http://www.barinedita.it/ Notizie inedite da Bari. it Tue, 10 Jun 2003 09:41:01 GMT http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss Weblog Editor 2.0 info@barinedita.it (Marco Montrone) info@netboom.it (Netboom) BarInedita storie e interviste Universita e scaramanzie: Ti vuoi laureare Non fissare la statua di Minerva http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3111-universita-e-scaramanzie--ti-vuoi-laureare-non-fissare-la-statua-di-minerva Universita e scaramanzie: Ti vuoi laureare Non fissare la statua di Minerva

BARI – Evitare di visitare monumenti famosi, non fissare una determinata statua, attraversare piazze secondo un preciso percorso. Sono solo alcune delle superstizioni che accompagnano la carriera universitaria degli studenti italiani: già, perchè per tantissimi di loro la conquista della laurea non dipende solo da anni di duro studio ma anche da una soprendente scaramanzia tutta da scoprire. A Bari per esempio c'è un atto che non bisogna assolutamente compiere: contemplare la statua di Minerva dea romana della giustizia e della guerra, posta al centro dell'atrio della

BARI – Una via mitica, percorsa in passato da eserciti e fedeli diretti alla Terra Santa e ancora oggi meta di pellegrinaggi. Parliamo della via Traiana, strada di 305 chilometri aperta tra il 108 e il 109 d.C. per collegare Benevento a Brindisi. Abbiamo in precedenza raccontato come il 31enne barese Roberto Cancellieri l’abbia attraversata per intero, rilevando al suo passaggio archi, colonne e pavimentazioni originarie. La maggior parte del tracciato infatti conserva tracce ben evidenti di questa antica arteria, ]]> Mon, 15 Jan 2018 13:24:00 +0100 Bari quelle casette in legno poste sulla rotonda: chiuse da un mese a che servono http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3114-bari-quelle-casette-in-legno-poste-sulla-rotonda--chiuse-da-un-mese-a-che-servono Bari quelle casette in legno poste sulla rotonda: chiuse da un mese a che servono

BARI – E’ stato “l’evento” barese di fine 2017: parliamo della discussa ruota panoramica posta il 6 dicembre scorso su largo Giannella. Assieme a questa grande struttura che permette a chi vuole di guardare dall’alto la città, sono però state contestualmente inserite ai suoi piedi 14 “casette” in legno simili a delle baite di montagna. Ma qual è la funzione di queste postazioni? Ce lo chiediamo perché a più di un mese dalla loro installazione i prefabbricati risultano sempre chiusi e inutilizzati. (Vedi foto galleria) &

]]>
Fri, 12 Jan 2018 13:05:00 +0100
Bari la storia del ''Bonomo'': grande ospedale militare abbandonato da dieci anni http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3109-bari-la-storia-del---bonomo----grande-ospedale-militare-abbandonato-da-dieci-anni Bari la storia del ''Bonomo'': grande ospedale militare abbandonato da dieci anni

BARI – Un colosso da 50mila metri quadri presente a Bari dal lontano 1939, che giace però miseramente abbandonato al degrado da dieci anni. E’ l'ex ospedale militare "Lorenzo Bonomo", gigante dormiente che si erge a Carrassi nel quadrilatero compreso tra corso Alcide de Gasperi, via Saverio La Sorsa, via Giulio Petroni e via Nicola Pende. La costruzione di questa istituzione cittadina venne pr

]]>
Thu, 11 Jan 2018 13:50:00 +0100
''Resto del Mondo'': la storia del team che univa i piu forti calciatori del pianeta http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3108---resto-del-mondo----la-storia-del-team-che-univa-i-piu-forti-calciatori-del-pianeta ''Resto del Mondo'': la storia del team che univa i piu forti calciatori del pianeta

Immaginate Messi, Neymar e Cristiano Ronaldo nell’attacco della stessa squadra. Un sogno? Sì. Anche se in passato una fantasia del genere non sarebbe stata così irrealistica. Fino a quindici-vent’anni anni fa infatti, quando il sistema calcio trovava anche il tempo per poter “rifiatare” (senza l’ossessione di dover proporre ai telespettatori una partita ufficiale al giorno), era possibile assistere a match epici che seppur amichevoli avevano come protagonisti i più forti giocatori del pianeta. Si trattava degli incontri della rappresentativa “Resto del mondo”, una squadra messa su dalla Fifa dal 1963 al 2002 e che ha permesso a giocatori come Eusebio e Di Stefano, Yashin e Beckenbauer, Ronaldo e Weah di giocare assieme con la stessa maglia. Abbiamo ripercorso la storia di queste romantiche sfide.

]]>
Wed, 10 Jan 2018 13:16:00 +0100
Bari Vecchia la storia di Nino e dei suoi panini ''fantasia'': Altro che fast food http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3110-bari-vecchia-la-storia-di-nino-e-dei-suoi-panini---fantasia----altro-che-fast-food Bari Vecchia la storia di Nino e dei suoi panini ''fantasia'': Altro che fast food

BARI - Pub e bar che servono cocktail esotici, locali dalle insegne sgargianti e distributori di alcolici h24. È ciò che contraddistingue la movida di Bari Vecchia, che dall'inizio del nuovo millennio anima le piazze principali del centro storico tra decadenza e dubbio gusto. C'è però un posto aperto da 45 anni a questa parte che se ne “frega” di qualsiasi moda, offrendo ai giovani che affollano il borgo antico un classico ed economico pan

]]>
Tue, 9 Jan 2018 11:59:00 +0100
Dal mare ai pennelli: alla scoperta di Gianni Comes pescatore-artista di Monopoli http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3101-dal-mare-ai-pennelli--alla-scoperta-di-gianni-comes-pescatore-artista-di-monopoli Dal mare ai pennelli: alla scoperta di Gianni Comes pescatore-artista di Monopoli

MONOPOLI – «Passavo in mare più di 18 ore al giorno ma pensavo sempre a quando sarei tornato a terra per dipingere: a volte il desiderio era così forte che creavo direttamente sulla barca». Si presenta con queste parole il 64enne Gianni Comes, pescatore monopolitano (in pensione da pochi mesi) che per più di 50 anni si è diviso fra la durezza del suo mestiere e la vocazione artistica. Lui infatti crea quadri e sculture, il cui tema predominante è naturalmente proprio quella odiata e amata distesa blu dell’Adriatico. «Da bambino il mio sogno non era fare il pescatore – ci racconta -. Avevo un fisico minuto, mi piaceva

]]>
Mon, 8 Jan 2018 11:17:00 +0100
Mola riapre per due giorni la rara chiesa circolare: la nostra visita in anteprima http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3105-mola-riapre-per-due-giorni-la-rara-chiesa-circolare--la-nostra-visita-in-anteprima Mola riapre per due giorni la rara chiesa circolare: la nostra visita in anteprima

MOLA DI BARI – Vi avevamo già raccontato la storia della rara chiesetta dalla forma circolare che giace abbandonata alla periferia di Mola di Bari. Si tratta della piccola e particolare cappella della Madonna delle Grazie, eretta intorno alla metà dell’800 per volere del popolo su una struttura cinquecentesca che era andata distrutta. Celata tra una sala ricevimenti e una cabina elettrica sull’ex strada statale 16 Adriatica che collega Mola a Cozze]]> Fri, 5 Jan 2018 13:52:00 +0100 Il ''pomeriggio da paura'' di una barese: in 20 minuti subisce incidente e rapina http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3104-il---pomeriggio-da-paura---di-una-barese--in-20-minuti-subisce-incidente-e-rapina Il ''pomeriggio da paura'' di una barese: in 20 minuti subisce incidente e rapina

BARI – Viene speronata da un tir, va fuori strada, per riprendersi dallo shock entra in un bar e si ritrova nel bel mezzo di una rapina a mano armata. Il tutto in 20 minuti. E’ l’incredibile avventura capitata a M. (nella foto di spalle), una 69enne barese che il 27 dicembre scorso aveva deciso semplicemente di andare a comprare delle medicine per suo marito. Uscita di casa intorno alle 18.30, la signora, residente a Santo Spirito, ha imboccato la statale 16 in direzione nord per recarsi in una farmacia di

BARI – Abbiamo già visto in passato come a Bari la meditazione venga praticata tra le mura degli istituti buddhisti, sulle spiagge a sud della città e persino in una scuola media. Ma c'è un altro luogo nel capoluogo pugliese dove questo avviene in modo del tutto insolito: è la ]]> Thu, 4 Jan 2018 13:14:00 +0100 Calcio l'arduo ruolo degli osservatori: Respinto l'80% delle nostre segnalazioni http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3102-calcio-l-arduo-ruolo-degli-osservatori--respinto-l-80%-delle-nostre-segnalazioni Calcio l'arduo ruolo degli osservatori: Respinto l'80% delle nostre segnalazioni

BARI – Sono coloro che girando per i campi di periferia vanno alla ricerca dei piccoli talenti del calcio: di quei ragazzi che si spera possano un giorno diventare giocatori professionisti. Parliamo degli osservatori, esperti il cui delicato lavoro risulta però sempre meno richiesto in Italia, Paese in cui le squadre stanno investendo molto poco sui giovani. Per capire come funziona il mondo dei talent scout abbiamo intervistato il 33enne Domenico Fracchiolla (nella foto), oggi direttore sportivo della Virtus Francavilla, ma per anni osservatore e responsabile (tra l’altro) del settore giovanile

BARI – Enormi, alti e sempreverdi, da 150 anni resistono sorprendentemente all’edificazione di palazzi e strade. Parliamo dei due alberi che la città di Bari ha riconosciuto come “monumentali”, degni quindi di tutela per via della loro età e dimensione. Il primo è un pino che si trova nel rione Carrassi, il secondo è un leccio posto nel giardino interno di una scuola di Carbonara. Entrambi sono infatti stati classificati in base a quanto prescritto dalla legge n.10 del 14 gennaio 2013, che prevede la salvaguardia degli alberi monumentali. Di questa

]]> Wed, 3 Jan 2018 13:15:00 +0100 La storia di Johnny fuggito alla violenza per inseguire un sogno: diventare pugile http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3100-la-storia-di-johnny-fuggito-alla-violenza-per-inseguire-un-sogno--diventare-pugile La storia di Johnny fuggito alla violenza per inseguire un sogno: diventare pugile

ANDRIA - «Una volta ogni due mesi riesco a chiamare mia sorella Brigitte, mia madre invece non mi parla perchè è ancora arrabbiata per ciò che ho fatto. Ma in fondo sono felice: finalmente posso combattere». Parole di Johnny Zezè, 19enne camerunense ospite di una comunità per migranti di Andria e protagonista di una storia avventurosa: tre anni fa è infatti scappato di casa contro il volere della famiglia, ha attraversato un'Africa martoriata dalla violenza, riuscendo infine ad approdare in Italia, il tutto per inseguire il sogno di diventare un pugile professionista. È una vicenda che ricorda

BARI – Chiese secolari, archi leggendari, edicole votive, corti pittoresche. È sempre soprendente osservare in quanti modi Bari Vecchia riesca a declinare la sua proverbiale bellezza. E come se non bastasse nel mese di dicembre si aggiunge un altro motivo di fascino: l'atmosfera fatta di ]]> Fri, 22 Dec 2017 12:47:00 +0100 Bari la storia di San Sebastiano: Chiesa custodita non dal clero ma dal popolo http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3096-bari-la-storia-di-san-sebastiano--chiesa-custodita-non-dal-clero-ma-dal-popolo Bari la storia di San Sebastiano: Chiesa custodita non dal clero ma dal popolo

BARI – Lo abbiamo scritto in un altro articolo: a Bari Vecchia sono presenti ben 26 chiese, la maggior parte delle quali però sono chiuse al pubblico e aprono nel migliore dei casi solo qualche volta in occasioni particolari. Da qualche anno però uno di questi antichi gioielli ha finalmente spalancato le proprie porte ai visitatori: è la chiesetta di San Sebastiano. (Vedi foto galleria) Ciò che rende particolare la sua storia è che a volere la riapertura è stato il “popo

]]> Fri, 22 Dec 2017 11:14:00 +0100 Bari le spietate donne dei clan criminali: Simbolo della parita tra i sessi http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3099-bari-le-spietate-donne-dei-clan-criminali--simbolo-della-parita-tra-i-sessi Bari le spietate donne dei clan criminali: Simbolo della parita tra i sessi

BARI – Negli ultimi tempi stiamo assistendo a una serie di arresti di “donne di mafia”, che al pari degli uomini gestivano gli affari illeciti delle cosche. Il 5 dicembre è stata messa in manette a Palermo Maria Angela di Trapani (nella foto), moglie di Salvino Madonia e il 13 dicembre a Napoli è stata la volta della sorella e delle tre cognate del boss Michele Zagaria. Ci siamo chiesti che ruolo svolgano a Bari le donne dei clan: anche nel capoluogo pugliese il “gentil sesso” ha raggiunto una sorta di parità con gli uomini? Secondo Maria Antonella Pasculli, docente di diritto penale e criminalità organizzata dell’Università di Bari, non ci sarebbero dubbi: le “femmine”, soprattutto quelle del centro storico, sono in alcuni casi diventate dei capi a tutti gli effetti, rispettate come i loro mariti e fratelli.
]]> Thu, 21 Dec 2017 13:08:00 +0100 Bari tra graffiti e abbandono viaggio nell'enorme ex fabbrica Scac di Santo Spirito http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3095-bari-tra-graffiti-e-abbandono-viaggio-nell-enorme-ex-fabbrica-scac-di-santo-spirito Bari tra graffiti e abbandono viaggio nell'enorme ex fabbrica Scac di Santo Spirito

BARI – Un gigante abbandonato inserito in un’area di 60mila metri quadri alle porte del centro abitato, il cui silenzio irreale è interrotto solo dai treni che sfrecciano sulla vicina ferrovia. È il malinconico scenario offerto dall'ex stabilimento Scac di Santo Spirito, il rione più a nord di Bari: si tratta di tre grossi capannoni spogli e invasi dai rifiuti, dove l'unica presenza umana rimasta è quella furtiva di writers e

BARI – Sono luoghi di sofferenza e di morte, ma anche di speranza, di nascita e rinascita. Parliamo degli ospedali, posti con i quali prima o poi si è costretti ad avere a che fare, nel bene o nel male. Tra l’altro si tratta di grandi edifici che caratterizzano città, paesi e quartieri: veri punti di riferimento per intere comunità. Appare quindi doveroso ripercorrere la storia degli ospedali pubblici baresi, che tra aneddoti, scandali e guerre affonda le sue origini nel 500  (vedi anche foto galleria).
]]> Wed, 20 Dec 2017 11:38:00 +0100 Gli assaggiatori coloro che valutano il vino: Ma non confondeteci con i sommelier http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3094-gli-assaggiatori-coloro-che-valutano-il-vino--ma-non-confondeteci-con-i-sommelier Gli assaggiatori coloro che valutano il vino: Ma non confondeteci con i sommelier

BARI – Termometri precisissimi, rifrattometri che misurano la quantità di zuccheri in un liquido, titolatori che invece ne rivelano l'acidità. Sono tanti gli strumenti da utilizzare nella produzione del vino, ma ce n'è uno al quale è impossibile rinunciare: l'uomo, o meglio l'assaggiatore professionista, figura che sfrutta le sue capacità olfattive e gustative per occuparsi di tutte le fasi che precedono l'imbottigliamento del "nettare degli dei". Questi esperti vengono formati dall'Onav, l'Organizzazione nazionale assaggiatori di vino, ente fondato ad Asti nel 1951 che conta 10mila affiliati divisi tra 99 sezioni italiane e quattro estere: Belgio, Romania, Perù-Colombia e Cina.
]]> Wed, 20 Dec 2017 11:38:00 +0100 Bari la zona del Sacrario: dove campi e contadini resistono all'avanzare della citta http://www.barinedita.it/storie-e-interviste/n3090-bari-la-zona-del-sacrario--dove-campi-e-contadini-resistono-all-avanzare-della-citta- Bari la zona del Sacrario: dove campi e contadini resistono all'avanzare della citta

BARI – In una città poco verde come Bari, dove pian piano i palazzi si stanno sostituendo alla esigua campagna rimasta, c’è una zona dove orti e terreni continuano a dominare, attorniati da edifici, strade, campi da calcio e binari della ferrovia. E’ quella del Sacrario Militare, parte del rione Japigia che si estende a est del centro, costeggiando il mare senza riuscire mai a toccarlo. Cos

]]> Tue, 19 Dec 2017 11:15:00 +0100