di Salvatore Schirone

La ''Chiesa del regno di Dio'', concorrenza ai Testimoni di Geova
BARI - Per quanto monolitici e coesi possano apparire, anche i Testimoni di Geova nella loro storia hanno conosciuto scismi e divisioni. E non sono più gli unici ad annunciare che Gesù sta per tornare sulla Terra: devono vedersela anche con i “concorrenti” della Chiesa del Regno di Dio.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 
Ufficialmente questo movimento religioso è denominato Associazione filantropica chiesa del regno di Dio, amici dell’uomo. E' stato riconosciuto ente di culto in Italia nel 1988 e la sua sede nazionale si trova a Torino, dal 1946. Quella di Bari risale agli anni 60.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 
Una piccolissima comunità quella del capoluogo pugliese: circa 15 fratelli. Il loro pastore, Sergio Trotto, è uno dei fondatori. Risponde gentilmente alle nostre domande e ci invita nella loro sede, nella seconda traversa di via Camillo Rosalba 5 (vedi galleria fotografica)
 
Gli incontri degli aderenti avvengono qui, tre giorni alla settimana e Sergio è impegnato nella preparazione dell'assemblea regionale che si svolge ogni due mesi. In tutta la Puglia sono presenti circa 40 fratelli e la sede ufficiale è proprio questa di Bari. Quella che ci appare davanti agli occhi è una piccola e sobria cappella. Su un tavolo ci sono alcune pubblicazioni e una decina di fratelli aspettano l'inizio del culto.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 
Questa volta sarà Maria, membro dal lontano 1974, a tenere il sermone. Ma prima si racconta: «Sono stata cattolica, ma notavo che in quella chiesa non c’era fedeltà all’insegnamento del Vangelo. Ero alla ricerca. Poi un annunciatore venne da me e mi convinse a entrare nella Chiesa del regno di Dio». Maria ha conosciuto anche i Testimoni di Geova, ma ci dice: «Anche loro sono corrotti e fanno compromessi con il mondo. I membri del corpo direttivo (il gruppo che sovrintende a tutta l'organizzazione mondiale) si sono arricchiti approfittando della generosità dei fedeli».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

 
L’astio nei confronti dei Testimoni di Geova è d’altronde giustificato dalla storia del movimento religioso. «Il nostro fondatore – afferma Maria - fu ingiustamente processato e cacciato dal corpo direttivo dei Tdg. Ma lui, da vero uomo di fede, preferì non difendersi rimettendosi al giudizio di Dio». Maria si riferisce ad Alexander Freytag, che in Svizzera, nel 1919, decise di iniziare questo nuovo movimento.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 
Insomma si devono arrendere i Testimoni di Geova, anche anche se sono più numerosi e iperorganizzati, non sono i soli ad annunciare l'imminente avvento del regno di Dio sulla Terra. E non sono gli unici a stampare riviste: i giornali Svegliatevi e Torre di guardia devono guardarsi dalla concorrenza del Monitore del regno della giustizia, che il fratello Nicola, da solo, instancabile, distribuisce in giro per tutta la città di Bari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Salvatore Schirone
Scritto da

Lascia un commento
  • Gianni - Tacciano le vostre donne nelle chiese, perché non è loro permesso di parlare, ma devono essere sottomesse, come dice anche la legge. 35 E se vogliono imparare qualche cosa interroghino i propri mariti a casa, perché è vergognoso per le donne parlare in chiesa. 36 E la parola di Dio proceduta da voi o è essa pervenuta a voi soli? 37 Se uno si stima essere profeta o spirituale, riconosca che le cose che vi scrivo sono comandamenti del Signore. 1 Corinti 14:34-37

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved