di Mina Barcone

In Puglia 1.869 persone sparite nel nulla: il caso del bambino di Adelfia
BARI - Sono 27.000 gli italiani scomparsi dal 1974 ad oggi di cui 1.869 pugliesi, persone sparite nel nulla e ancora non ritrovate. L’associazione Penelope, aiuta i famigliari dei “missing” nella loro triste e difficile ricerca. Abbiamo ascoltato Antonio Genchi, vicepresidente di Penelope Puglia.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Qual è la storia di Penelope?

La nostra associazione nasce il 9 dicembre del 2002, a Potenza. Uno dei fondatori è infatti il fratello di Elisa Claps, la ragazza scomparsa nel 1993 e poi ritrovata morta 17 anni dopo nel capoluogo lucano. Negli ultimi dieci anni Penelope si è poi diramata in tutte le regioni ed oggi è presente in tutta Italia, tranne che in Sicilia e in Calabria. A Bari e in Puglia siamo presenti dal novembre del 2006.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

In che modo aiutate i famigliari nella loro ricerca?

Cerchiamo di fare pressioni sulle forze dell'ordine, ci attiviamo per verificare a che punto sono le indagini e come si stanno muovendo gli agenti e collaboriamo con altre associazioni specializzate in ritrovamenti. Insomma facciamo di tutto affinchè i vari casi non vengano “dimenticati” da chi dovrebbe indagare, controllando che nulla venga lasciato al caso. Chiunque può rivolgersi a noi, a titolo ovviamente del tutto gratuito. Diamo anche assistenza legale e psicologica ai famigliari delle persone scomparse.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Quante sono le persone sparite nel nulla in Italia e in Puglia?

Le persone scomparse ancora da rintracciare in Italia dal 1 Gennaio 1974 al 30 giugno 2013 sono 27.000 (9534 italiani, 17.466 stranieri), di cui 15.385 maggiorenni e 11.615 minorenni. Il numero di scomparsi in Puglia non è rassicurante: siamo al quinto posto in Italia con 1.869 “missing”.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Perché una persona scompare?

Se si parla di maggiorenni, spesso si tratta di allontanamenti volontari, molte volte riguardano persone affette da problemi psichici o da malattie quali l’Alzheimer che colpiscono soprattutto gli anziani.  In altri casi purtroppo c’è di mezzo il rapimento.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

E’ il caso dei minorenni…


Sì, anche se molti minori si allontanano volontariamente, ad esempio da istituti e case famiglia. E poi ci sono i casi di sottrazione da coniuge.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

In caso di scomparsa di un proprio congiunto un famigliare cosa deve fare? E’ bene aspettare prima di dare l’allarme?

No, bisogna muoversi subito. Le prime ore sono essenziali nella ricerca di una persona scomparsa. Se si parte subito c'è molta piu' probabilità di riuscire a trovarla. Bisogna quindi immediatamemte rivolgersi alle autorità. Ricordo che con la nuova legge n.203 del 14/11/2012  (disposizioni per la ricerca delle persone scomparse), denunciare la sparizione di una persona non spetta più solo ai famigliari, ma a qualsiasi cittadino.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

E dopo la denuncia che cosa avviene?

I dati, la foto e la descrizione della persona vengono diramati a tutte le forze dell’ordine per le ricerche immediate. Attraverso il prefetto viene informato il Commissario straordinario per le persone scomparse e se necessario vengono coinvolti anche i vigili del fuoco e la protezione civile per le ricerche sul territorio provinciale e nazionale. Il prefetto valuta anche se coinvolgere anche i mass media nella diffusione della notizia della scomparsa, sempre in accordo con i parenti.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ci può ricordare qualche caso particolare di persone scomparse a Bari?

Ricordo nel 2001 la scomparsa a Bari di un militare ventenne. Frequentava una ragazza, con la quale ebbe una discussione poco prima che se ne perdessero le tracce. La famiglia della ragazza è una famiglia “particolare” e si è sempre pensato che potesse essere implicata nella sparizione. Ad oggi comunque quel ragazzo non è ancora stato ritrovato.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Un altro caso difficile è quello di un bambino di Adelfia di circa 10 anni. Nell’agosto del 1978, durante la festa patronale, il bambino disse ai genitori che sarebbe uscito per andare a casa dei nonni. Ma dai nonni non arrivo' mai. C’è chi pensa che si sia recato alle giostre e sia stato rapito dai giostrai. Di fatto sono passati 35 anni e quel bambino non è mai più tornato dalla propria mamma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Mina Barcone
Scritto da

Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved