di Salvatore Schirone

Il logo dei mercati rionali? Sparito. La delusione dell'autrice, talento sprecato
BARI - Chi ricorda il logo dei mercati rionali? Un anno fa, l'8 dicembre 2011, fu inaugurato con tanto di cerimonia il nuovo mercato di Santa Scolastica. In quella occasione l’amministrazione comunale mostrò ai baresi il cartello e la targa di dedicazione del mercato, “disegnati” con quello che doveva essere il simbolo di tutti i 14 mercati rionali della città: una palma colorata, simbolo mediterraneo di pace. Di quel logo oggi però non c'è più traccia, né in quel mercato, né negli altri (vedi foto galleria).Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Della sua scomparsa pare che nessuno se ne sia accorto. Se ne sono dimenticati persino gli amministratori comunali che il 7 dicembre 2010 premiarono in Palazzo di Città l'autrice del logo, Sonia Tralli. All’epoca era stato infatti indetto un concorso al quale avevano partecipato 11 studenti dell'Accademia delle Belle Arti di Bari. Ad ognuno di loro venne consegnato un assegno di 500 euro.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Fu Alfonso Pisicchio, vicesindaco di Bari, a premiare la vincitrice. Quel giorno orgoglioso dichiarò: «Siamo riusciti a dare un'opportunità agli studenti dell'Accademia per rendersi protagonisti di questa iniziativa».  Qualche giorno fa alla nostra domanda “ma che fine ha fatto il logo?”, Pisicchio ha risposto: «Mi informerò e vi notizierò». Abbiamo atteso, ma non siamo stati ancora “notiziati”.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Anche Leonardo Scorsa, presidente della VI circoscrizione, presente il giorno della inaugurazione, cade dalle nuvole: «Francamente non ho notato la scomparsa del logo. Vedrò di chiedere lumi all'Ufficio Tecnico o alle attività economiche». Dopo qualche giorno ci ha risposto: «La Edilizia Pubblica e le Attività economiche ignorano il tipo di logo di cui parlate. Controllerò di persona».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Mentre loro si informavano e verificavano noi abbiamo cercato direttamente l'autrice del logo. Sonia Tralli ha 24 anni e vive a Matera. A ottobre ha completato la triennale accademica ed ora è in attesa di iniziare la specialistica a Bologna. Racconta delusa, quell'esperienza. «Partecipai con entusiasmo all'inaugurazione – dice -. Mi aspettavo di vedere il mio logo stampato su forex (un materiale di plastica in pvc). E invece lo realizzarono su un misero cartoncino A3. Pensai ad una installazione provvisoria. Invece il mio insegnante coordinatore del progetto, il professore Raffaele Valletta, mi rivelò che il Comune aveva imposto che la stampa su forex fosse addebitata all'accademia e all'autore».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 
Richiesta inaccettabile che ovviamente fu respinta al mittente. Inizialmente  il progetto prevedeva che il logo dovesse essere realizzato con colori diversi per ogni mercato e con un attributo iconografico identificativo del santo a cui è dedicato il mercato. Poi si optò per un logo unico, probabilmente sempre per problemi economici.  

«Mi hanno premiato con una pergamena commemorativa, ma la mia gratificazione sarebbe stata vedere il mio lavoro affisso in città», afferma sconsolata Sonia, un altro talento che ha capito sulla propria pelle quanto la frase “valorizzazione dei nostri giovani” sia un ammasso di parole vuote buone solo per racimolare voti in campagna elettorale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Salvatore Schirone
Scritto da

Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved