di Stefania Buono

Non ci sono solo Karate e Kung Fu: «La Lotta è l'arte marziale più dura»
BARI – Chiedete a una qualsiasi persona quali sono gli sport da combattimento più importanti, quasi sicuramente vi risponderà snocciolandovi i nomi delle arti marziali cinesi e giapponesi, come Karate, Judo e Kung Fu. Magari aggiungerà il Taekwondo, la Kickboxing e forse il pugilato. Eppure c’è una disciplina sportiva nostrana, europea, le cui regole sono state tramandate nel corso dei secoli, ma che chissà perché non riesce ad avere lo stesso fascino delle arti marziali orientali: è la Lotta.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Istituita per la prima volta  nel 708 a.C. in occasione della 18ª Olimpiade della Grecia antica, fa anche parte dei Giochi moderni fin dalla prima edizione del 1896. Si suddivide in due stili: la lotta greco-romana e quella libera, chiamata così perché a differenza della prima è possibile anche afferrare le gambe del proprio avversario e non solo le braccia. Inoltre la lotta libera può essere praticata da entrambi i sessi, mentre quella greco romana è l'unico sport al mondo esclusivamente maschile.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Come già detto però, questo sport viene snobbato da coloro che decidono di avvicinarsi al mondo del combattimento.  A Bari e provincia esistono solamente 7 società di lotta: un numero piccolo se paragonato alle 20 palestre dove si pratica lo judo e alle 33 dove si può svolgere il karate. Anche il dato sul numero di iscritti è impietoso: i pugliesi che praticano la lotta sono 300, contro i 2000 dello judo e i 2600 del karate.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Le ragioni che hanno portato alla maggiore popolarità degli sport da combattimento asiatici rispetto alla lotta sono tante - spiega Giuseppe Noia, presidente federale pugliese di Lotta -. A cominciare dal fatto che attorno alle arti marziali orientali “gira” una filosofia che tende al benessere sia fisico che psichico, che va oltre il semplice fine competitivo o di difesa personale come nella lotta. Inoltre con i film di Bruce Lee o la saga di Karate Kid, gli sport di combattimento orientali hanno raggiunto una popolarità immensa. E’ anche vero che questi sport sono più spettacolari, anche se sicuramente meno duri rispetto alla lotta».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

La lotta olimpica in Italia è comunque regolamentata dalle stessa federazione degli stili orientali: la Fijlkam (federazione italiana judo lotta karate arti marziali). A Bari le più importanti (per numero di iscritti) società dove è possibile allenarsi per la lotta sono l'Angiulli, il Cus e la Meeting Sport (vedi video). Questo sport viene praticato a partire dai sei anni, ma è solo dai dieci anni in poi che i bambini possono cominciare a competere.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ogni incontro è diviso in due round da tre minuti l'uno. «L'obiettivo è "schienare" l'avversario, ovvero proiettarlo con le spalle a terra. La schienata infatti equivale al ko della boxe e chi la esegue si aggiudica l'incontro», spiega Sante Bisignani, allenatore del Cus Bari. I contendenti tentano di eseguire diverse mosse (tra cui proiezioni, atterramenti, sbilanciamenti, controlli) alle quali vengono attribuiti dei punteggi che variano da uno a cinque a seconda della loro difficoltà. In assenza dello “schienamento”, la vittoria viene assegnata ai punti.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Gli iscritti nella disciplina della lotta come già detto non sono molti, ma non per questo nelle palestre di Bari mancano atleti che si sono imposti a livello nazionale (vedi foto galleria). Ad esempio c'è un giovane dell'Angiulli, il 22enne Fabio Parisi, che fa parte della nazionale e aspira ad entrare nel corpo militare delle Fiamme Oro, corpo sportivo della Polizia di Stato. Lui si è già aggiudicato due titoli italiani assoluti nella categoria Juniores ed ora punta alle olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. «Ho cominciato a lottare grazie a mio zio, che lottava a sua volta quand’era giovane – afferma Fabio -. Ormai pratico questo sport da quando avevo sei anni e non ho intenzione di lasciarlo».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Anche la Meeting Sport ha un ventenne promettente, Dylan Hazan, atleta di origini albanesi. È campione italiano juniores nella categoria 55 kg  e ha anche partecipato a due Europei e a un Mondiale. E pensare che ha iniziato a lottare solo per volere di suo padre. «Ha insistito lui perché era una modo per togliermi dalla strada, ma alla fine sono stato io stesso ad appassionarmi», spiega il giovane. Dylan è oggi allenato da Francesco Costantino, ex atleta che ha partecipato alle Olimpiadi di Atlanta nel 1996 e ha vinto un bronzo europeo ed un argento mondiale, oltre che una quindicina di titoli a livello nazionale.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ha tinte rosa invece il CUS Bari, visto che i suoi atleti di maggiore talento sono due ragazze 19enni, grintose e determinate però quanto i loro colleghi maschi. Una è Annarita Losito, che ha alle spalle un palmares invidiabile: fa parte della Nazionale Italiana e ha vinto campionati nazionali in quasi tutte le categorie, dagli esordienti quando aveva 15 anni fino ai senior (addirittura in una fascia di età superiore alla sua, visto che rientrerebbe ancora tra gli atleti junior). «La lotta è diventato uno stile di vita per me. Il mio obiettivo adesso? Arrivare alle Olimpiadi, se riesco già a Rio il prossimo anno», dice la ragazza.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

L’altra si chiama Alessia Diletta Turturo e viene da Ruvo di Puglia. È arrivata due volte seconda ai campionati italiani e ha vinto i Giochi della Gioventù. «Non per sminuire altri sport - ci confida -  ma la lotta è unica perché permette di sviluppare l’intelligenza e la coordinazione più di qualsiasi altra disciplina». Altro che judo e kung fu.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Nel video (di Gianni De Bartolo) gli allenamenti di Lotta nelle palestre Cus e Meeting Sport:



© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Scritto da

Lascia un commento


Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved