di Eva Signorile

Taranto, scoperti due antichi scheletri: uno accanto all’altro paiono una coppia di amanti
TARANTO – Li hanno trovati così, tanto vicini da sembrare abbracciati. A Taranto durante alcuni scavi effettuati per conto dell'Acquedotto pugliese, in un’antica tomba sono stati rinvenuti due scheletri posizionati uno accanto all'altro. L'insolita scoperta è avvenuta martedì scorso in via Messapia, all'angolo con via Temenide, nei pressi dell'ospedale Santissima Annunziata.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Guardando le fotografie scattate (vedi galleria) colpiscono i due crani: il primo posto di profilo, il secondo posizionato frontalmente, poggiato però sopra l’altro, in un “gesto” che sembra quasi di protezione. Insomma i due cadaveri paiono proprio una coppia di amanti.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Ma chiaramente gli esperti sono più cauti. Un paletnologo che vuole rimanere anonimo perché non direttamente coinvolto nella scoperta, afferma: «Dei due corpi non si conoscono ancora né il sesso, né l'età che avevano al momento della morte e senza questi dati ogni ipotesi resta aperta. Potrebbe trattarsi persino di due scheletri sepolti in momenti diversi».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
«L'unica certezza è che si tratta di una tomba risalente al VI secolo a.C», sottolinea Antonietta Dell'Aglio, funzionaria della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia. 

Nel frattempo gli scheletri di via Messapia sono portati via. Sul luogo è intervenuta la Soprintendenza che dopo le verifiche del caso ha provveduto a rimuovere i resti dell’antica “coppietta”.  

(Vedi galleria fotografica di Erol Cristian Longo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Eva Signorile
Scritto da

Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved