di Salvatore Schirone

Pista ciclabile sul lungomare, il progettista corregge Decaro
BARI - Pista ciclabile lungomare Vittorio Veneto: appena iniziati, i lavori sono già interrotti (vedi foto). Ancora una volta. Ufficialmente si tratterrebbe di un problema di colori, che secondo la Sovrintendenza non sarebbero consoni alla alla zona sottoposta a vincolo. Ma comunque questa pista non piace ai residenti, che non vogliono che la strada si restringa e che si riduca lo spazio dedicato ai parcheggi.  
 
Il consigliere delegato alla Mobilità del Comune di Bari, Antonio Decaro, però si giustifica: «Non era questo il progetto originario». Sostiene infatti che la pista ciclabile sarebbe dovuta sorgere per un tratto sul marciapiede, limitando così l’impatto della pista sulla viabilità stradale. Parole che però hanno sorpreso Giuseppe Sforza, ingegnere progettista della pista, che ha deciso di precisare quanto dichiarato da Decaro.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 
Allora, è stato cambiato il progetto originario?
 
Non so a quale progetto originario Decaro faccia riferimento. Il mio progetto, presentato mesi fa, esaminato e approvato, prevede una pista a doppio senso di marcia sull'asfalto per tutto il percorso. Forse si riferisce ad altri studi di fattibilità da lui commissionati di cui io però ignoro l'esistenza. E comunque la soluzione di costrure la pista sul marciapiede non è fattibile, vista la presenza degli alberi. A meno di non eliminare tutte le piante. 

 
Intanto i residenti stanchi di vedere lavori iniziati e interrotti e soprattutto di perdere centinaia di posti auto si mobilitano per protestare.
 
Su questo voglio assicurare tutti. Non si perderà nessun posto auto. Tutto ritornerà com'era prima. Anzi il cordolo che stiamo realizzando sarà più ampio, di 80 centimetri, e non di 50 come ad esempio quello presente in corso Mazzini. Ciò consentirà una più agevole apertura delle portiere alle auto parcheggiate.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 
Ma tutto questo ridurrà notevolmente la carreggiata e il flusso del traffico…
 
Diciamo che riporteremo a norma le carreggiate. Attualmente ce ne sono due per senso di marcia, ma sono molto strette e non a norma. A lavori conclusi avremo una sola carreggiata per senso di marcia, ma più ampia e sicura.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 
E i colori? Davvero il consueto color rosso mal si adatta allo stile del lungomare?
 
Non entro nel merito della decisione della Soprintendenza. La legge dice solo che deve essere di un colore che evidenzi chiaramente la loro presenza, non ne impone uno preciso.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Scritto da

Lascia un commento