http://www.barinedita.it/ Notizie inedite da Bari. it Tue, 10 Jun 2003 09:41:01 GMT http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss Weblog Editor 2.0 info@barinedita.it (Marco Montrone) info@netboom.it (Netboom) BarInedita opinioni La routine lavorativa Fu esaltata da Diderot nella sua Encyclopedie http://www.barinedita.it/opinioni/n2951-la-routine-lavorativa-fu-esaltata-da-diderot-nella-sua-encyclopedie La routine lavorativa Fu esaltata da Diderot nella sua Encyclopedie

La fine della società moderna è stata segnata dalla rivolta contro la routine, la cui esaltazione come insostituibile e innovativo mezzo di apprendimento, è alla base della grande Encyclopedie di Diderot, pubblicata tra il 1751 e il 1772 all’alba del capitalismo industriale.   Gli articoli dell’Encyclopedie che ebbero più audience tra i ben educati lettori dell’epoca  furono quelli sulla vita quotidiana: redatti da diversi autori a proposito dell’industria, dell’agricoltura e dei vari mestieri erano  accompagnati da una serie di incisioni  che mostravano come costruire una sedia o scolpire una pietra. Il disegno alla metà Settecento era caratterizzato dall’eleganza del tratto, che di solito gli artisti impiegavano per dipingere scene di svaghi aristocratici o paesaggi. Anche  gli illustratori del

]]>
Tue, 4 Jul 2017 18:33:00 +0100
Cena dei ferraristi davanti alla Basilica chi ha dato l’ok Decaro: Non ne so nulla http://www.barinedita.it/opinioni/n2942-cena-dei-ferraristi-davanti-alla-basilica-chi-ha-dato-l’ok-decaro--non-ne-so-nulla Cena dei ferraristi davanti alla Basilica chi ha dato l’ok Decaro: Non ne so nulla

BARI – Una città unanimemente sdegnata. E’ la Bari che, il 23 giugno scorso, ha appreso il modo in cui si era conclusa la tappa barese della “Ferrari cavalcade”, la sfilata di cento auto private del “cavallino rampante”. Attraversati il Lungomare e la città vecchia fin sulla Muraglia (chiusa da anni alle auto “normali”), i ferraristi si sono infatti dati convegno davanti al sagrato della Basilica per una cena all’aperto. Ai cittadini e ai turisti è stato interdetto per tutta la serata il tratto

]]>
Wed, 28 Jun 2017 12:52:00 +0100
L'esteta: quell'implacabile voglia di ricercare a tutti i costi la Bellezza http://www.barinedita.it/opinioni/n2924-l-esteta--quell-implacabile-voglia-di-ricercare-a-tutti-i-costi-la-bellezza L'esteta: quell'implacabile voglia di ricercare a tutti i costi la Bellezza

Per tutta la vita sono stato assillato dal pungolo implacabile dell’Estetica, della ricerca della Bellezza di un gesto, di un quadro, di una strada, di un volto.   La cosa mi ha creato più frustrazione che piacere: il sollievo è stato sempre e solo momentaneo. A volte anzi l'intervallo tra il sollievo e i primi sintomi di una nuova frustrazione mi è sembrato così breve da rappresentare appena una pausa in uno stato ininterrotto di insoddisfazione.   Negli anni 80 mi sono fatto contagiare dallo spirito frivolo che si era diffuso nel mondo. Quella sensazione di costante euforia (per quanto velata dal presentimento certo che un clima simile non poteva durare a lungo…) era venuta a coincidere con la mia  massima curiosità creativa, dopo la sensazione di stupida ma ininterrotta paura degli anni precedenti (il terrorismo, gli anni ’70, i numeri sui citofoni!). Mi era sembrato a un certo punto

]]>
Fri, 9 Jun 2017 13:49:00 +0100
Ho sognato Rita Levi Montalcini: mi ha spiegato perche si smette di vivere http://www.barinedita.it/opinioni/n2918-ho-sognato-rita-levi-montalcini--mi-ha-spiegato-perche-si-smette-di-vivere Ho sognato Rita Levi Montalcini: mi ha spiegato perche si smette di vivere

Stanotte ho sognato Rita Levi Montalcini che mi spiegava perché si smette di vivere.   “Veda, anche se si abolissero tutte le malattie si morirebbe lo stesso. Se prendessimo delle cellule viventi per coltivarle in laboratorio vedremmo che esse si riproducono per un numero limitato di volte fino a quando, senza che intervenga nulla di anormale, questo processo si arresta”.   E’ la regola della sintesi delle proteine.   Le proteine sono quelle sostanze che guidano e controllano il funzionamento della cellula e cioè dell’elemento fondamentale di ogni organismo vivente. La sintesi delle proteine è il risultato di un’informazione che passa dal DNA dei geni del nucleo (cioè dal centro più intimo della cellula) fino al citoplasma, la massa cellulare che sta intorno al nucleo.   Avviene purtroppo che i meccanismi che regolano il transito

]]>
Thu, 1 Jun 2017 13:42:00 +0100
Il giorno in cui Michelangelo Antonioni racconto quella storia http://www.barinedita.it/opinioni/n2903-il-giorno-in-cui-michelangelo-antonioni-racconto-quella-storia-- Il giorno in cui Michelangelo Antonioni racconto quella storia

Un giorno Michelangelo Antonioni  raccontò questa storia.   Era per me un periodo molto difficile. Avevo filmato le città dell’incomunicabilità, i tanti momenti di sconforto del nostro cuore, i deserti della mente nelle sere della domenica, quando tutte le malinconie vengono a trovarci. Iniziavo a sentire il desiderio di quella carezza che da piccoli scioglieva tutte le nostre paure.   Consigliato da una brava persona incominciai a frequentare un monastero vicino Pesaro, dove mi recavo, saltuariamente, a discorrere con una badessa di un ordine di claustrali. Io le parlavo e lei ascoltava, dietro la cortina, come se avesse un ricamo tra le mani.   In poco tempo quell’appuntamento diventò per me il fulcro delle mie giornate, la foce dei torrenti che attraversavano i letti scomposti delle mie curiosità: mi innamorai.   All’inizio ebbi ribrezzo di me, 

]]>
Tue, 23 May 2017 01:19:00 +0100
Libreria Laterza Barinedita incontra i suoi lettori: foto e video http://www.barinedita.it/opinioni/n2901-libreria-laterza-barinedita-incontra-i-suoi-lettori--foto-e-video Libreria Laterza Barinedita incontra i suoi lettori: foto e video

BARI –  Sono passati 4 anni e mezzo da quando, nel settembre del 2012, decidemmo di intraprendere quest’avventura chiamata Barinedita. In tanti mesi abbiamo scritto migliaia articoli, raggiungendo più di 8 milioni di visualizzazioni. Ma i numeri che più ci soddisfano sono quelli dei nostri “fan”. Quelle 23mila persone che ci seguono ogni giorno sulla nostra pagina Facebook e attraverso la newsletter: commentando, interagendo e condividendo i nostri contenuti. Persone con le quali, seppur virtualmente, abbiamo stretto un rapporto, fatto di complimenti, ma anche di preziose critiche, che ci stanno permettendo di crescere e di migliorare il nostro lavoro. E così ci s

]]>
Sat, 20 May 2017 19:53:00 +0100
Bari i perche di un fallimento: scelte frettolose preparazione atletica errata il ds http://www.barinedita.it/opinioni/n2896-bari-i-perche-di-un-fallimento--scelte-frettolose-preparazione-atletica-errata-il-ds Bari i perche di un fallimento: scelte frettolose preparazione atletica errata il ds

BARI – Giunti ormai all’ultimo atto di un campionato a dir poco deludente per il Bari e messo ormai in archivio il miraggio dei playoff per l’accesso alla serie A, si impone necessariamente una domanda: quali sono i motivi che hanno portato a questo clamoroso insuccesso? Abbiamo provato a individuarli. Sogliano e Stellone - La stagione del Bari nasce subito male. Di fatto le convulse circostanze che portano Giancaspro alla presidenza della società, costringono la neonata dirigenza a scelte precipitose dettate dal breve tempo a disposizione per mettere su una squadra. Così viene nominato prima il mister (Stellone) e poi il direttore sportivo (Sogliano), quando di solito è quest’ultimo a prendersi la responsabilità di decidere il tecnico. E si parte con il piede sbagliato,

BARI – Una città chiusa e blindata. E’ quella andata in scena nei tre giorni del G7, quando dall'11 al 13 maggio Bari ha ospitato l’incontro tra i ministri delle Finanze dei Paesi più industrializzati del mondo. Ma tra commercianti infuriati per i mancati incassi dovuti a una città deserta, scuole chiuse, difficoltà nel raggiungere il posto di lavoro, c’è chi si è fatto una semplice domanda: “Ne è valsa la pena?”. Basti vedere i numerosi commenti al nostro video pubblicato su Facebook il primo giorno del G7, per capire come molti baresi non abbiano per nulla preso bene la deci

]]>
Tue, 16 May 2017 14:00:00 +0100
Quell’oasi nel deserto ai confini tra Algeria e Marocco: e il campo nomade di Erfoud http://www.barinedita.it/opinioni/n2877-quell’oasi-nel-deserto-ai-confini-tra-algeria-e-marocco--e-il-campo-nomade-di-erfoud Quell’oasi nel deserto ai confini tra Algeria e Marocco: e il campo nomade di Erfoud

C’è un campo nomade ai confini tra Algeria e Marocco: attende visite. Per arrivarci bisogna partire di buon mattino da Marrakech prendendo la strada che va verso Ouarzazate, passando attraverso il picco Tichka e percorrendo per circa tre ore un’incantevole piana. Un tè caldo alla menta e si prosegue, attraversando una delle valli più emozionanti dell’Atlante: quella del Dades, costeggiata da decine e decine di antiche kasbah in terra. L’ultimo tratto è di circa 50 km rettilinei nel deserto più arido. Qui si pernotta in un rifugio senza tetto e senza tempo, per ripartire al mattino in direzione di Rissani. Il tragitto diventa straordinario per la morfologia svariata del territorio che si attraversa: corsi di antichi fiumi divenuti tracciati per piste  di nomadi, avvallamenti rocciosi, vere e proprie montagne di pietra nera mozzate in cima, pastori soli

]]>
Fri, 5 May 2017 18:37:00 +0100
Storie vere che non sembrano vere: ''Trash'' le bottiglie dell’Heineken in Suriname http://www.barinedita.it/opinioni/n2866-storie-vere-che-non-sembrano-vere----trash---le-bottiglie-dell’heineken-in-suriname Storie vere che non sembrano vere: ''Trash'' le bottiglie dell’Heineken in Suriname

Un giorno il famoso magnate della birra Albert "Freddy" Heineken (nella foto) visitò il Suriname, il piccolo Stato sudamericano che si trova a nord del Brasile.   Quello è un posto dove la popolazione, con incredibile ingegno ed avidità, ricicla ogni rifiuto.   I tetti vengono costruiti riadattando le lamiere delle auto, i giocattoli si reinventano usando le bucce di banana, le figure di animali dette “feticci” inglobano vecchie forchette, chiodi e molle di materassi arrugginite. Tutto è riutilizzato e le “cose” guadagnano una seconda e terza vita, pur senza perdere del tutto la propria identità.   Per questo Heineken inorridì nel vedere quante bottiglie vuote della sua birra devastassero il paesaggio: erano infatti tra i pochi oggetti non riciclabili e per questo praticamente inutili. Decise di fare qualcosa. ]]> Wed, 26 Apr 2017 18:02:00 +0100 Bari contro il Verona segnali di crescita: ma senza attaccanti non si vince http://www.barinedita.it/opinioni/n2705-bari-contro-il-verona-segnali-di-crescita--ma-senza-attaccanti-non-si-vince Bari contro il Verona segnali di crescita: ma senza attaccanti non si vince

BARI - Sconfitta sì ma di quelle che non fanno male. Il Bari infatti perde contro il Verona, probabilmente la squadra più forte del campionato, ma non demerita: punita a 5 minuti dalla fine dopo aver dimostrato per tutta la partita personalità e compattezza nei reparti. Colantuono è costretto a rinunciare fin dal primo minuto a Maniero (poi entrato nella ripresa a sostituire un opaco e inconcludente De Luca), giocando senza un centravanti vero. E la mancanza di peso in attacco si è avvertita: pur in presenza di un gioco offensivo più vivace e con maggiori verticalizzazioni, è mancata concretezza sotto porta. Purtroppo considerando anche l’assenza dell’altro n.9 in rosa (Monachello), afflitto da problemi fisici di lunga durata, i biancorossi si sono ritrovati a giocare, ancora una volta, senza punte di ruolo e così risult

]]>
Tue, 29 Nov 2016 11:11:00 +0100
Determinazione e organizzazione di gioco: il Bari di Colantuono convince http://www.barinedita.it/opinioni/n2694-determinazione-e-organizzazione-di-gioco--il-bari-di-colantuono-convince Determinazione e organizzazione di gioco: il Bari di Colantuono convince

BARI – Una vittoria convincente, che fa finalmente ben sperare per il futuro. E’ quella di sabato scorso contro il Carpi, che ha visto finalmente un Bari protagonista e in grado di infilare per due volte la porta avversaria senza subire reti. Un tondo 2-0 frutto di organizzazione e lavoro che potrebbe rappresentare la svolta di una  stagione finora condita tra troppi alti e bassi.   Di certo il Bari del neo tecnico Colantuono ha mostrato maggiore determinazione e cattiveria agonistica rispetto al passato. La squadra è apparsa più brillante e reattiva sul piano fisico e soprattutto dotata di maggiore personalità. Non è un caso infatti se i biancorossi nel finale siano riusciti  gestire il vantaggio attraverso un continuo possesso palla. E poi c’è il modulo:

BARI – Un Bari più ordinato, ma che mostra ancora poca qualità, scarsa convinzione e una condizione atletica non al top. L’esordio di Colantuono sulla panchina dei biancorossi non è memorabile: un pareggio in casa contro lo Spezia non rappresenta certo un risultato in grado di dare un sterzata al finora deludente cammino del Bari. Come avevamo preannunciato il nuovo mister cambia modulo, passando dal 4-4-2 di Stellone al più adatto (viste le caratteristiche dei giocatori) 4-3-3. Romizi va in cabina di regia, Valiani e Fedele sono gli interni di centrocampo e De Luca e Brienza gli esterni d’attacco. Con questo sistema di gioco la squadra riesce a non andare in inferiorità numerica in mezzo al campo e

]]> Mon, 14 Nov 2016 12:47:00 +0100 Bari: sara 4-3-3. Ecco come giochera Colantuono il mister sponsorizzato da Angelozzi http://www.barinedita.it/opinioni/n2672-bari--sara-4-3-3.-ecco-come-giochera-colantuono-il-mister-sponsorizzato-da-angelozzi Bari: sara 4-3-3. Ecco come giochera Colantuono il mister sponsorizzato da Angelozzi

BARI - La guerra fredda tra Sogliano e Stellone si risolve (com’era prevedibile) a favore del primo, con l’allenatore romano esonerato e sostituito da Stefano Colantuono (nella foto).  Certo, Stellone non è immune da colpe: abbiamo più volte sottolineato la sua eccessiva rigidità riguardo alla scelta del modulo 4-4-2. Ma l’errore sta a monte ed è stato compiuto dalla società che ha scelto prima l’allenatore e poi il direttore sportivo, innescando così una serie di “incomprensioni” cominciate già durante la campagna acquisti.<

]]>
Tue, 8 Nov 2016 10:40:00 +0100
Il Bari vince ora pero serve continuita e chiarezza: anche nei confronti dei tifosi http://www.barinedita.it/opinioni/n2667-il-bari-vince-ora-pero-serve-continuita-e-chiarezza--anche-nei-confronti-dei-tifosi Il Bari vince ora pero serve continuita e chiarezza: anche nei confronti dei tifosi

BARI - La panchina di Stellone, almeno per il momento, è salva: il Bari vince 2 a 0 con la Pro Vercelli e spazza via le dense nubi delle che l’avevano minacciato per tutta la settimana. Maniero e Brienza, i fedelissimi, la coppia di attacco più affidabile dei biancorossi, pur in condizioni fisiche non ottimali tornano al gol regalando alla squadra tre punti fondamentali per riprendere fiato. Menzione positiva merita senza dubbio Cassani, che seppur a sinistra ha disputato un buon match dopo diverse settimane di stop. Da elogiare poi Sabelli, che ha giocato la sua migliore partita del campionato, potendo contare sulla rinnovata sicurezza dimostrata da tutti i colleghi di reparto e molto buona la partita di Romizi a centrocampo, in cui con agilità e intelligenza è riuscito a recuperare infiniti palloni, costretto poi alla resa solo dalle ormai croniche noi

]]>
Mon, 31 Oct 2016 12:03:00 +0100
Bari colpe non solo del mister ma e ora di cambiare: perche non puntare su Urbano http://www.barinedita.it/opinioni/n2660-bari-colpe-non-solo-del-mister-ma-e-ora-di-cambiare--perche-non-puntare-su-urbano Bari colpe non solo del mister ma e ora di cambiare: perche non puntare su Urbano

BARI – Avevamo avvisato che non bisognava cullarsi sugli allori dopo la vittoria con il Trapani e purtroppo siamo stati (facili) profeti: le fragili illusioni di ripresa maturate dal Bari si sono miseramente infrante al Piola contro il Novara. I biancorossi hanno perso per 1-0 ma ad andare in scena è stata una sconfortante debacle, le cui dimensioni emergono dalle parole di delusione e sconforto pronunciate dello stesso mister Stellone a fine match. «Il nostro primo tempo è stato orribile, vergognoso. Una squadra senza anima. Arrivavamo terzi su ogni pallone. Nel secondo tempo c'è stata una reazione, ma non va bene. Perdiamo punti importanti. Abbiamo regalato un tempo e in questo momento non ce lo possiamo permettere».
]]> Wed, 26 Oct 2016 12:38:00 +0100 Maniero Moras Monachello: il Bari ritrova le sue “tre M” ed e finalmente vittoria http://www.barinedita.it/opinioni/n2658-maniero-moras-monachello--il-bari-ritrova-le-sue-“tre-m”-ed-e-finalmente-vittoria Maniero Moras Monachello: il Bari ritrova le sue “tre M” ed e finalmente vittoria

BARI - E finalmente la tanto sospirata vittoria del Bari, che mancava da oltre un mese, è arrivata. Sabato al San Nicola i Galletti hanno infatti battuto per 3-0 il Trapani, grazie ai gol di Ivan e alla doppietta di Monachello. Tre punti che fanno risplendere il sole in terra barese, portando un po’ di serenità a una squadra discontinua e confusa, che nelle ultime settimane ha sofferto non poco. Nonostante la prevedibile tensione, in una delicatissima partita in cui i biancorossi si giocavano di fatto “la faccia”, molti giocatori sono riusciti a offrire una prova dignitosa e a tratti convincente. C’è da dire che contro il Trapani il Bari ha finalmente ritrovato alcune pedine fondamentali (le sue "3 M") che nei match precedenti erano mancati per problemi fisici. Da Moras (vero leader della difesa), a Maniero, per finire al già citato Mo

]]>
Mon, 24 Oct 2016 13:10:00 +0100
Il Bari crolla a Frosinone: ora autocritica confronto e soprattutto cambiamento http://www.barinedita.it/opinioni/n2647-il-bari-crolla-a-frosinone--ora-autocritica-confronto-e-soprattutto-cambiamento Il Bari crolla a Frosinone: ora autocritica confronto e soprattutto cambiamento

La sconfitta di ieri al "Matusa" contro il Frosinone per 3-1 ha un sapore veramente amaro per il Bari. Segna infatti la prima eclatante sconfitta fuori casa per i biancorossi, arrivando dopo la buona prestazione tra le mura amiche (sia pure senza vittoria) contro l'Entella che aveva fatto sperare in un colpaccio in trasferta. Sono bastati pochi minuti al Bari per sprofondare nel baratro: tutti i reparti hanno mostrato falle imbarazzanti e scarsa capacità di reazione e di costruzione del gioco. La maggior parte dei giocatori ha disputato una gara che non arriva alla sufficienza, compiendo passi indietro tali da renderli irriconoscibili rispetto alla settimana scorsa. Imbarazzanti De Luca, eccessivamente confuso e falloso e Tonucci, inutilmente aggressivo e impreciso. Del tutto assenti dal gioco Martinho e lo stesso Daprelà (n

]]>
Mon, 17 Oct 2016 13:33:00 +0100
Bari formazione logica e bel gioco: nonostante il pari la strada e quella giusta http://www.barinedita.it/opinioni/n2641-bari-formazione-logica-e-bel-gioco--nonostante-il-pari-la-strada-e-quella-giusta Bari formazione logica e bel gioco: nonostante il pari la strada e quella giusta

BARI - Un pareggio bugiardo. Quello che ha affrontato domenica il Virtus Entella è stato senza dubbio il miglior Bari della stagione. Padrone del campo per tutta la partita, ha sfoderato corsa, gioco, volontà e determinazione. Eppure anche ieri la vittoria è mancata. Tra errori di mira, sfortuna e grandi parate del portiere avversario, la squadra non è riuscita a capitalizzare le tante occasioni create. Peccato, ma la strada è quella giusta. Finalmente mister Stellone sta puntando sugli uomini più adeguati e sulla formazione più logica. Da Micai, ritornato in porta dopo due turni in panchina]]> Mon, 10 Oct 2016 13:54:00 +0100 Stellone cambia le ali e il Bari vola: ma c'e il “masochistico” problema Ichazo http://www.barinedita.it/opinioni/n2628-stellone-cambia-le-ali-e-il-bari-vola--ma-c-e-il-“masochistico”-problema-ichazo Stellone cambia le ali e il Bari vola: ma c'e il “masochistico” problema Ichazo

Dopo una settimana difficile, sulla quale è pesata l’amarezza della disastrosa sconfitta casalinga contro il Benevento e in cui si sono avvicendate le conferenze stampa di Sogliano e Stellone, che hanno confermato la mancanza di un completo accordo tra ds e tecnico, in pochi si sarebbero aspettati di assistere al Rigamonti di Brescia alla reazione positiva e ai discreti ma incoraggianti segnali di ripresa del Bari. L'1-1 colto in casa delle "rondinelle" è merito anche della capacità dell’allenatore di rimescolare le carte, inserendo uomini nuovi lì dove ce n’era più bisogno: sulle fasce. Ivan e Furlan sono andati infatti in panchina e sulle ali sono stati schierati Mar

]]>
Sat, 1 Oct 2016 17:24:00 +0100