di Marianna Colasanto

Japigia, l段mpiegata va in pensione: chiude l'unica biblioteca di quartiere di Bari
BARI Era il luglio del 2013 quando vi parlammo della triste situazione delle “biblioteche di quartiere”, che ogni circoscrizione comunale (o per usare la nuova dicitura, ogni “municipio”) dovrebbe avere, ma che a Bari risultano quasi tutte inesistenti per assenza di posti fisici dove ubicare i libri o per mancanza di personale. O magari perché si attende la costruzione di edifici ex novo che però tardano a essere inaugurati, come nel caso di Carrassi. Si tratta di un patrimonio di 15mila libri che rimangono così chiusi negli scatoloni, al buio di scantinati e depositi.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

All’epoca però vi segnalammo anche dell’eccezione che confermava la regola: quella di Japigia che, unico caso a Bari, una sua biblioteca l’aveva e anche ben funzionante. Si reggeva, a detta dell’attuale vicepresidente del Municipio Lorenzo Leonetti, «grazie alla presenza e all’opera di un’impiegata comunale» che gestiva e curava la catalogazione, l’aggiornamento, il rifornimento del patrimonio libraio e organizzava eventi culturali.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Parliamo al passato perché quella stessa impiegata dall’inizio dell’anno è andata in pensione. Risultato: ora non c’è più nessuno a occuparsi degli oltre 3500 volumi della biblioteca e l’edificio quindi ha dovuto chiudere i battenti.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


«La biblioteca è chiusa da gennaio – ci confermano fonti interne al Municipio – e non sappiamo dire se e quando potrà riaprire. Il problema è che il Comune non ha previsto per ora l’assunzione di una persona che sostituisca l’impiegata che è andata in pensione, la quale del resto si è detta ben disposta a formare gratuitamente una nuova figura».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Abbiamo fatto un salto presso la sede di Japigia del 1 Municipio, che si trova in via Archimede. Dagli uffici è stato possibile scorgere l’interno delle stanze che ospitano la biblioteca, che ora è chiusa da porte a vetro arancioni. I libri sono tutti ancora lì, ma ciò che balza subito agli occhi sono i bustoni neri e i cartoni sigillati accatastati in modo molto disordinato nei corridoi. All’interno ci dovrebbero essere altri nuovi volumi, che però nessuno in questo momento può catalogare e sistemare nelle librerie vuote appoggiate ai muri. Uno schiaffo alla cultura.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

(Vedi galleria fotografica)

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Marianna Colasanto
Scritto da

Lascia un commento
  • Micaela Paparella - Non si tratta di una chiusura permette. Lo scorso gennaio abbiamo fatto il trasloco dei locali della sede, di proprietà di privati, della ex circoscrizione Madonnella dove c' era anche li una biblioteca.Il progetto e' di ampliare la biblioteca di Japigia integrando i volumi presenti con quelli della Madonnella e la commissione cultura del Municipio 1 ha predisposto un ordine del giorno per concedere la gestione della struttura, tramite avviso pubblico, a qualche associazione o cooperativa per una gestione più professionale ed efficiente, prevedendo anche l'organizzazione di piccoli eventi culturali.Micaela Paparella Presidente del Municipio 1
  • Fiorella - Mentre si esulta per l'apertura di una Biblioteca che avverrà forse fra qualche anno, Nel silenzio generale si è chiusa la Biblioteca di Japigia già esistente. Spero che il Sindaco legga BARINEDITA e la riapra immediatamente Vederla chiusa è un offesa a tutti i lettori e soprattutto a quei cittadini che fruivano di questo servizio pubblico.
  • Angela - La "Micaela Paparella Presidente del Municipio 1" che commenta, ha la Terza Media? Perch, almeno a giudicare dall'analfabetismo funzionale di cui è fiera portatrice sana, si spiegherebbero un sacco di cose.
  • Ing. Fede Cangialosi - Complimenti alla mia Mamma per il suo lavoro svolto in questi anni in Biblioteca della Circoscrizione: se non si affida la Res Publica a persone che hanno passione e devozione, attraverso un processo meritocratico e di competenze, non si andrà da nessuna parte.
  • vincenzo - riaprire subito la biblioteca di Japigia dovrebbe essere un impegno urgente, ma il nostro sindaco quando sente parlare di Japigia...non si è mai fatto vedere, forse non sa neanche che esiste un quartiere con questo nome.

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved