Letto: 2024 volte | Inserita: giovedì 13 giugno 2013 | Visitatore: Lucrezia

Il mental coach è di fatto un allenatore mentale, un professionista della comunicazione e della relazione, in grado di aiutare l'atleta sportivo (agonista e non) a sviluppare e realizzare appieno il suo potenziale, portandolo ad acquisire e mantenere una mentalità vincente al fine di raggiungere performance eccellenti.

Il mental coaching è nato negli Stati Uniti, nel circuito del basket NBA. Il coach più famoso è Dan Peterson, cui ha fatto eco Tony Robbins, mental trainer del tennista Andrè Agassi.

Spesso sono gli stessi allenatori a diventare mental coach specializzati della propria squadra.

Questa figura professionale viene utilizzata in diversi sport (calcio, tennis, basket, golf, nuoto, pallavolo ), in modo non sempre dichiarato. In Italia hanno detto di aver fatto uso del mental coach: Francesca Schiavone (nel tennis), Carlo Ancelotti, Alessandro Del Piero e società Lazio (nel calcio).

Risponde

DANIELA MARROCCO – Mental Coach
Trainer di programmazione neuro-linguistica, mediatore familiare, dal 2000 è specializzata in Sport e Business Coaching. E' stata Mental Coach della nazionale Juniores di Pesi e Cultura Fisica dal 2004 al 2006. Consulente e docente per il Coni Puglia in materia di risorse umane e team building.

Nome
Codice di controllo
Commento
  • Michele
    conosco qualcuno che usa il mental Training nell'Hockey su pista ;-)
  • Giovanni
    l’As Lazio?
Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved