di Gaia Agnelli

Bari, addio a "Ventrelli": chiude dopo 62 anni la storica boutique di Carrassi
BARI – “Per chiusura attività prezzi mai visti su tutte le nostre collezioni uomo donna”. Sono queste le parole stampate sul manifesto apposto sulle vetrine della storica boutique barese “Ventrelli”. Sì perché il famoso negozio di abbigliamento situato in viale della Repubblica 100, tra qualche giorno abbasserà per sempre le proprie saracinesche, dopo ben 62 anni di attività. (Vedi foto galleria)

Nacque infatti nel 1957 in via Re David (nei pressi dell’ex cinema Odeon), anche se inizialmente per il commercio di tessuti al metraggio. Con il boom della moda negli anni 60 si affermò però come rivenditore di grandi marchi, diventando un punto di riferimento per la Bari più chic. E questo grazie anche ai rapporti stretti dal suo fondatore Pinuccio Ventrelli con alcuni dei principali esponenti dell’abbigliamento italiano, tra cui l’ideatore di Max Mara, Achille Maramotti.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Mi vesto qui dagli anni Settanta – afferma rammaricata l’80enne Rosa, affezionata cliente –. Ricordo il momento del suo trasferimento come fosse ieri: quel giorno arrivò il bel vestire nel mio quartiere».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Nel 1981 avvenne infatti lo spostamento da San Pasquale a Carrassi, in viale della Repubblica, in un grande stabile situato ad angolo con via Toma, soprannominato dai residenti come “palazzo della moda”. Lì dove Ventrelli vendendo firme come Versace, Valentino o Ferré  ha proseguito la sua attività fino ad oggi.

L’immobile, di colore blu e strutturato su tre piani, reca ancora una grande “V” stilizzata in cima e la scritta “Ventrelli” a caratteri cubitali. Una V più piccola si trova invece accanto all’entrata a vetri, che noi varchiamo per andare a incontrare Pinuccio, l'ultraottantenne proprietario della boutique.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il signore però ci dice che preferisce non parlare. «Dopo questi 62 anni preferisco lasciare in silenzio – afferma –. Posso solo dire che non chiudo per problemi economici ma per godermi in serenità la pensione».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Cosa che noi gli auguriamo, pur rammaricandoci per l’ennesimo negozio storico a cui Bari dice addio.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

(Vedi galleria fotografica)

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Gaia Agnelli
Scritto da

Lascia un commento
  • Vito Sante Rubino - Nacque in via De Deo, a dire il vero

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved