Letto: 2090 volte | Inserita: giovedì 30 ottobre 2014 | Visitatore: maurizio

Mio figlio quindicenne non parla e non esce più, tende a stare solo e rimane per ore collegato al computer principalmente su facebook. Ho provato a parlarci ma mi risponde sempre che è tutto ok. Alla fine ho provato a togliergli il pc, ma continua a preferire lo stare nella sua stanza in silenzio. Non so più come comportarmi. Rimango in attesa di un suo consiglio, grazie.

L’adolescenza è un periodo molto particolare, di transizione. A questa età i ragazzi iniziano a percepire i cambiamenti non solo del loro corpo ma anche nel modo di porsi con gli altri.

Le nuove tecnologie non aiutano: è purtroppo facile che gli adolescenti passino più tempo su facebook, che in strada a giocare o a parlare con i loro coetanei. Ma lei dice che anche senza pc suo figlio continua a rimanere da solo in camera, quindi nel suo caso non si potrebbe parlare di una comune dipendenza da internet.

Deve riuscire a parlare con suo figlio: cerchi di capire se ha avuto problemi a scuola o se magari c’è qualcosa che non va con i suoi compagni. Anche se, come ho detto inizialmente, questa è un’età particolare e se il ragazzo dice che è “tutto ok”, forse è il caso di credergli. In fondo potrebbe trattarsi semplicemente di una cotta avuta per una ragazza, cosa che può portare a grandi tormenti a 15 anni.

L’importante è che lei gli faccia bene intendere che è sempre disponibile a parlargli e ad aiutarlo se ce ne fosse bisogno. Ma faccia questo senza soffocarlo, perché rischierebbe in questo caso di opprimerlo, rendendolo ribelle o ansioso.

 

Risponde

MONICA LASARACINA – Psicologa
Psicologa, si dedica alla libera professione e si occupa di attività clinica e di ricerca presso il Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche dell'Azienda USL di Piacenza.

Nome
Codice di controllo
Commento
Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved