di Alessandra Anaclerio

Bari, il concorso tra le Accademie: «L'arte è un grande pesce che nuota in una vasca piccola»
BARI - Ci siamo quasi. Domani, martedì 1 ottobre, sarà il giorno del "Premio Nazionale delle Arti", concorso che per la prima volta vedrà come protagonista Bari. Sarà il capoluogo pugliese infatti a fare da palcoscenico a questo evento, che prevede la partecipazione di duecentodue giovani artisti e altrettante opere d’arte suddivise in otto categorie. I ragazzi provengono tutti dalle Accademie di Belle Arti sparse per l’Italia.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Ringrazio il Comune di Bari per averci messo a disposizione sia il teatro Margherita che il Petruzzelli», ha affermato con soddisfazione Giuseppe Sylos Labini, direttore dell'Accademia delle Belle Arti di Bari, intervenuto alla presentazione del concorso, tenutasi stamattina presso la Sala Murat.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Le opere sono in mostra presso il teatro Margherita (quelle che rientrano nella categoria video, installazione, scenografia e scultura) e nella Sala Murat, in cui è possibile ammirare dipinti, decorazioni, arti grafiche e e coereografiche. Domani, alle 18, ci sarà invece la premiazione, nella cornice del teatro Petruzzelli. A presiedere la giuria: il critico d’arte Vittorio Sgarbi.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Un concorso pensato per dare la possibilità ai nuovi talenti di emergere»,ha affermato il presidente dell’Accademia barese, Giancarlo Di Paola. Che poi ha spiegato con una metafora come «l'arte in Italia puó benissimo essere paragonata ad un grande pesce costretto a nuotare in una vasca piccola. Il nostro compito è quello di provare ad aiutare i ragazzi a rompere questa vasca, per far nuotare loro in mare aperto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Scritto da

Lascia un commento


Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved