di Mina Barcone

Bimbi morti, incendi e presenze: l'antica leggenda di Torre Ricchizzi
BARI - «So che fu costruita per scorgere le navi dei pirati che arrivavano dal mare. Ma poi nei secoli quella torre si è circondata di mistero: si racconta che lì si mettevano in pratica riti satanici. E comunque una volta chi la frequentava accese un focolare sotto il tetto senza accorgersi della presenza di pilastri in legno: andò tutto a fuoco».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il racconto di Ilaria, una 20enne di Palese, è solo uno dei tanti che riguardano una misteriosa costruzione che sorge su via Torre di Brengola, una strada secondaria del quartiere a nord di Bari, lì dove c’è una stazione abbandonata dove ancora oggi, senza fermarsi, transitano i convogli della Ferrontranviaria.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

L’edificio si chiama Torre Ricchizzi (vedi foto e video) ed è stata costruito intorno al XIV secolo come postazione di controllo dei casolari esistenti nel territorio. Nel XVIII secolo la struttura fu adibita a masseria con frantoio annesso e lì furono allevati i piccioni viaggiatori. Oggi, a distanza di tanti secoli di quella Torre è rimasto un rudere in stato di abbandono, che però continua a esercitare un grande fascino tra i residenti di Palese, tanto da far nascere attorno ad essa una serie di strane e a volte spaventose leggende.  

«Negli anni 50 un gruppo di bambini entrò di nascosto nel rudere abbandonato – racconta il 40enne Piero-.  Videro la luna riflessa in due finiestre opposte: si spaventarono moltissimo e da allora tutti sono convinti che quella Torre è abitata da sinistre presenze».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

La storia dei bambini è conosciuta da tutti, anche se ogni persona la racconta in modo diverso. Ad esempio la 57enne Maria è sicura quando afferma che «in quel rudere tantissimi anni ci stavano giocando alcuni ragazzini, quando a un certo punto divampò un incendio e uno di loro rimase ucciso dalla fiamme». E poi dice: «C’è chi sente ancora la voce del bambino quando passa da quelle parti».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Il fuoco è l’altro protagonista delle leggende che riguardano Torre Ricchizzi. «Ci sono sempre state storie di fuochi nella notte, di persone attorno ai fuochi», ci conferma il 28enne Daniele, che aggiunge un altro particolare alla storia :«Io sapevo che lì erano seppelliti dei nobili che ci abitavano un tempo. Le presenze che si avvertono potrebbero riguardare loro».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Bambini morti, presenze, incendi: sembra non mancare nulla nel repertorio di Torre Ricchizzi. Effettivamente se si percorre di sera la strada dov’è situata, lo spettacolo non è dei più rassicuranti: la via infatti è molto stretta e senza alcuna illuminazione. Facile quindi che questa costruzione che si erge maestosa nella sperduta campagna di Palese, possa incutere timore. Almeno fin quando un nuovo proprierario non dovesse rimetterla a nuovo: sembra infatti che la Torre sia stata messa in vendita tre anni fa. Sempre che qualcuno abbia il coraggio di andarci ad abitare.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il video che mostra Torre Ricchizzi in tutto il suo sinistro fascino (di Carlo Gelardi):



© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Mina Barcone
Scritto da

Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved