di Bianca Cataldi

Prima di Facebook Bari ha avuto il suo social network: ''Skakki Nostri''
BARI - In principio fu un giornalino scolastico, poi divenne la più grande community barese, un vero e proprio social network creato anni prima dell’avvento di Facebook e Twitter. Parliamo di “Skakki Nostri”, nato nel 2001 come giornale d'istituto durante l'autogestione nel liceo scientifico Scacchi di Bari. ​«In precedenza era già esistito un giornale scolastico intitolato "Scacchi Nostri" - spiega Ludovico Fontana, uno dei fondatori - e noi, per “fare i giovani”, lo ripubblicammo sostituendo le “c” con le kappa». Nasce così una vera e propria redazione dotata di direttore, vicedirettore, tre caporedattori e un buon numero di collaboratori. «Non sapevamo come funzionasse realmente un giornale – ricorda Ludovico -  eppure ci impegnammo e riuscimmo a creare un buon gruppo di lavoro».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Dopo qualche mese i giovani, tutti studenti del quarto e del quinto anno del liceo Scacchi, decidono di aprire un forum di discussione online collegato alla redazione. Della sua creazione si occupa Luca Scorcia che, anche lui studente, diventa ben presto il webmaster di Skakki Nostri. 

«Già dalla primavera del 2002 il forum iniziò a vivere di vita propria, soprattutto grazie alla chat che trovavamo più semplice da usare rispetto alle altre dell'epoca», racconta Ludovico. Ma non solo: ogni utente poteva creare un suo profilo personale con immagini, fotografie e citazioni. I profili somigliavano proprio a quelle che oggi sono le “bacheche” di Facebook, con l'unica differenza che non era possibile aggiornarle quotidianamente (vedi foto galleria). Era comunque possibile visitare i profili degli altri studenti, mettersi in contatto con loro tramite messaggio privato e spostarsi successivamente sulla chat. 

«Le visite però venivano registrate. Se il mio amico entrava nella mia pagina mi veniva inviata una comunicazione. Su Facebook questo non accade: se fosse così sarebbe l'incubo degli stalker», ironizza Ilenia, ex frequentatrice di Skakki Nostri.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Nell'arco di pochi anni il sito raggiunse la cifra di 80mila iscritti (estendendosi quindi anche agli altri licei e istituti scolastici di Bari) e questo, per un social creato da studenti di 18 e 19 anni senza alcun obiettivo commerciale, fu davvero incredibile. «L'inizio fu entusiasmante - dichiara Francesca Canonico, una tra le prime e più assidue frequentatrici di Skakki Nostri -. Mi ricordo il passaggio da un server all'altro e i fondatori che lavoravano per tenere in piedi il sito. Di fatto crearono un vero e proprio social network, antesignano di Facebook, visto che fu messo in piedi ben due anni prima del sito di Mark Zuckemberg». Del resto anche Facebook nacque con lo scopo di mettere in contatto i compagni di college.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Certo, non dev'essere stato facile per un gruppo di ragazzi gestire un'utenza così numerosa. «Tutte quelle persone erano complicate da tenere a bada. Gente che litigava, persone che cancellavano i profili o che copiavano i nickname: tutto ciò che avviene oggi su Facebook è successo anche a noi», dichiara il giovane Fontana.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

La difficoltà nell'amministrare un sito che stava diventando sempre più grande è stata una delle cause del suo abbandono. «​I fondatori erano cresciuti, noi primi avventurieri anche e ci orientammo verso la vita reale universitaria. Nessuno riuscì realmente a prender il testimone e tutto si spense quando la chat iniziò a esser frequentata anche da esterni rispetto alle scuole superiori di Bari», spiega Francesca. E Ludovico continua: «Probabilmente se fossimo andati avanti e avessimo pensato di creare qualcosa di ancora più grande con un piccolo capitale alla base, saremmo stati schiantati da Facebook. Non è stata quella la ragione dell'abbandono del sito, ma forse lo sarebbe diventata se non avessimo lasciato noi per primi».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ma paradossalmente “Skakki Nostri” ha trovato in Facebook un modo per sopravvivere nella memoria degli ex iscritti. ​Il gruppo "Quelli che da giovani vivevano su Skakkinostri" unisce tutti coloro che tra il 2002 e il 2008 hanno chattato, litigato, conosciuto gente su questa piattaforma giovane, creata da “piccoli Zuckemberg”.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Qui Il sito di Skakki Nostri: la pagina è offline ma su Google è possibile visualizzare la sua copia cache.

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Scritto da

Lascia un commento
  • Massimino - La mia adolescenza passata qui! quanti ricordi, le prime uscite, i primi gruppi, era tutto + bello...malinconia a palate
  • andrea - È possibile utilizzare le tue immagini? Sono in creative commons ?

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved