di Marianna Colasanto - foto Valentina Rosati

Bari, la pineta San Francesco ha dei nuovi abitanti: sei coniglietti "arrivati dal nulla"
BARI - Sei simpatici conigli che mangiano, scorrazzano e riposano sui prati, incuranti dei cittadini che frequentano incessantemente la loro "casa". Sono i graziosi animaletti che da quattro mesi popolano la Pineta San Francesco: creature insolite per un parco urbano e dalla provenienza oltretutto misteriosa. Una simpatica comitiva che fino all’inizio di luglio contava anche un altro componente, decapitato però senza pietà da un boia ignoto.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Per fare la loro conoscenza varchiamo il cancello azzurro della “Pineta grande”, una delle due aree in cui è diviso il grande giardino pubblico del quartiere San Girolamo. (Vedi foto galleria)

Seguiamo così il percorso della pista ciclabile che si snoda ai lati dell'area area, avvistando immediatamente il primo dei sei "inquilini": un bellissimo esemplare dal pelo bianco, con le orecchie rosa e nere. Se ne sta tranquillo appoggiato su un muretto, osservando placidamente gli avventori del parco e sfruttando la frescura offerta da una striminzita striscia d'ombra.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ci spostiamo ora verso il centro dell’area, facendo "conoscenza" con un’altra bestiola di colore bianco. Ha delle vistose macchie nere attorno agli occhi ed è decisamente meno socievole: appena ci vede batte in ritirata verso la sua tana, scavata nel terreno ai piedi di un tronco.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Altrettanto sfuggente è il terzo coniglietto in sosta vicino la recinzione che fiancheggia via Van Westerhout. Il suo manto è caratterizzato da varie sfumature di marrone che alla luce del sole diventano quasi "argentate": lo ammiriamo solo per pochi secondi, visto che preferisce scappare via.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

L'ultimo animale che immortaliamo è invece completamente nero: lo troviamo impegnato nel brucare l'erba. Non si dilegua, anzi sembra quasi essere a suo agio dinanzi alla nostra macchina fotografica.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Ma che ci fanno dei conigli nella Pineta San Francesco? «Da quel che ci risulta - spiega Peppino Milella, presidente della locale associazione culturale "IX Maggio" - due dei sei roditori sono stati abbandonati da ignoti qualche settimana fa, mentre gli altri provengono da un suolo che si trova di fronte al parco, su via Mercadante».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Versione confermata dal proprietario di questo terreno. «Quattro mesi fa qualcuno ha lasciato quattro esemplari nel mio fondo - racconta l'uomo -. Le bestiole hanno così cominciato a scavare, passando sotto la recinzione, attraversando la strada e introducendosi nella pineta».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Un trasferimento che non è sfuggito ai vigili. «Sono venuti a casa mia credendo fossi il proprietario delle creature - prosegue il signore -. Ho dovuto spiegare la situazione, oltre a sporgere una denuncia per ignoti».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

I conigli "venuti dal nulla" nel frattempo si sono però ben ambientati, diventando in breve tempo le “mascotte” della Pineta. Tra un cespuglio e l'altro ad esempio notiamo un contenitore di plastica messo lì come abbeveratoio da qualche frequentatore del parco.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«È bello che quest’area verde sia popolata da “creature”», afferma infatti il 67enne Antonio.  «Io gli porto sempre delle carote», sottolinea la 47enne Filomena. «Sembrano abituati alla presenza umana e non si spaventano al nostro passaggio - aggiunge il 70enne Nicola –. Tra l’altro stamattina due bambini hanno condiviso con loro dei panini al prosciutto: i coniglietti sembrano aver gradito lo spuntino».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Un'armonia che all’inizio di luglio è stata però rovinata dal gesto di un barbaro, che ha sgozzato barbaramente uno dei roditori. «C'è chi dice sia stato un cane - dichiara Milella - ma io non ci credo. La testa della povera vittima era chiaramente tagliata. Ci vorrebbero delle telecamere per sorvegliare la pineta e i suoi nuovi, piccoli e indifesi abitanti».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

(Vedi galleria fotografica)

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Marianna Colasanto
Scritto da

Valentina Rosati
Foto di

Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved