di Nicola Paparella

Michele di Bari vecchia ancora aggredito: «Ma sorridiamo, che la vita è bella»
BARI – Ne avevamo parlato più di un anno fa. Raccontavamo le gesta di “Michele di Bari vecchia” il simpatico signore che si aggira la sera per le vie del borgo antico portando allegria in cambio di qualche spicciolo. Ma parlavamo anche del fatto che spesso il buon Michele viene derubato e malmenato da ladri e bulli (vigliacchi), che provano uno strano gusto nel sopraffare le persone più deboli. E questo purtroppo è avvenuto anche venerdì sera. (Vedi foto galleria).Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Michele è stato aggredito sotto l'arco di vico X Corsioli, una viuzza che si trova nei pressi di piazza Mercantile.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Sono circa le due di notte quando lo incontriamo con il viso rigato dalle lacrime. Biascica poche sofferte parole. «Sono venuti quattro ragazzi, erano alti e robusti. Non so se fossero drogati o meno, mi hanno buttato a terra - dice Michele indicando il braccio dolorante - e mi hanno derubato». 

E nonostante la zona al momento dell’aggressione fosse piena di ragazzi, nessuno gli ha prestato soccorso. «C’era un sacco di gente - dice Michele - hanno assistito alla scena ma non sono intervenuti, avranno avuto paura. Mi hanno portato via 10 euro, tutto quello che avevo».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Mi spiace molto, mi chiedo come si faccia a prendersela con uno come lui - sottolinea una ragazza -. Lo vedo in giro da anni, non dà fastidio a nessuno. L’hanno buttato a terra malamente e derubato, non ho veramente parole, anche perché nessuno dei presenti ha mosso un dito».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


«Eppure Michele è una persona di cuore – dice un altro giovane - una volta scherzando gli ho detto di essere in difficoltà e lui senza esitare ha tirato fuori una banconota e me l’ha data. Poi gli ho spiegato che scherzavo e gliel’ho restituita, ma sono rimasto molto sorpreso da questo suo gesto».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Luca, proprietario di un bar nei pressi della piazza, afferma a proposito di Michele: «Sono anni che lo conosco, mi spiace dover sentire queste cose. Dice di raccogliere qualcosa per lui e per la moglie, che a me però risulta essere morta una decina di anni fa. In più lui dice di avere una decina di figli, ma in realtà ne ha un paio che vivono fuori, evidentemente impossibilitati ad aiutarlo. Ha fatto ogni genere di lavori, si arrangia come può. Anni fa lavorava per un azienda sulla statale 100 e la sua occupazione era lavare i cadaveri».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Michele benvoluto, Michele brava persona, Michele però aggredito e non aiutato. Per fortuna lui la prende con filosofia e dopo essersi asciugato le lacrime ci dice: «Ora non so come fare per mangiare, ma sorridiamo lo stesso, che la vita è bella».

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Scritto da

Lascia un commento
  • underground resistance - mamma mia... nicola paparella ogni volta che scrive tira fuori un capolavoro....

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved