di Salvatore Schirone

Una croce e sotto strani caratteri: a Bari c'è la Chiesa Evangelica Cinese
MODUGNO - Lavoratore indefesso, giorno e notte rinchiuso in un sottoscala malsano a cucire borse e contraffare marchi o sempre al banco del suo negozietto, tutti i giorni dell'anno, domeniche comprese. Questo è lo stereotipo del cinese in Italia. Ma non sempre è così. La comunità cinese nelle nostre città è molto variegata e capita di imbattersi anche nell'inconsueto. Come ad esempio di incontrare decine di famiglie cinesi che la domenica vanno in Chiesa a pregare. Non parliamo di un tempio shintoista o buddista, ma di una vera chiesa cristiana. Accade nella zona industriale di Modugno, in via Vigili del fuoco caduti in servizio 53, dove sorge la grande Chiesa Evangelica Cinese in Italia.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Impossibile non notarla. Tra i vari capannoni industriali, una maestosa croce sovrasta quattro enormi caratteri cinesi posti su un edificio di nuovissima costruzione. Provenendo dalla Strada Provinciale 1 da Bari verso Modugno, appena imboccata la via, vi siamo agevolmente indirizzati anche da un evidente cartello segnaletico.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Cerchiamo su internet e scopriamo che effettivamente a Bari esiste una comunità evangelica cinese. La Chiesa Evangelica Cinese nasce in Italia agli inizi degli anni 80, durante la prima migrazione dopo la riforma economica cinese degli anni 70. Pare che la prima comunità sia stata fondata a Roma da Pan Xizheng, nel marzo del 1984. In questi 30 anni la Chiesa è cresciuta rapidamente e oggi è presente in moltissime città. In Puglia oltre a Bari, i cinesi evangelici sono presenti anche a Foggia. 

Abbiamo già raccontato in un nostro articolo la diversificazione delle chiese evangeliche a Modugno, ma non immaginavamo che ci fosse anche questa realtà. Cerchiamo un contatto telefonico e proviamo a chiamare. Dopo alcuni tentativi, riusciamo a parlare con Angelo. «Questo è il mio nome in italiano», ci risponde il custode della Chiesa. Sorpreso dal nostro interesse e un po' sospettoso, non ci dà molte informazioni ma ci invita a partecipare al loro culto che si svolge ogni domenica pomeriggio alle 15.30 alle 17.30. Malgrado l'ora insolita e il caldo estivo non ci lasciamo sfuggire l'occasione. (Vedi foto galleria)


Alle 15 il cancello è già aperto e nel cortile ci sono decine di auto. Mentre altre ne arrivano, ci affacciamo e chiediamo di Angelo. Capiscono l'italiano, ma ci fanno cenno di aspettare sulla soglia. All'interno della saletta antistante il tempio, decine di famiglie al completo: bimbi di alcuni mesi in braccio alle madri e più grandi che giocano sotto gli occhi vigili dei padri. Tutti conversano famigliarmente. Una giovane signora si affaccia per accoglierci. «Angelo non c'è», ci dice. Chiediamo di parlare con il pastore o con un responsabile della comunità. «Oggi non abbiamo una guida, facciamo una preghiera libera», ci risponde. Possiamo accomodarci, ma ci viene fatto capire che non si desiderano foto.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Riusciamo a sapere che la comunità evangelica, nata nel 1998, conta ora circa 70 fedeli. Nei primi anni celebravano il culto presso altre chiese evangeliche di Bari, ma due anni fa hanno inaugurato finalmente questa nuova struttura tutta per loro.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

La Chiesa è una grande sala ben illuminata. Sul palco al centro, c’è un pulpito davanti a una grande croce. Sulla sinistra un pianoforte a coda. Pian piano, armati di Bibbia e innario, in silenzio i fedeli si dispongono nei banchi. Gli uomini sulla destra e le donne a sinistra. La chiesa si riempie. Parte un canto e tutti si accodano seguendo le parole sul proprio libretto. Tutto chiaramente in cinese. Dopo un secondo canto, sul palco salgono tre ragazze che si mettono alla guida della preghiera. Si alternano altri canti che vengono accompagnati dalle dolci note del piano. (Vedi video)

Se non fosse per la lingua sembrerebbe di stare in una normale luogo di culto italiano, ma poi avviene l’inaspettato: la grande croce si illumina di un rosso fuoco e sulla parete vengono proiettate scritte per noi incomprensibili. La "tecnologia" cinese vince anche in chiesa.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Nel video canti e preghiera durante il culto nella Chiesa evangelica cinese:


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Salvatore Schirone
Scritto da

Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved