di PUBLIREDAZIONALE

Quali prospettive per il Bari di De Laurentiis?
Il 2019 doveva essere per il Bari l’anno in cui andare alla ricerca di superare un ulteriore step nel percorso di crescita e di riscatto. Non è andata sempre bene, ma non si può nemmeno considerarla come un’annata troppo negativa. Impegno e sacrifici, però, dovranno essere i valori fondanti tale percorso anche nel 2020.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Sono trascorsi ben otto anni dal momento in cui si è consumata una tragedia, di carattere sportivo ovviamente, che ha portato il Bari all’inferno. Ebbene, ricominciare dalla passione era l’unica strada: non è un caso che il pubblico barese sia primo in tutta la Lega Pro, ma batta agevolmente in quanto a presenze pure tutte le compagini della serie cadetta, oltre che addirittura anche due squadre che militano in Serie A, ovvero Spal e Sassuolo.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Uno sguardo al 2019 e uno verso il nuovo anno

Dando uno sguardo al 2019, si può certamente notare una prima parte dell’anno molto positiva. Dopo 19 risultati utili consecutivi, però, ecco che la società guidata dalla famiglia De Laurentiis ha conosciuto anche i primi ostacoli e pure le prime cadute in Serie D, ma sono stati passi falsi che non hanno portato ad alcun scossone, anche per via del fatto che il vantaggio in classifica era estremamente ampio da porre al riparo da ogni tipo di sorpresa.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

L’estate è stata indubbiamente una delle più belle per i tifosi del Bari con una campagna acquisti davvero di alto livello, che ha portato in dote anche un bomber che è arrivato direttamente dalla massima serie. Stiamo parlando di Mirko Antenucci, che è arrivato dalla Spal ed è diventato in brevissimo tempo il top player della compagine pugliese.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

A settembre non va meglio, con l’esonero di Giovanni Cornacchini e lo sbarco in panchina di Vincenzo Vivarini, che ha portato ben 14 gare utili di fila, con nove vittorie e quattro pareggi. Una serie positiva che ha permesso al Bari di riassestarsi nella parte alta della classifica, subito dopo la Reggina prima con 10 punti di vantaggio.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Anche dei grandi ex, però, si sono espressi sulle potenzialità del Bari, sottolineando come non debba assolutamente pensare che la corsa al primo posto sia ormai chiusa. È l’ex allenatore Giuseppe Pillon a mettere le cose in chiaro, sottolineando come nel calcio le sorprese siano sempre dietro l’angolo ed è necessario non mollare, sfruttando ogni passo falso che commetterà la Reggina.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Dal punto di vista mentale, in effetti, il Bari non deve darsi troppe noie, visto che anche lo snodo playoff potrebbe essere affrontato in maniera estremamente positiva potendo contare sulla carica del San Nicola. Anche sotto il profilo della completezza della rosa, con qualche colpo durante il mercato invernale, ecco che le speranze dei tifosi del Bari di tornare in Serie B potrebbero diventare una splendida realtà.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ci sono tanti tifosi che sono assolutamente convinti che la squadra possa farcela a riprendersi la serie cadetta e allora scommettere diventa quasi obbligatorio. Sul web ci sono numerose piattaforme, seguendo anche i consigli di casinosicurionline.net, che permettono di puntare sul calcio, ma anche su tantissimi altri sport.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

La società interverrà sul mercato invernale: non sono escluse sorprese

Continuare la serie positiva è senz’altro la cosa migliore da fare in questo 2020, considerato anche come la famiglia De Laurentiis interverrà quasi sicuramente sul mercato. Insomma, la sessione invernale del mercato per i tifosi del Bari sarà comunque molto calda, con un buon numero di sorprese che si profilano all’orizzonte.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il Bari, infatti, ha intenzione di proseguire nel suo piano di rafforzamento. L’obiettivo è quello di portare a casa due colpi importanti, che sono già stati individuati da diverso tempo. Si tratta di Laribi dell’Empoli e di Ninkovic dell’Ascoli. A lasciare il capoluogo pugliese dovrebbe essere Floriano, sulle cui tracce c’è da tempo il Palermo, ma anche Neglia rischia di partire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Lascia un commento