http://www.barinedita.it/ Notizie inedite da Bari. it Tue, 10 Jun 2003 09:41:01 GMT http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss Weblog Editor 2.0 info@barinedita.it (Marco Montrone) info@netboom.it (Netboom) BarInedita storie e interviste Bari e le sue antiche industrie: viaggio nel vecchio cuore della “Milano del Sud” http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2833-bari-e-le-sue-antiche-industrie--viaggio-nel-vecchio-cuore-della-“milano-del-sud” Bari e le sue antiche industrie: viaggio nel vecchio cuore della “Milano del Sud”

BARI – È un po’ una “terra di nessuno”: un’ampia area di Bari dove non sono presenti case e appartamenti ma solo gigantesche fabbriche centenarie perlopiù abbandonate. Siamo in una delle ex zone industriali di Bari, forse la più grande e imponente, situata nel quartiere Marconi tra via Oreste Pietro, via Ammiraglio Caracciolo, l’Arena della Vittoria e il lungomare corso Vittorio Veneto. (Vedi foto galleria) Il punto di partenza del nostro viaggio n

]]>
Tue, 21 Mar 2017 14:00:00 +0100
Bari e la sua gestualita: viaggio nell’antica e variopinta comunicazione non verbale http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2830-bari-e-la-sua-gestualita--viaggio-nell’antica-e-variopinta-comunicazione-non-verbale Bari e la sua gestualita: viaggio nell’antica e variopinta comunicazione non verbale

BARI - Cosa hanno in comune espressioni tipiche come “Le corne ca tìine”, “Ce uè?” e “Sì remanùte com'a la zite de Cègghie!"? Semplice: quando vengono pronunciate sono puntualmente accompagnate da precisi gesti fatti con le mani. Si tratta di “mosse” effettuate in modo spontaneo, quasi inconsciamente, tutte frutto dell'antico e variopinto codice linguistico barese. Per scoprirle ci siamo affidati alla 45enne Anna Simi, fotografa locale che da pochi giorni ha pubblicato il libro “Capissce a mmé?”, in cui ciascuno di questi gesti è spiegato con l'aiuto di suggestive immagini esplicative scattate

BARI - Meno visitata della Basilica, intitolata a un santo che si è visto “scippare” il titolo di patrono di Bari, eppure chiesa dai mille volti e cuore pulsante della città vecchia. Parliamo della Cattedrale di San Sabino, che con il suo alto campanile svetta da secoli sul capoluogo pugliese, conservando al suo interno "pezzi" millenari di storia barese. Inaugurata il 4 ottobre del 1292, fu costruita secondo gli stilemi del romanico pugliese sulle rovine de

]]>
Mon, 20 Mar 2017 11:37:00 +0100
Bari la strana convivenza: nella stessa via Casa Pound e una moschea. Mai problemi http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2828-bari-la-strana-convivenza--nella-stessa-via-casa-pound-e-una-moschea.-mai-problemi Bari la strana convivenza: nella stessa via Casa Pound e una moschea. Mai problemi

BARI – Da una parte l’aquila romana, l’elmetto della prima guerra mondiale e le massime dei vati del fascismo, dall’altra abiti orientali, teste velate e piedi scalzi su tappeti damascati per inginocchiarsi e pregare. È questo il contrasto che si è venuto a creare in via Eritrea, nel quartiere Libertà di Bari, dove sullo stesso isolato di una stretta strada incuneata tra corso Italia e via Crisanzio, trovano la loro sede sia l’associazione di estr

]]>
Fri, 17 Mar 2017 13:49:00 +0100
Sfarzosi saloni eleganti aule e un tripudio di affreschi: e il “nascosto” Ateneo di Bari http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2827-sfarzosi-saloni-eleganti-aule-e-un-tripudio-di-affreschi--e-il-“nascosto”-ateneo-di-bari Sfarzosi saloni eleganti aule e un tripudio di affreschi: e il “nascosto” Ateneo di Bari

BARI - È frequentato ogni giorno da migliaia di studenti ma la maggior parte di loro ne ignora il valore storico e artistico, anche perchè i suoi angoli più affascinanti sono spesso chiusi al pubblico. Parliamo del Palazzo Ateneo di Bari, l'imponente sede dell'Università cittadina eretta a partire dal 1868 su progetto di Giovanni Castelli, architetto napoletano che si ispirò per l'occasione a uno stile classico di matrice eclettica. Primo edificio pubblico del capoluogo pugliese realizzato dopo l'Unità d'Italia, è incastonato t

]]>
Thu, 16 Mar 2017 13:10:00 +0100
La storia della 97enne Vincenza: Io “sigaraia” dell’ex Manifattura Tabacchi di Bari http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2826-la-storia-della-97enne-vincenza--io-“sigaraia”-dell’ex-manifattura-tabacchi-di-bari La storia della 97enne Vincenza: Io “sigaraia” dell’ex Manifattura Tabacchi di Bari

BARI – Vi abbiamo già parlato dell’ex Manifattura Tabacchi, enorme struttura presente dal 1913 nel rione Libertà di Bari, voluta dal re Umberto II per strappare dalla miseria il capoluogo pugliese. Qui fino agli anni 70 trovarono impiego migliaia di operai, perlopiù donne. Ma di quella che era la vita all’interno di questo gigante di 200mila metri quadri, soprattutto prima della guerra, si sa ben poco. Noi però siamo riusciti a trovare una delle prime “tabacchine” ancora in vita: si tratta dell’oggi 97enne Vincenza Sibillano]]> Thu, 16 Mar 2017 13:10:00 +0100 Chiese conventi sottopassi e mercati: e la caratteristica zona di Sant’Antonio http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2825-chiese-conventi-sottopassi-e-mercati--e-la-caratteristica-zona-di-sant’antonio Chiese conventi sottopassi e mercati: e la caratteristica zona di Sant’Antonio

BARI – Sottopassi, ponti, strade pedonali, passaggi nascosti e al centro una delle più antiche chiese della città. E’ questa la caratteristica della piccola zona di Sant’Antonio, affacciata su piazza Luigi di Savoia e stretta tra la ferrovia e il cuore del quartiere Madonnella di Bari. (Vedi foto galleria) Si può accedere a quest’area sia da via Zuppetta attraverso un ponte pedonale, sia dall’estramurale percorrendo il

CAPURSO - Poco fuori l'abitato di Capurso, sulla strada che porta alla vicina Noicattaro, si trova un'inconfondibile struttura conosciuta in paese come "il mattatoio". Niente di strano, se non fosse che qui in realtà non è mai stato ucciso un animale: al contrario in questo edificio seicentesco sono racchiusi quattro secoli di storie particolari. Ha funzionato infatti come mulino]]> Wed, 15 Mar 2017 11:55:00 +0100 Loseto l’ottocentesca Madonna del Popolo: Curata e amata da tutto il rione http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2822-loseto-l’ottocentesca-madonna-del-popolo--curata-e-amata-da-tutto-il-rione Loseto l’ottocentesca Madonna del Popolo: Curata e amata da tutto il rione

BARI – Una piccola chiesetta di campagna curata e amata da un intero quartiere. È la curiosa storia della Madonna del Popolo, luogo di culto ottocentesco che si erge, immerso nei campi incolti, nel rione Loseto di Bari. (Vedi foto galleria) Per raggiungerla conviene imboccare la provinciale 183 che costeggia l'area dell’ex frazione a sud-est del centro. Poco prima di abbandonare il territorio comunale, bisogna effettuare una doppia svolta a destra, prima in strada Deserti e subito dopo in via Cavour

]]> Tue, 14 Mar 2017 00:45:00 +0100 Bari la misteriosa chiesa di via Garruba: chiusa da anni non si sa a chi appartenga http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2821-bari-la-misteriosa-chiesa-di-via-garruba--chiusa-da-anni-non-si-sa-a-chi-appartenga Bari la misteriosa chiesa di via Garruba: chiusa da anni non si sa a chi appartenga

BARI - Ha una data di costruzione incerta, dei proprietari ai quali è complicato risalire e fa riferimento a un’associazione religiosa inesistente. È lo strano caso della chiesa di San Geronimo, luogo di culto in disuso che sorge al civico 190 di via Garruba, tra via Trevisani e via Ravanas, nel quartiere Libertà di Bari. Si tratta di un posto così misterioso da non comparire neanche in quell'infinita miniera di informazioni che è il web. (Vedi foto galleria) Il piccolo tempio cristiano è situato a pochi passi dall'imponente complesso dell'ex Manifattura Tabacchi e ai margini di un'area colma

]]>
Mon, 13 Mar 2017 11:56:00 +0100
Viste mozzafiato ponti romani passaggi nascosti: e Lama Monachile a Polignano http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2820-viste-mozzafiato-ponti-romani-passaggi-nascosti--e-lama-monachile-a-polignano Viste mozzafiato ponti romani passaggi nascosti: e Lama Monachile a Polignano

POLIGNANO A MARE – E’ uno degli scenari più pittoreschi e più conosciuti di Polignano, famoso principalmente per l’insenatura incastonata fra le alte pareti rocciose a strapiombo sul mare. Parliamo di Lama Monachile, situata all’ingresso del paese e a due passi dal centro storico, letto di un millenario torrente ormai prosciugato che sfociava nel blu dell’Adriatico. La lama si può ammirare da un ponte alto 15 metri costruito dai

BARI – E’ una parte di Bari apparentemente anonima, percorsa quotidianamente da migliaia di auto che provengono o si dirigono in via Fanelli o verso la Statale 100. Insomma una zona di passaggio a cui raramente si presta attenzione. Eppure la “zona delle casermette” di Bari nasconde numerose particolarità: da una villa ottocentesca a una delle poche chiese rurali inglobate nel tessuto cittadino, da una lama nascosta tra i palazzi all’unico me

]]> Thu, 9 Mar 2017 13:41:00 +0100 Stalattiti e stalagmiti non solo a Castellana: ecco la nascosta grotta di Curtomartino http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2819-stalattiti-e-stalagmiti-non-solo-a-castellana--ecco-la-nascosta-grotta-di-curtomartino Stalattiti e stalagmiti non solo a Castellana: ecco la nascosta grotta di Curtomartino

ACQUAVIVA DELLE FONTI - È innegabile: quando a un barese capita di sentire le parole "stalattiti" e "stalagmiti" il pensiero corre automaticamente alle famose grotte di Castellana. Pochi però sanno che nei dintorni del capoluogo pugliese ci sono altre cavità carsiche, meno conosciute ma comunque ricche di rocce dalla forma spettacolare. È il caso della grotta di Curtomartino, affascinante sito formatosi circa due milioni di anni fa situato ad Acquaviva delle Fonti, all'ombra dell'ospedale Miulli.

BARI – Ciò che è rimasto è una manciata di basse, colorate e scalcinate antiche palazzine nascoste all’ombra di alti edifici nati intorno agli anni 70. Oggi vi parliamo di una zona di Bari che sembra essere stata letteralmente cancellata dalla memoria della città, ma che nonostante questo continua imperterrita a sopravvivere, con i suoi ricordi, i suoi racconti, i suoi riti. E’ la “Guaragnèdde”, una piccola porzione di territorio raccolta tra via Brigata Regina e via Napoli, il cui nome rimanda a storie di stalle, locande e prostituzione e alla quale sono legate le leggende della “Mòsce” e delle “Pazzaridde”. (Vedi foto galleria) Siamo in una parte di Bari abbastanza isolata, di fronte al porto

]]> Wed, 8 Mar 2017 13:36:00 +0100 La storia di Nicola: con il suo treruote da trent’anni vende per Bari gelati e popcorn http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2813-la-storia-di-nicola--con-il-suo-treruote-da-trent’anni-vende-per-bari-gelati-e-popcorn La storia di Nicola: con il suo treruote da trent’anni vende per Bari gelati e popcorn

BARI – Sono rimasti in pochi: i venditori ambulanti che offrono per le strade di Bari gelati, popcorn, zucchero filato e caldarroste sono ormai merce rara. Di uno vi avevamo parlato tempo fa, quel Donato che bazzica la zona di Santo Spirito proponendo da sessant’anni il suo gelato al limone, oggi vi raccontiamo invece la storia del 57enne Nicola Accetta che da trent’anni si apposta con il suo treruote nelle trafficate vie del centro per proporre ai passanti (a seconda d

]]>
Mon, 6 Mar 2017 13:39:00 +0100
Quando Topolino era il miglior amico degli italiani: Affossato da pc e storie infantili http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2815-quando-topolino-era-il-miglior-amico-degli-italiani--affossato-da-pc-e-storie-infantili Quando Topolino era il miglior amico degli italiani: Affossato da pc e storie infantili

BARI - «Lo leggevano tutti: noi bambini, ma anche gli adulti. Ci passavamo i fumetti tra cugini, zii, papà e mamme e in ogni stanza della casa c’era sempre qualche numero da sfogliare appena si aveva un momento libero». Il 42enne barese Marco ricorda con nostalgia quando negli anni 70 e 80 Topolino faceva parte della quotidianità degli italiani. Le avventure di Paperino, Qui Quo Qua, Pippo e Pluto appassionavano il Paese: si vendevano centinaia di migliaia di copie e i fumetti poi alimentavano anche un particolare mercato dell’usato. A Bari ad esempio c’erano numerosi “negozi” dove era possibile acquistare esemplari usati o scambiare (di solito con un conguaglio in denaro) quelli letti con i numeri

]]>
Mon, 6 Mar 2017 12:33:00 +0100
Polignano le case a picco sul mare: Disabitate o diventate b&b. Ma Teresa resiste http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2814-polignano-le-case-a-picco-sul-mare--disabitate-o-diventate-beb.-ma-teresa-resiste Polignano le case a picco sul mare: Disabitate o diventate b&b. Ma Teresa resiste

POLIGNANO A MARE – Sorgono su una scogliera alta oltre 20 metri a strapiombo sul mare, incastonate nella roccia e hanno di fronte solo ed esclusivamente la grande distesa blu dell’Adriatico. Sono le case del centro storico di Polignano, i cui balconi in pietra o in ferro battuto si affacciano direttamente sul mare aperto. Non esattamente l’abitazione ideale per chi soffre di vertigini, ma il massimo per chi sogna di svegliarsi la mattina ritrovandosi davanti “all’infinito”. (Vedi foto galleria) Con un pizzico di invidia siamo andati alla ricerca dei fortunati proprietari di queste dim

]]>
Fri, 3 Mar 2017 13:51:00 +0100
“U' pont”: tra mille nomignoli viaggio nel nascosto centro storico di Triggiano http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2812-“u--pont”--tra-mille-nomignoli-viaggio-nel-nascosto-centro-storico-di-triggiano “U' pont”: tra mille nomignoli viaggio nel nascosto centro storico di Triggiano

TRIGGIANO – Rèt’ a terr, A chiangàt, Û pònt. Questi sono solo alcuni dei nomi dialettali con cui vengono definite piazze e vie del centro storico di Triggiano, paese a sud-est di Bari. Un borgo antico poco valorizzato, simbolo di una cittadina che da tempo vive all’ombra del capoluogo pugliese, dal quale dista solo una manciata di chilometri. Eppure anche se poco conosciuta e nascosta dai tanti nuovi palazzi che gli sono “cresciuti” intorno, Triggiano vecchia merita una visita, anche solo per l’aspetto folkoristico che la caratterizza, visto che qui ogni angolo ha un suo particolare nome.

BARI – E’ comunemente chiamata “zona del bar dello Studente” e prende il nome da uno storico locale che si trova qui da decenni. Si tratta di un’area di Bari che è lecito definire una sorta di “terra di mezzo”, stretta com’è fra tre quartieri dai quali però si differenzia notevolmente per storia e architettura. Siamo tra piazza Massari, il lungomare Vittorio Veneto, via Carducci e via Villari, quindi al confine con Bari Vecchia, Murat e Libertà. Ma qui non c’è nulla di medievale che ricordi il borgo antico, niente

]]> Wed, 1 Mar 2017 08:30:00 +0100 Parlare inglese a 2-3 anni: A questa eta si impara meglio che da grandi. Video http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n2809-parlare-inglese-a-2-3-anni--a-questa-eta-si-impara-meglio-che-da-grandi.-video Parlare inglese a 2-3 anni: A questa eta si impara meglio che da grandi. Video

BARI – «Hello, I'm Maria Luisa and I'm very glad you're here today teacher». Questa che sembra una normale frase in inglese è stata pronunciata perfettamente da una bambina di soli 3 anni, che come tutti i suoi coetanei non sa ancora scrivere in italiano ma incredibilmente pronuncia quasi alla perfezione la lingua di Shakespeare. E non è un caso: i corsi d’inglese dedicati ai più piccoli sono infatti sempre più diffusi. Si tende a far approcciare subito i bambini a questo idioma che, seppur diffuso in tutto il mondo, fatica ancora ad essere masticato dagli itali

]]>
Tue, 28 Feb 2017 13:39:00 +0100