Bari, per le ''Giornate FAI d'autunno'' visita alla Caserma Picca
BARI - I Giovani del FAI, con il supporto di tutte le Delegazioni, i Gruppi FAI e i Gruppi FAI Ponte tra culture, propongono per sabato 16 e domenica 17 ottobre la decima edizione delle Giornate d’Autunno con visite in 600 luoghi solitamente inaccessibili o poco noti in 300 città d’Italia tra cui 42 luoghi del Ministero della Difesa, dello Stato Maggiore della Difesa e delle Forze Armate, aperti in occasione del centenario del Milite Ignoto.
 
Tutti i visitatori potranno sostenere il FAI. È infatti suggerito un contributo non obbligatorio di 3 euro. La donazione online consentirà, a chi lo volesse, di prenotare la propria visita, assicurandosi così l’ingresso nei luoghi aperti dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, i posti saranno limitati. Chi lo vorrà potrà anche iscriversi al FAI online oppure nelle diverse piazze d’Italia durante l’evento. Agli iscritti saranno dedicate aperture speciali. Prenotazione online consigliata (salvo diverse indicazioni segnalate sul sito) su www.giornatefai.it; i posti sono limitati. N.B. il programma potrebbe subire variazioni. La realizzazione dell’evento nelle singole Regioni dipenderà dal loro colore nella settimana dell’11 ottobre.
 
Le visite si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19. In base alle disposizioni del D.L. 105 23/07/2021, l'accesso sarà possibile solo alle persone in possesso della certificazione verde Covid-19 (Green Pass). La certificazione verde è richiesta anche per l'ingresso ai luoghi di carattere naturalistico. Per i bambini al di sotto dei 12 anni il Green Pass non è obbligatorio.
 
*****
Selezione aperture e itinerari a Bari e provincia:
BARI: Quei tempi di Bari nella casa dei soldati – Visita con ricordi alla Caserma Picca - Visite sabato 16 e domenica 17 ottobre, dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.30. L'edificio della Caserma “Domenico Picca”, intitolata all’eroe dellaPrima Guerra Mondiale caduto sul Carso il 2 novembre 1916, è stato progettato nel 1871 dall’ingegnere Michele Lofoco nel preesistente giardino del Convento di Sant'Antonio, con lo scopo di alloggiare i reggimenti di Cavalleria e Fanteria del Regio Esercito italiano che erano stati assegnati alla città di Bari. La Caserma, sottoposta a vincolo di tutela ed eccezionalmente visitabile in occasione delle Giornate FAI d’Autunno, è un bell'esempio di architettura militare dell'Ottocento. Il complesso è costituito da due corpi di fabbrica con due piani fuori terra ai quali è stato aggiunto il prolungamento del terzo livello. Quattro cortili interni separano il corpo centrale e i dormitori e nel mezzo ci sono delle cisterne per la raccolta dell'acqua piovana. La facciata è caratterizzata da un portale monumentale, costituito da quattro colonne doriche a fusto liscio sormontate da un architrave ornato da triglifi e metope. Sebbene lo stile sia ascrivibile a un tardo neoclassicismo, l'edificio si inserisce nel solco dell'eclettismo architettonico che caratterizza la quasi totalità delle costruzioni realizzate nei quartieri centrali della città tra fine Ottocento e metà del Novecento 
 
ALTAMURA (BA): I luoghi della comunità greca: Visite sabato 16 e domenica 17 ottobre, dalle ore 10 alle 12 e dalle 15.30alle 19. I siti oggetto della visita proposta durante le Giornate FAI si trovano lungo le vie e i claustri a ridosso della Chiesa di San Nicola, un’area urbana comprendente chiese e luoghi che ben raccontano la presenza di una comunità greca in Altamura tra il XIII e XVII secolo. Al momento della fondazione della città da parte di Federico II di Svevia erano già presenti nel territorio gruppi autoctoni greci. Insediatasi in un proprio quartiere, la comunità greca, nel corso dei secoli, ha intessuto rapporti di coesistenza pacifica con la popolazione latina e si è numericamente estesa. Questo ha reso necessario costruire nuove chiese di rito greco,oltre a una propria cattedrale. Il percorso partirà dalla Chiesa di San Nicola, al cui interno si trovano elementi di grande rilievo (la statua di San Nicola, il fonte battesimale, il soffitto ligneo e la pala d'altare); si attraverseranno poi le strade del quartiere visitando Claustro Antodaro e Claustro Fratelli Salvatore, che conservano ancora tracce tipiche della tipologia abitativa greca, e a seguire si visiteranno altre due chiese che hanno svolto un ruolo importante nella vita della comunità: la Chiesa di Santa Maria della Porta, oggi Santa Maria dei Martiri, con facciata seicentesca, affreschi testimonianza del culto greco, un pregevole altare e l'elegante transetto, aperta soltanto in occasioni speciali, e la Chiesa di San Liberatore, oggi privata e raramente visibile, la cui pianta quadrangolare è determinata da un vano cubico coperto da una cupola..
 
Elenco completo dei beni aperti in PUGLIA: https://fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-autunno/i-luoghi-aperti/?regione=PUGLIA -  Per ulteriori informazioni: www.giornatefai.it – www.fondoambiente.it o 02/467615399

Elenco completo dei luoghi aperti e modalità di partecipazione all’evento su: www.giornatefai.it – www.fondoambiente.it - IMPORTANTE: Verificare sul sito i luoghi aperti ed eventuali variazioni di programma in caso di condizioni meteo avverse.



Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved