di Gilda Viesti

Droghe e musica a palla: in 1500 al Pasquatek, il rave più atteso
«E' come una grande famiglia che si riunisce, alla fine ci conosciamo tutti». Chi dice ciò? Alcuni dei 1500 ragazzi che tra il 19 e il 21 aprile si sono scatenati a ritmo di musica tekno, aiutati nel loro intento dall’assunzione di droghe sintetiche. E’ di rave che stiamo parlando e di uno forse più atteso dai ragazzi pugliesi: il Pasquatek, che si è svolto durante i “giorni santi” nelle campagne del Foggiano. Noi ci siamo andati e questo è il nostro racconto (vedi foto galleria).Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Le "info" le riceviamo da un amico tramite un sms che ci indica le coordinate del posto. Niente palloncini o frecce a indicare la direzione per il party illegale: la strada è più semplice del previsto, conosciutissima dai “veterani” del luogo, spesso utilizzato per feste nei fine settimana. Solo che questa volta il rave dura tre giorni.  La location? Uno degli innumerevoli edifici abbandonati in pietra nelle campagne fuori Foggia.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Arriviamo. L’atmosfera unisce quella di un campeggio a quella di una festa di paese campagnola. Ci sono decine di tende, ma al posto di giostre e musica folkoristica, qui i ragazzi preferiscono divertirsi con 25 kilowatt di musica elettronica che va 150/190 battiti per minuto, "sparata a palla", a tutto volume, ininterrottamente per 72 ore.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Quasi sul fondo del locale si erge un muro di altoparlanti: è il mitico “sound”, meta ambita da quei teknoraver che vogliono sentire le “vibrazioni” letteralmente nella testa. Dire "vado sotto cassa" vuol significare proprio andare a ballare incollati alle casse.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Giriamo. Intravediamo tante macchine in un improvvisato parcheggio tra gli alberi. L'ingresso è libero e si entra facendo attenzione a eventuali persone sdraiate a terra. Nessuno supervisiona, ognuno bada a sè stesso e non c’è alcuna regola.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Nei due vialetti ci sono camper e tende con persone all'interno che chiacchierano, si riposano oppure contrattano “strani” affari. C'è chi previdente ha preparato kebab con specialità vegetariane e chi ha arrangiato un bar dove si vende un caffè e una sigaretta al costo totale di un euro.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

C’è gente che arriva anche dalla Campania, dal Lazio, dalle Marche, soli o in comitiva. L'obiettivo? Divertirsi e non pensare a niente, grazie anche alle droghe. Perché qui ce n’è in quantità.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Speed, Ketamina, Coca», grida qualcuno passando tra la folla come se fossimo al mercato. «Ho mangiato tre Hoffman e due Shiva, sto viaggiando», ci dice un ragazzo parlando di “cartoni” di Lsd appena assunti. «Ho comprato cinque cartoni, una “bag” (una dose di Ketamina), oppio e Lsa - afferma Carlo, non ancora maggiorenne -. Abbiamo visto un folletto su un albero era nero con un cappello americano, ci ha fatto paura. Probabilmente si è arrabbiato per la lattina buttata a terra. In realtà non so se era un folletto o una persona. Non so nemmeno se c'era davvero».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Sembra di essere in un film americano ambientato negli anni 60. «Sì ma a parte la musica e le droghe la nostra è come una grande famiglia che si riunisce in queste occasioni – sottolinea Stefania -. Alla fine ci conosciamo tutti anche se abitiamo in posti lontani. Quale migliore occasione rivederci, star bene e divertirci?».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Divertirsi certo, bruciandosi però, per sempre, un centinaio di preziosi neuroni.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Scritto da

Lascia un commento
  • medicine man - Se l'autrice dell'articolo si documenterà, scoprirà che gli psichedelici come l'LSD non danneggiano minimanete il cervello. Al contrario stimolano la neurogenesi e prevengono la depressione.
  • San - Che articolo ridicolo,di parte.buffoni

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved