di auto da corsa. E infine l’angolo riservato a Star Wars, con la sofisticata navicella spaziale e una “scultura” raffigurante Yoda dotato di spada laser illuminata.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«La mia passione per i Lego nasce proprio grazie a Guerre Stellari – ci rivela Cesare -. Quando ho scoperto che l’azienda vendeva costruzioni della mia saga preferita le ho praticamente acquistate tutte».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Anche se in realtà questi giovani non si limitano a riprodurre seguendo le istruzioni della casa produttrice, ma disegnano e progettano loro stessi mondi fantastici. Si servono così di mattoncini sfusi, non legati quindi a una particolare opera e in alcuni casi plasmano loro stessi i pezzi, servendosi di programmi di grafica.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Si veda ad esempio il villaggio invernale o il busto di Michael Jackson che troviamo qui in mostra - sottolinea Lorenzo - entrambi sono frutto di una nostra creazione. Ed è proprio questo che muove la nostra passione: la soddisfazione di veder realizzato un nostro progetto personale che ci è costato tanto impegno».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ma come è nata PugliaBrick? «L’ideatore – ci spiegano i ragazzi - è stato il leccese Gabriele Longo, che nel marzo 2018 pubblicò un post su Facebook con cui invitava chiunque fosse interessato a mettere su con lui un’esposizione. Da quel momento è partita la nostra collaborazione, con il gruppo che si è pian piano ingrandito fino ad arrivare a una cinquantina di membri, di varie età. A settembre ci siamo infine costituiti come associazione e questa forza ci ha dato la possibilità di partecipare a fiere del fumetto, Bgeek e comics. Di fatto siamo diventati i primi in Puglia e nel Sud Italia ad occuparsi di Lego».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Non sempre però i soci riescono a lavorare insieme, vista l’assenza di una sede dove potersi incontrare. «Ma vorremmo trovarne una – dichiara Lorenzo -. Abbiamo tanti progetti in mente, tra cui quello di organizzare laboratori e corsi non solo per i più piccoli, ma anche per gli adulti. Perché in fondo ciò che noi facciamo è spingerci ai limiti della fantasia e in questo modo, lo assicuriamo, si torna un po’ bambini».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

(Vedi galleria fotografica di Sonia Carrassi e Valeria Pensato)

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Gaia Caprini
Scritto da

Lascia un commento