di Comunicato stampa della Regione Puglia

Coronavirus, in Puglia 143 nuovi casi: sale a 1946 il numero dei contagiati
Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi mercoledì 1 aprile, in Puglia, sono stati registrati 1.136 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 143 casi, così suddivisi:
 
39 nella Provincia di Bari;
5 nella Provincia Bat;
27 nella Provincia di Brindisi;
33 nella Provincia di Foggia;
18 nella Provincia di Lecce;
22 nella Provincia di Taranto;
1 fuori regione.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 
(La somma dei dati per provincia è superiore di 2 casi perché include le schede non ancora attribuite per provincia e che sono state nel frattempo assegnate).Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 
Sono stati registrati oggi 19 decessi: 11 in Provincia di Bari, 1 in Provincia di Brindisi, 2 in Provincia di Foggia, 5 in Provincia di Lecce.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 15.209 test.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
Salgono a 57 i pazienti guariti. Mentre il totale dei decessi è 129.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 1.946 così divisi:
 
655 nella Provincia di Bari;
116 nella Provincia di Bat;
191 nella Provincia di Brindisi;
490 nella Provincia di Foggia;
321 nella Provincia di Lecce;
148 nella Provincia di Taranto;
20 attribuiti a residenti fuori regione;
5 per i quali è in corso l'attribuzione della relativa provincia.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 
I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Lascia un commento