Letto: 744 volte | Inserita: domenica 8 ottobre 2017 | Visitatore: Claudio

Ho 73 anni e dieci anni fa a causa di un infarto fortunatamente non grave sono stato operato con tre bypass. In questo momento sto bene: sono appassionato di camminate in montagna e pratico il tennis. Posso continuare a praticare questi hobby/sport con tranqullità?

Un infarto esitato in intervento di triplice bypass aorto coronarico non è stato certo lieve. Anche se sono passati 10 anni dall’evento acuto l’esercizio fisico che pratica deve avere più che altro valenza ludica, facendo sempre in modo di non esagerare. Bene le passeggiate, meglio in compagnia, ma deve essere sempre attento a mantenere la sua frequenza cardiaca sotto il 70% di quella massima teorica (220 meno l’età).

Se fatto, ripeto, in maniera “ricreativa”, la scelta del tennis è ottima, perché è l’unico sport che può gestire in prima persona, scegliendo ad esempio se andare o meno incontro alla palla o sollevarsi per una volée, tenendo chiaramente conto della sua forza muscolare e della condizione di contrattilità cardiovascolare.

 

Risponde

RICCARDO GUGLIELMI – Medico cardiologo sportivo Specialista in malattie dell’apparato cardiovascolare e cardioangiochirurgia, è stato Direttore della Cardiologia Ospedaliera “Luigi Colonna” del Policlinico di Bari e docente di cardiologia presso la Scuola di specializzazione in medicina dello Sport dell’Università di Bari.

FAI UNA DOMANDA

Nome
Codice di controllo
Commento
Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved