Letto: 268 volte | Inserita: giovedì 21 novembre 2019 | Visitatore: Arturo

Sono un appartenente dell’Esercito, vorrei porle un quesito sulla Legge 104/1992. Ho un genitore gravemente ammalato, la cui malattia è dichiarata da certificazioni mediche rilasciate dal Servizio Sanitario Nazionale, ragion per cui ho inoltrato al Comando richiesta di trasferimento per assistenza al parente prossimo. Il comando ha motivato il rigetto adducendo l’esubero nella caserma di destinazione e la presenza di parenti, nello specifico mio fratello, che abita nella stessa città del genitore e che può facilmente prestare l’assistenza. Secondo lei posso fare ricorso?

Egregio lettore, a tal proposito ho postato su youtube un video che spiega le problematiche (e le eventuali soluzioni) legate alla Legge 104 del 1992, la invito a visionarlo.

Il video:


Risponde

LAURA LIEGGI - Avvocato cassazionista esperta in Diritto del lavoro e della Previdenza sociale. Consulente presso i maggiori sindacati rappresentativi.

FAI UNA DOMANDA

Nome
Codice di controllo
Commento
Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved