Letto: 2136 volte | Inserita: giovedì 17 giugno 2021 | Visitatore: Michele

Sono un militare e purtroppo sto subendo un procedimento disciplinare perché la mia linea di comando ha scoperto che avevo postato sul mio profilo whatsapp delle fotografie in divisa. E' legittimo questo procedimento? Grazie

A tal proposito occorre far riferimento a quanto pronunciato dal TAR Bologna con sentenza n. 124 del 2021. Nello specifico, all’attenzione del Tribunale Amministrativo Regionale bolognese era stata sottoposta l’impugnazione di una sanzione. Questa seguiva un procedimento disciplinare dovuto al fatto che il militare in questione aveva postato su whatsapp una sua fotografia in divisa.

Il Tribunale Amministrativo ha dato ragione al Comando anche in base a quanto disposto dall’articolo 620 comma 2° della Legge n. 90 del 2010, nella quale è espressamente fatto divieto dell’utilizzo di fotografie in divisa per scopi personali che esulano dall'attività strettamente militare.

Il militare si era difeso mettendo in evidenza che l’utilizzo di tali fotografie infondeva sicurezza nell’animo dei destinatari della messagistica whatsapp. Non ci vedeva ragion nessun intento lesivo e per questo riteneva eccessivamente gravosa la sanzione applicata.

Ma il Tribunale ha sottolineato l’importanza della divisa e l’ambito nel quale essa debba essere necessariamente utilizzata, ribadendo il concetto che rappresenta non solo uno status, ma anche e soprattutto un indumento utile all’espletamento dell’attività lavorativa e dunque non utilizzabile al di fuori dello stesso.

Per saperne di più:


Risponde

LAURA LIEGGI - Avvocato cassazionista esperta in Diritto del lavoro e della Previdenza sociale. Consulente presso i maggiori sindacati rappresentativi.

FAI UNA DOMANDA

Nome
Codice di controllo
Commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved