http://www.barinedita.it/ Notizie inedite da Bari. it Tue, 10 Jun 2003 09:41:01 GMT http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss Weblog Editor 2.0 info@barinedita.it (Marco Montrone) info@netboom.it (Netboom) BarInedita opinioni Bari contro il Verona segnali di crescita: ma senza attaccanti non si vince http://www.barinedita.it/opinioni/n2705-bari-contro-il-verona-segnali-di-crescita--ma-senza-attaccanti-non-si-vince Bari contro il Verona segnali di crescita: ma senza attaccanti non si vince

BARI - Sconfitta sì ma di quelle che non fanno male. Il Bari infatti perde contro il Verona, probabilmente la squadra più forte del campionato, ma non demerita: punita a 5 minuti dalla fine dopo aver dimostrato per tutta la partita personalità e compattezza nei reparti. Colantuono è costretto a rinunciare fin dal primo minuto a Maniero (poi entrato nella ripresa a sostituire un opaco e inconcludente De Luca), giocando senza un centravanti vero. E la mancanza di peso in attacco si è avvertita: pur in presenza di un gioco offensivo più vivace e con maggiori verticalizzazioni, è mancata concretezza sotto porta. Purtroppo considerando anche l’assenza dell’altro n.9 in rosa (Monachello), afflitto da problemi fisici di lunga durata, i biancorossi si sono ritrovati a giocare, ancora una volta, senza punte di ruolo e così risult

]]>
Tue, 29 Nov 2016 11:11:00 +0100
Determinazione e organizzazione di gioco: il Bari di Colantuono convince http://www.barinedita.it/opinioni/n2694-determinazione-e-organizzazione-di-gioco--il-bari-di-colantuono-convince Determinazione e organizzazione di gioco: il Bari di Colantuono convince

BARI – Una vittoria convincente, che fa finalmente ben sperare per il futuro. E’ quella di sabato scorso contro il Carpi, che ha visto finalmente un Bari protagonista e in grado di infilare per due volte la porta avversaria senza subire reti. Un tondo 2-0 frutto di organizzazione e lavoro che potrebbe rappresentare la svolta di una  stagione finora condita tra troppi alti e bassi.   Di certo il Bari del neo tecnico Colantuono ha mostrato maggiore determinazione e cattiveria agonistica rispetto al passato. La squadra è apparsa più brillante e reattiva sul piano fisico e soprattutto dotata di maggiore personalità. Non è un caso infatti se i biancorossi nel finale siano riusciti  gestire il vantaggio attraverso un continuo possesso palla. E poi c’è il modulo:

BARI – Un Bari più ordinato, ma che mostra ancora poca qualità, scarsa convinzione e una condizione atletica non al top. L’esordio di Colantuono sulla panchina dei biancorossi non è memorabile: un pareggio in casa contro lo Spezia non rappresenta certo un risultato in grado di dare un sterzata al finora deludente cammino del Bari. Come avevamo preannunciato il nuovo mister cambia modulo, passando dal 4-4-2 di Stellone al più adatto (viste le caratteristiche dei giocatori) 4-3-3. Romizi va in cabina di regia, Valiani e Fedele sono gli interni di centrocampo e De Luca e Brienza gli esterni d’attacco. Con questo sistema di gioco la squadra riesce a non andare in inferiorità numerica in mezzo al campo e

]]>
Mon, 14 Nov 2016 12:47:00 +0100
Bari: sara 4-3-3. Ecco come giochera Colantuono il mister sponsorizzato da Angelozzi http://www.barinedita.it/opinioni/n2672-bari--sara-4-3-3.-ecco-come-giochera-colantuono-il-mister-sponsorizzato-da-angelozzi Bari: sara 4-3-3. Ecco come giochera Colantuono il mister sponsorizzato da Angelozzi

BARI - La guerra fredda tra Sogliano e Stellone si risolve (com’era prevedibile) a favore del primo, con l’allenatore romano esonerato e sostituito da Stefano Colantuono (nella foto).  Certo, Stellone non è immune da colpe: abbiamo più volte sottolineato la sua eccessiva rigidità riguardo alla scelta del modulo 4-4-2. Ma l’errore sta a monte ed è stato compiuto dalla società che ha scelto prima l’allenatore e poi il direttore sportivo, innescando così una serie di “incomprensioni” cominciate già durante la campagna acquisti.<

]]>
Tue, 8 Nov 2016 10:40:00 +0100
Il Bari vince ora pero serve continuita e chiarezza: anche nei confronti dei tifosi http://www.barinedita.it/opinioni/n2667-il-bari-vince-ora-pero-serve-continuita-e-chiarezza--anche-nei-confronti-dei-tifosi Il Bari vince ora pero serve continuita e chiarezza: anche nei confronti dei tifosi

BARI - La panchina di Stellone, almeno per il momento, è salva: il Bari vince 2 a 0 con la Pro Vercelli e spazza via le dense nubi delle che l’avevano minacciato per tutta la settimana. Maniero e Brienza, i fedelissimi, la coppia di attacco più affidabile dei biancorossi, pur in condizioni fisiche non ottimali tornano al gol regalando alla squadra tre punti fondamentali per riprendere fiato. Menzione positiva merita senza dubbio Cassani, che seppur a sinistra ha disputato un buon match dopo diverse settimane di stop. Da elogiare poi Sabelli (nella foto), che ha giocato la sua migliore partita del campionato, potendo contare sulla rinnovata sicurezza dimostrata da tutti i colleghi di reparto e molto buona la partita di Romizi a centrocampo, in cui con agilità e intelligenza è riuscito a recuperare infiniti palloni, costretto poi alla resa solo da

]]>
Mon, 31 Oct 2016 12:03:00 +0100
Bari colpe non solo del mister ma e ora di cambiare: perche non puntare su Urbano http://www.barinedita.it/opinioni/n2660-bari-colpe-non-solo-del-mister-ma-e-ora-di-cambiare--perche-non-puntare-su-urbano Bari colpe non solo del mister ma e ora di cambiare: perche non puntare su Urbano

BARI – Avevamo avvisato che non bisognava cullarsi sugli allori dopo la vittoria con il Trapani e purtroppo siamo stati (facili) profeti: le fragili illusioni di ripresa maturate dal Bari si sono miseramente infrante al Piola contro il Novara. I biancorossi hanno perso per 1-0 ma ad andare in scena è stata una sconfortante debacle, le cui dimensioni emergono dalle parole di delusione e sconforto pronunciate dello stesso mister Stellone a fine match. «Il nostro primo tempo è stato orribile, vergognoso. Una squadra senza anima. Arrivavamo terzi su ogni pallone. Nel secondo tempo c'è stata una reazione, ma non va bene. Perdiamo punti importanti. Abbiamo regalato un tempo e in questo momento non ce lo possiamo permettere».
]]> Wed, 26 Oct 2016 12:38:00 +0100 Maniero Moras Monachello: il Bari ritrova le sue “tre M” ed e finalmente vittoria http://www.barinedita.it/opinioni/n2658-maniero-moras-monachello--il-bari-ritrova-le-sue-“tre-m”-ed-e-finalmente-vittoria Maniero Moras Monachello: il Bari ritrova le sue “tre M” ed e finalmente vittoria

BARI - E finalmente la tanto sospirata vittoria del Bari, che mancava da oltre un mese, è arrivata. Sabato al San Nicola i Galletti hanno infatti battuto per 3-0 il Trapani, grazie ai gol di Ivan e alla doppietta di Monachello (nella foto). Tre punti che fanno risplendere il sole in terra barese, portando un po’ di serenità a una squadra discontinua e confusa, che nelle ultime settimane ha sofferto non poco. Nonostante la prevedibile tensione, in una delicatissima partita in cui i biancorossi si giocavano di fatto “la faccia”, molti giocatori sono riusciti a offrire una prova dignitosa e a tratti convincente. C’è da dire che contro il Trapani il Bari ha finalmente ritrovato alcune pedine fondamentali (le sue "3 M") che nei match precedenti erano mancati per problemi fisici. Da Moras (vero leader della difesa), a Maniero, per finire al gi&agr

]]>
Mon, 24 Oct 2016 13:10:00 +0100
Il Bari crolla a Frosinone: ora autocritica confronto e soprattutto cambiamento http://www.barinedita.it/opinioni/n2647-il-bari-crolla-a-frosinone--ora-autocritica-confronto-e-soprattutto-cambiamento Il Bari crolla a Frosinone: ora autocritica confronto e soprattutto cambiamento

La sconfitta di ieri al "Matusa" contro il Frosinone per 3-1 ha un sapore veramente amaro per il Bari. Segna infatti la prima eclatante sconfitta fuori casa per i biancorossi, arrivando dopo la buona prestazione tra le mura amiche (sia pure senza vittoria) contro l'Entella che aveva fatto sperare in un colpaccio in trasferta. Sono bastati pochi minuti al Bari per sprofondare nel baratro: tutti i reparti hanno mostrato falle imbarazzanti e scarsa capacità di reazione e di costruzione del gioco. La maggior parte dei giocatori ha disputato una gara che non arriva alla sufficienza, compiendo passi indietro tali da renderli irriconoscibili rispetto alla settimana scorsa. Imbarazzanti De Luca, eccessivamente confuso e falloso e Tonucci, inutilmente aggressivo e impreciso. Del tutto assenti dal gioco Martinho e lo stesso Daprelà (n

]]>
Mon, 17 Oct 2016 13:33:00 +0100
Bari formazione logica e bel gioco: nonostante il pari la strada e quella giusta http://www.barinedita.it/opinioni/n2641-bari-formazione-logica-e-bel-gioco--nonostante-il-pari-la-strada-e-quella-giusta Bari formazione logica e bel gioco: nonostante il pari la strada e quella giusta

BARI - Un pareggio bugiardo. Quello che ha affrontato domenica il Virtus Entella è stato senza dubbio il miglior Bari della stagione. Padrone del campo per tutta la partita, ha sfoderato corsa, gioco, volontà e determinazione. Eppure anche ieri la vittoria è mancata. Tra errori di mira, sfortuna e grandi parate del portiere avversario, la squadra non è riuscita a capitalizzare le tante occasioni create. Peccato, ma la strada è quella giusta. Finalmente mister Stellone sta puntando sugli uomini più adeguati e sulla formazione più logica. Da Micai, ritornato in porta dopo due turni in panchina]]> Mon, 10 Oct 2016 13:54:00 +0100 Stellone cambia le ali e il Bari vola: ma c'e il “masochistico” problema Ichazo http://www.barinedita.it/opinioni/n2628-stellone-cambia-le-ali-e-il-bari-vola--ma-c-e-il-“masochistico”-problema-ichazo Stellone cambia le ali e il Bari vola: ma c'e il “masochistico” problema Ichazo

Dopo una settimana difficile, sulla quale è pesata l’amarezza della disastrosa sconfitta casalinga contro il Benevento e in cui si sono avvicendate le conferenze stampa di Sogliano e Stellone, che hanno confermato la mancanza di un completo accordo tra ds e tecnico, in pochi si sarebbero aspettati di assistere al Rigamonti di Brescia alla reazione positiva e ai discreti ma incoraggianti segnali di ripresa del Bari. L'1-1 colto in casa delle "rondinelle" è merito anche della capacità dell’allenatore di rimescolare le carte, inserendo uomini nuovi lì dove ce n’era più bisogno: sulle fasce. Ivan e Furlan sono andati infatti in panchina e sulle ali sono stati schierati Mar

]]>
Sat, 1 Oct 2016 17:24:00 +0100
Bari troppi giocatori fuori ruolo: tra ds e mister poca sintonia durante il mercato http://www.barinedita.it/opinioni/n2621-bari-troppi-giocatori-fuori-ruolo--tra-ds-e-mister-poca-sintonia-durante-il-mercato Bari troppi giocatori fuori ruolo: tra ds e mister poca sintonia durante il mercato

Una partita decisamente da dimenticare quella di sabato del Bari contro il Benevento: dopo il Cittadella un’altra neopromossa sbanca il San Nicola e lo fa trionfando con un secco ed umiliante 4 a 0 sui padroni di casa. Le numerose lacune che la squadra biancorossa aveva già rivelato nelle precedenti partite  (attutite da lampi positivi o da fortunose circostanze) sono emerse clamorosamente in tutta la loro evidenza con la squadra campana. A prescindere dalle dubbie scelte di Stellone (su tutte quella del portiere Ichazo, imbarazzante in almeno due occasioni) il Bari visto in questo inizio di stagione appare una squadra con molti limiti. Del resto i numeri parlano chiaro: in sei partite i biancorossi hanno segnato solo una volta su

]]>
Mon, 26 Sep 2016 13:18:00 +0100
Bene turnover e difesa male l’attacco: anche a Terni il Bari smarrisce “la via del gol” http://www.barinedita.it/opinioni/n2615-bene-turnover-e-difesa-male-l’attacco--anche-a-terni-il-bari-smarrisce-“la-via-del-gol”- Bene turnover e difesa male l’attacco: anche a Terni il Bari smarrisce “la via del gol”

«In trasferta contro la Ternana Stellone realizza il turnover annunciato: scendono in campo sei volti nuovi rispetto alla precedente partita con il Cesena. Il mister gestisce oculatamente le energie della squadra all’interno di una settimana densa di impegni e mostra pertanto una personalità decisa, senza farsi condizionare dalla recente storia dei biancorossi. Nella medesima situazione, infatti, una scelta del genere era costata la panchina a Devis Mangia, in quel di Crotone. La gara rivela subito un Bari in grado di essere per larghi tratti padrone del gioco e protagonista della partita e capace di creare non poche occasioni nella prima parte con Fedato (in foto) e nella ripresa con Maniero. Tuttavia accanto a spunti e prestazioni individuali degni di nota, la performance della squadra continua a rivelare le solite problematiche emerse nelle partite precedenti, ovvero la ]]> Wed, 21 Sep 2016 14:05:00 +0100 La vittoria del Bari sul Cesena: Squadra piu convincente ma ancora insicura e fragile http://www.barinedita.it/opinioni/n2611-la-vittoria-del-bari-sul-cesena--squadra-piu-convincente-ma-ancora-insicura-e-fragile La vittoria del Bari sul Cesena: Squadra piu convincente ma ancora insicura e fragile

«La quarta partita della stagione, vinta dal Bari 2-1 contro il Cesena, si conclude con la prima affermazione casalinga in campionato, e finalmente con il primo gol su azione. Segnali evidenti di un lieve, ma apprezzabile miglioramento che lascia ben sperare sul prosieguo del campionato e che getta una luce positiva sulle dinamiche di un gioco che, tuttavia, presenta ancora diversi limiti e necessità di interventi e modifiche incisive in vista delle prossime gare. Stellone schiera la stessa formazione di Vicenza, ad eccezione del rientrante De Luca al posto del gioiellino di casa Castrovilli, conferma Cassani come terzino sinistro e Furlan e Ivan sulle fasce. Contro un Cesena rimaneggiato, in gran parte depotenziato e, in alcuni tratti della partita, addirittura imbarazzante, i biancorossi nel primo tempo riescono a mantenere con una certa sicurezza il possesso di palla, e dimostrando una nuova e convincente capacit&

]]>
Sat, 17 Sep 2016 12:02:00 +0100
L’insostenibile leggerezza di trovare la somiglianza al bambino appena nato http://www.barinedita.it/opinioni/n2520-l’insostenibile-leggerezza-di-trovare-la-somiglianza-al-bambino-appena-nato- L’insostenibile leggerezza di trovare la somiglianza al bambino appena nato

Provate a fare un bambino. Che sia bruno o biondo, maschio o femmina, grande o piccolo, ci sarà sempre un giudizio a cui il povero neonato non potrà scampare: la “somiglianza”. Statene certi: chiunque si dovesse avvicinare al vostro frugoletto appena nato sarà costretto, senza eccezioni, a emettere il verdetto: “A chi assomiglia?” E qui non troverete il silenzio, l’indecisione (“non lo so”) o magari la par condicio (“assomiglia a tutti e due”), la persona che avrete di fronte dovrà dare per forza una risposta, dimostrando così di aver attentamente osservato il piccolo. E la sua sentenza sarà senza ombra di dubbio e il più possibile tranchant. Fosse la cassiera del supermercato o la zia che non vedevate da trent’anni, vi scruterà, si farà seria, aggrotterà la fronte e poi, sorridendo al genitore prescelto, esclamer&agrav

]]>
Wed, 15 Jun 2016 11:01:00 +0100
Bari il “sanguinamento'' della sacra Spina: un miracolo che nessun fedele ha visto http://www.barinedita.it/opinioni/n2410-bari-il-“sanguinamento---della-sacra-spina--un-miracolo-che-nessun-fedele-ha-visto Bari il “sanguinamento'' della sacra Spina: un miracolo che nessun fedele ha visto

BARI – Un miracolo che nessun fedele ha visto. E’ quanto avvenuto venerdì scorso a Bari, quando anche il capoluogo pugliese ha potuto beneficiare del “sanguinamento” della Spina sacra, uno degli aculei di cui sarebbe stata composta la corona che avvolse il capo di Gesù morente in croce. Parliamo di una spina di legno secco color rosso rame di 4,6 centimetri, dalla punta leggermente smussata e innestata alla base di un piccolo bulbo argenteo. Fu donata alla Basilica di San Nicola da Carlo II d'Angiò in persona nel 1301 ed è posta in un reliquiario dell'argentiere napoletano Vincenzo Caruso. E’ attualmente custodita nell'armadio di destra della parete di fondo della "Cappella delle Reliquie", la prima della navata destra della B

]]>
Wed, 30 Mar 2016 14:29:00 +0100
Il Bari e in crisi: cambiamenti confusionari e presidente sempre troppo protagonista http://www.barinedita.it/opinioni/n2383-il-bari-e-in-crisi--cambiamenti-confusionari-e-presidente-sempre-troppo-protagonista Il Bari e in crisi: cambiamenti confusionari e presidente sempre troppo protagonista

E’ l’inizio dell’estate del 2014. Gli odiati Matarrese hanno lasciato il Bari, la squadra (praticamente autogestita) è arrivata a un passo dalla serie A, i tifosi dopo anni sono tornati a riempire le gradinate del San Nicola e la società è stata rilevata dal neonato Football Club Bari 1908. In città si respira tanto entusiasmo: sembra l’inizio di una nuova era, anche perché il nuovo presidente, il coraggioso e ambizioso Gianluca Paparesta (alla prima esperienza come dirigente) pone come obiettivo immediato il ritorno nella massima serie. Sono passati quasi due anni da quei momenti, dalla cosiddetta “meravigliosa stagione fallimentare”, ma quella serie A non è arrivata, il Bari è attualmente fuori dalla zona playoff (e in silenzio stampa), ha cambiato già tre allenatori (e decine di calciatori) e la società non navig

]]>
Tue, 8 Mar 2016 13:34:00 +0100
Bari da Joao ad Almiron: ecco la squadra ideale degli ultimi 25 anni http://www.barinedita.it/opinioni/n2255-bari-da-joao-ad-almiron--ecco-la-squadra-ideale-degli-ultimi-25-anni Bari da Joao ad Almiron: ecco la squadra ideale degli ultimi 25 anni

BARI – Chi sono stati i migliori calciatori del Bari degli ultimi 25 anni, quelli che hanno calcato la scena dello Stadio San Nicola? Noi, un po’ per gioco un po’ per nostalgia, ce lo siamo chiesti e ne abbiamo scelti 11, uno per ogni ruolo, tenendo in considerazione non solo la bravura, ma anche la “rappresentatività” avuta in biancorosso e le gioie regalate alla tifoseria. Ad esempio non troverete in questa super formazione Antonio Cassano, sicuramente tra i migliori piedi che siano scesi sul terreno di gioco barese, ma che nel capoluogo pugliese ha dato troppo poco (data la sua allora giovanissima età) per poter far parte della “squadra ideale”. Così come David Platt: un solo anno a Bari (soprattutto condito da una retrocessione) non può bastare per entrare nella Storia dei galletti. Ecco dunque la nostra top 11

MILANO – Code umilianti di quattro o cinque ore, padiglioni non all'altezza dell’attesa, prezzi salatissimi. E’ questo il nostro giudizio sull’Expo, l’esposizione universale che si sta svolgendo a Milano dal 1° maggio scorso. Nelle ultime settimane di apertura (chiuderà il 31 ottobre) la manifestazione è stata letteralmente (e finalmente) presa d’assalto dai visitatori.  E’ quindi in questi giorni che l’Expo sta facendo l’Expo e ha assunto l’importanza di un evento che si svolge ogni 5 anni e che vede la partecipazione di ben 137 Paesi di tutto il mondo. Però d’altro canto è proprio ora che stanno venendo a galla i tanti difetti organizzativi dell’esposizione. Noi ci siamo andati venerdì 16 ottobre e questo è il nostro racconto. ]]> Thu, 22 Oct 2015 12:48:00 +0100 Il ''no'' ai matrimoni tra omosessuali E' omicidio premeditato: della Liberta http://www.barinedita.it/opinioni/n2006-il---no---ai-matrimoni-tra-omosessuali-e--omicidio-premeditato--della-liberta Il ''no'' ai matrimoni tra omosessuali E' omicidio premeditato: della Liberta

In Italia da giorni si sta parlando tanto (ancora una volta) di matrimoni tra omosessuali, visto che anche nella cattolicissima Irlanda un referendum popolare ha detto “sì” alle unioni tra persone dello stesso sesso. In realtà la questione non si dovrebbe neanche porre. Per la stessa ragione per cui ad esempio non sono giusti la violenza, il ricatto o l’omicidio (perché si tratta in questi casi di un’evidente violazione della libertà altrui), non si può che essere contrari a qualsiasi forma di ostacolo al matrimonio tra gay. Anche qui si parla infatti di oltraggio alla libertà: quella che due persone hanno di poter passare insieme la propria vita e godere dei diritti pensati per tutte le coppie, a prescindere dalla propria sessualità. Anzi, se dietro a un omicidio possono nascondersi delle motivazioni così forti (come vendetta, passione, paura, fame, difesa perso

]]> Mon, 1 Jun 2015 10:46:00 +0100 Barinedita compie due anni: liberi di raccontare il vero volto della citta http://www.barinedita.it/opinioni/n1550-barinedita-compie-due-anni--liberi-di-raccontare-il-vero-volto-della-citta Barinedita compie due anni: liberi di raccontare il vero volto della citta

E sono due. Due anni dalla nascita di Barinedita, avvenuta il 10 settembre 2012. Una scommessa che si sta rivelando sempre più vincente. Alle 600mila letture del primo anno, abbiamo aggiunto il milione e mezzo di visite del secondo. Segno di una crescita per nulla graduale, che di giorno in giorno ci conferma di aver fatto la scelta giusta. La scelta cioè di creare un giornale diverso, che non raccontasse solo di “chiacchiera politica”, calcio o cronaca nera spicciola, ma che al contrario andasse alla ricerca di Storie, portando alla luce la realtà che ci circonda, bella o brutta che sia: il vero volto della città. Certo, c’è anche chi non ci capisce. Una volta un lettore ci scrisse: “Scusate ma questo giornale parla male dei Testimoni di Geova, scrive degli atei dell’Uaar e poi mette in luce preti esorcisti e suore che dicono di avere il demonio nel giardino del convento?”.
]]> Wed, 10 Sep 2014 12:17:00 +0100