di Mina Barcone

"Quando le triglie fanno oh": a Japigia spopola Peppino, il cantante pescivendolo
BARI – Classici della canzone italiana rivisitati con riferimenti a cozze, polpi e pesci: è quanto è possibile ascoltare a Bari se si passeggia su viale Japigia e ci si imbatte nella “pescheria del popolo” di Peppino Antonacci (nella foto di Stefania Buono).Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Qui il 62enne pescivendolo attira i propri clienti con le proprie “cover dal sapore di mare”, cantate a squarciagola sul marciapiede antistante il locale. E quindi  ad esempio “Quando i bambini fanno oh” di Povia si trasforma in “Quando le triglie fanno oh” e la famosa "Rose rosse per te" di Massimo Ranieri diventa "Cozze nere per te ho comprato stasera..." (vedi video)

«Ho sempre amato cantare – ci racconta Peppino – e così ho unito questa mia passione a ciò che ogni pescivendolo fa: urlare per far entrare i clienti». Un’operazione di “marketing” quindi, che questo signore occhialuto e dai baffetti grigi che gli vibrano ogni qualvolta emette un acuto, ha studiato bene, tanto da ribattezzare il suo esercizio commerciale "Attenti all'urlo". «Ho scelto questo nome – ci dice il pescivendolo - anche perchè richiama la celebre canzone di Lucio Dalla: "Attenti al lupo". Insomma sono rimasto in tema».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

E sembra che agli acquirenti il suo vocione piaccia, specie da quando il figlio ha aperto un’apposita pagina facebook che ha già raggiunto 10mila “mi piace”. «Ogni tanto postiamo qualche mio video mentre canto e fotografie del pescato che vendiamo – afferma l’uomo, mentre ci rammenta che “di cozze non si muore, si muore per amore" -. E i clienti sembrano apprezzare, tanto che c'è chi mi viene a trovare anche da Adelfia o da Cassano».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Tra le nuove hit c'è anche la celebre canzone di Jimmy Fontana, "Il mondo", che il simpatico pescivendolo ha trasformato in: "Il polpo, non si è fermato mai un momento...", ma  di cui ancora non ricorda perfettamente le parole: le ha quindi appuntate su un foglio nascosto in un angolo della pescheria dove ogni tanto le va a sbirciare.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Ho unito l'utile al dilettevole – conclude Peppino –. Cantare mi diverte e farlo qui è una gioia perchè in questa pescheria ci sono nato. E poi adesso ho anche dei fan: i passanti mi chiedono di intonare un brano per loro, ogni tanto mi fanno un video e io sono ben felice di accontentarli».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Nel video (di Gianni De Bartolo) Peppino mentre canta i suoi cavalli di battaglia:


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Mina Barcone
Scritto da

Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved