di Alessandra Anaclerio

''Oronzo degli accendini'': baffi, sorriso e un euro per mangiare
BARI- Tutti lo conoscono come "Oronzo", ma il suo nome di battesimo è un altro e non può essere svelato, così come la sua età che, a occhio e croce, dovrebbe aggirarsi intorno ai 50 anni. Con il suo simpatico aspetto e con la sua piacevole invadenza, Oronzo (nella foto) è entrato nei cuori dei giovani che frequentano i locali di Bari Vecchia.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Lui è “quello degli accendini”, che vende dopo aver fatto la ormai classica domanda "u we n’accendin?" (lo vuoi un accendino?). Ne ha di tutti i tipi, forme e colori. E tutti a “n'eur” (come è sua abitudine dire per specificare “un euro”).Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Oronzo le ragazze le chiama tutte "amò" (abbreviazione di "amore"), mentre gli uomini li divide in "John Travolta" e "Bobby Solo", a seconda dell'ispirazione del momento. Così inizia ad attaccar bottone, per poi arrivare a chiedere un euro, sempre con gentilezza e scherzando con chi gli sta di fronte.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Io riesco a percepire il sentimento delle persone- afferma-. Sono ormai otto anni che mi diverto a star in mezzo alla gente la sera ed per questo adesso capisco al volo con chi ho a che fare, se si tratta di persone con cui posso giocare o meno».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Oronzo abita nel centro storico di Bari. Ed è proprio qui, nel regno della “movida” cittadina che ogni sera bazzica nella speranza di riuscire a guadagnarsi quella che lui stesso definisce “la giornata”. Così come avviene per Michele, l'altro "eroe" di piazza del Ferrarese.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


«Io non ho un lavoro e vivo solo di questo- dichiara mentre dai suoi occhi e dietro a quel sorriso nascosto dai folti baffi neri traspare un velo di tristezza-. Il denaro che guadagno non vado a spenderlo per comprarmi la birra come tanti altri. Anche perchè non faccio mica tanti soldi. Però ci sono tante persone che mi vogliono bene e che quando mi vedono, con una mano sul cuore, mi regalano cinque o dieci euro».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«La mia vita ormai è andata così – conclude Oronzo - e non so quale potrebbe essere il mio lavoro ideale. Però di una cosa sono certo: se per volontà di Dio un domani dovessi nascere di nuovo, mi piacerebbe fare il prete, per benedire quello che è il dono più grande che ognuno di noi ha: la vita».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Con questa perla di saggezza, salutiamo il nostro amico e lo lasciamo libero di proseguire la sua passeggiata per le vie di Bari. Prima di congedarci, Oronzo si gira, ci guarda ed esclama: «Ciao amò, ti voglio bene.  Ma da dà n'eur?»

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Scritto da

Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved