http://www.barinedita.it/ Notizie inedite da Bari. it Tue, 10 Jun 2003 09:41:01 GMT http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss Weblog Editor 2.0 info@barinedita.it (Marco Montrone) info@netboom.it (Netboom) BarInedita inchieste Cantieri navali in tutto il barese ne sono rimasti solo due: a Molfetta e Monopoli http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3349-cantieri-navali-in-tutto-il-barese-ne-sono-rimasti-solo-due--a-molfetta-e-monopoli Cantieri navali in tutto il barese ne sono rimasti solo due: a Molfetta e Monopoli

BARI – Sono stati uno dei fiori all’occhiello del tessuto economico locale, fin quando a partire dagli anni 90 hanno cominciato a chiudere uno dietro l’altro e arrivando quasi ad estinguersi. Parliamo dei cantieri navali, affascinanti luoghi in cui prendono forma le imbarcazioni. Attualmente in tutto il barese se ne contano solo due: il "Viromare Uva" di Monopoli e il "Cappelluti-De Candia” di Molfetta, città dove un tempo ne esistevano addirittura otto. ]]> Mon, 22 Oct 2018 13:07:00 +0100 Capriati Strisciuglio Parisi Diomede: la storia dei 22 clan criminali di Bari http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3337-capriati-strisciuglio-parisi-diomede--la-storia-dei-22-clan-criminali-di-bari Capriati Strisciuglio Parisi Diomede: la storia dei 22 clan criminali di Bari

BARI – Nelle ultime settimane a Bari si è tornati a sparare: prima il 18 settembre nel quartiere Madonnella e poi sei giorni dopo vicino allo stadio San Nicola. All’origine degli scontri a fuoco ci sarebbero i perenni “giochi di potere” che caratterizzano da sempre la criminalità organizzata del capoluogo pugliese. Perché Bari non è Palermo o Reggio Calabria: la Mafia e la ‘Ndrangheta sono infatti state fonda

]]>
Mon, 8 Oct 2018 14:03:00 +0100
Bari addio al palazzo d'epoca di via Calefati: a rischio abbattimento altri 100 edifici http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3320-bari-addio-al-palazzo-d-epoca-di-via-calefati--a-rischio-abbattimento-altri-100-edifici Bari addio al palazzo d'epoca di via Calefati: a rischio abbattimento altri 100 edifici

BARI – «Per anni ho portato i miei studenti a visitare quel palazzotto rossastro, l’unico antico sopravvissuto in un intero isolato del murattiano deturpato da strutture moderne. Era come “un fratello” per me e ora sarà distrutto». A parlare è Mimma Pasculli, docente di Storia dell’arte presso l’Università di Bari, subito dopo aver saputo che un tipico edificio di fine Ottocento/inizio Novecento situato ad angolo tra via Calefati e via Cairoli, è in procinto di essere definitivamente abbattuto. Al suo posto sorgerà un fabbricato “uguale”

]]>
Thu, 20 Sep 2018 09:37:00 +0100
I buoni regalo con la data di scadenza: Un abuso dei negozianti provate a rifiutarli http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3316-i-buoni-regalo-con-la-data-di-scadenza--un-abuso-dei-negozianti-provate-a-rifiutarli I buoni regalo con la data di scadenza: Un abuso dei negozianti provate a rifiutarli

BARI – Spesso i nostri amici o parenti al posto di scegliere un regalo preferiscono donarci un buono da spendere in un negozio di abbigliamento, in libreria o in un centro benessere. Fin qui tutto bene, se non fosse che queste cedole hanno sempre una scadenza: devono essere quindi spesi entro un centro numero di mesi dalla loro emissione. Ma che cosa avviene se ci si presenta nell’esercizio commerciale dop

]]>
Thu, 13 Sep 2018 12:39:00 +0100
Villaggio neolitico di Palese: esposti i reperti salvati prima dell'arrivo delle ruspe http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3315-villaggio-neolitico-di-palese--esposti-i-reperti-salvati-prima-dell-arrivo-delle-ruspe Villaggio neolitico di Palese: esposti i reperti salvati prima dell'arrivo delle ruspe

BARI –  E mentre in questi giorni la città sta assistendo alla cancellazione del villaggio neolitico di Palese, paradossalmente una mostra rende omaggio all’antico sito, esponendo tre splendidi oggetti salvati prima dell’arrivo delle ruspe. L’esposizione è organizzata proprio da quella Soprintendenza che aveva definito una “sequenza di pietre” l’insediamento di via Vittorio Veneto: quell’istituzione che decidendo di non apporre un vincolo sul luogo, ha dato formalmente il via

]]>
Wed, 12 Sep 2018 13:17:00 +0100
Torre Quetta la barriera sottomarina dell'amianto: Crea l'onda perfetta per il surf http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3304-torre-quetta-la-barriera-sottomarina-dell-amianto--crea-l-onda-perfetta-per-il-surf Torre Quetta la barriera sottomarina dell'amianto: Crea l'onda perfetta per il surf

BARI – Un tratto di costa dove si generano onde perfette per chi pratica surf e il tutto “grazie” all'amianto. É il caso di Torre Quetta, spiaggia sul lungomare sud di Bari, dove durante i lavori di bonifica del pericoloso materiale è stata innalzata una scogliera sommersa allo scopo di ridurre l’erosione del litorale, sotto il quale sono state sotterrate tonnellate di sostanze tossi

]]>
Tue, 4 Sep 2018 12:27:00 +0100
Scoperto un villaggio neolitico vicino all'aeroporto: e il piu grande di tutta Bari http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3299-scoperto-un-villaggio-neolitico-vicino-all-aeroporto--e-il-piu-grande-di-tutta-bari Scoperto un villaggio neolitico vicino all'aeroporto: e il piu grande di tutta Bari

BARI – Un enorme villaggio neolitico risalente ad almeno 6000 anni fa è stato scoperto nei pressi dell’aeroporto di Bari. Si tratterebbe del più grande insediamento mai rinvenuto in città, anche superiore a quello presente in zona San Pietro, nel centro storico. Tra l’altro gli scavi sono ancora in atto e la zona potrebbe essere ancora più vasta di quella attualmente visibile. Accompagnati da un nostro fidato archeologo e dall’esperto del territorio Nicola De Toma (colui che ci ha segnalato l’area), siamo andati a visitare il sito. ]]> Wed, 1 Aug 2018 13:18:00 +0100 Dal liberty di Madonnella al grigiore di Enziteto: la storia delle case popolari di Bari http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3295-dal-liberty-di-madonnella-al-grigiore-di-enziteto--la-storia-delle-case-popolari-di-bari Dal liberty di Madonnella al grigiore di Enziteto: la storia delle case popolari di Bari

BARI – Ci sono quelle in stile liberty, altre che racchiudono degli accoglienti giardini e persino alcune che in passato sono state oggetto dei capricci di Mussolini. Parliamo delle case popolari di Bari, 36mila alloggi realizzati dagli inizi del 900 ad oggi: edifici che hanno caratterizzano profondamente la fisionomia dei quartieri della città. La loro costruzione si deve allo Iacp, l'Istituto autonomo case popolari, l’ente pubblico creato nel 1903 con la legge Luzzati e attivato poi nel capoluogo pugliese tre anni dopo su impulso del sindaco Paolo Lembo. Prima di allora infatti l'emergenza abitativa

]]>
Fri, 27 Jul 2018 13:11:00 +0100
La storia delle "baracche" i lidi sospesi su un mare che Bari un tempo poteva toccare http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3294-la-storia-delle-equot;baraccheequot;-i-lidi-sospesi-su-un-mare-che-bari-un-tempo-poteva-toccare La storia delle "baracche" i lidi sospesi su un mare che Bari un tempo poteva toccare

BARI – Bari è una città adagiata su un mare che può solo intravedere senza riuscire a toccare. Tra la spiaggia di San Francesco a nord e quella di Pane e Pomodoro a sud, intercorrono infatti quasi dieci chilometri di litorale in cui l’Adriatico risulta inaccessibile ai baresi: per una metà è completamente precluso dal porto, per l’altra dal lungomare.

]]>
Tue, 24 Jul 2018 13:26:00 +0100
Deportati e dimenticati: il racconto della comunita pugliese di Crimea http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3282-deportati-e-dimenticati--il-racconto-della-comunita-pugliese-di-crimea- Deportati e dimenticati: il racconto della comunita pugliese di Crimea

BARI – Mangiano orecchiette, studiano l'italiano e addobbano le loro case con la bandiera tricolore, pur abitando a più di 1500 chilometri dal Belpaese. Parliamo dei discendenti di quei pugliesi che nell'800 si stabilirono in Crimea: 500 persone che da decenni lottano per far conoscere al mondo la storia dei loro parenti perseguitati dall'Urss con il complice silenzio del governo fascista. (Vedi foto galleria) Per comprenderne le ragioni è necessario partire dal 1820, quando nella maggiore penisola del Mar Nero, allora in mano agli zar, cominciano ad arrivare dal nostro Paese le prime famiglie di emigrati. Provengono soprattutto da

SPINAZZOLA – “Ignoti i nomi, qui sfolgorarono gli spiriti di ventidue militari italiani trucidati inermi dall’esercito germanico nel settembre 1943, mentre accorrevano alle armi in terra liberata”. Questo si legge su una lapide sperduta nell’erba alta della campagna di Spinazzola: è lì a testimoniare uno dei più sanguinosi e meno conosciuti eccidi perpetrati in Puglia durante la Seconda Guerra Mondiale. (Vedi foto galleria) Siamo in località Murgetta Rossi, a

]]> Mon, 9 Jul 2018 11:43:00 +0100 Il tesoro archeologico di Torre a Mare: tombe e antichi reperti tra spiagge e bagnanti http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3268-il-tesoro-archeologico-di-torre-a-mare--tombe-e-antichi-reperti-tra-spiagge-e-bagnanti Il tesoro archeologico di Torre a Mare: tombe e antichi reperti tra spiagge e bagnanti

BARI – Li hanno recuperati lì dove tanti baresi prendono il sole e si fanno il bagno, sulla rocciosa costa di Torre a Mare. Parliamo di centinaia di manufatti appartenenti a un periodo che va dal Neolitico fino all’Età del Ferro: fornelli, coppette, frammenti di vasi, pezzi di ceramica, moli, tombe, alcuni dei quali risalenti addirittura a 8000 anni fa. (Vedi foto galleria) Gli scopritori sono gli studenti di archeologia del dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Bari che (con il patrocinio della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la città di Bari) e dire

]]>
Tue, 3 Jul 2018 14:05:00 +0100
Qui c'e stato Barry White: viaggio a Grotta Regina il locale dimenticato sul mare http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3256-qui-c-e-stato-barry-white--viaggio-a-grotta-regina-il-locale-dimenticato-sul-mare Qui c'e stato Barry White: viaggio a Grotta Regina il locale dimenticato sul mare

BARI – Per cinquant’anni ha rappresentato un punto di riferimento delle serate baresi, arrendendosi però definitivamente a due devastanti incendi che nel 2015 lo hanno di fatto polverizzato. Di Grotta Regina, elegante e storico ristorante/night/lido di Torre a Mare, non è rimasto così che lo scheletro affacciato sul blu dell’Adriatico. (Vedi foto galleria) Un abbandono che riporta alla mente altri "templi" andati in malora, come le sale ricevimenti

BARI – Sotto il quartiere Murat, ma anche in alcune zone di Madonnella e San Pasquale, si nasconde un enorme cimitero di 2500 anni fa che ospita le tombe dei baresi morti tra il VI e IV secolo a.C.. Si tratta del “Sepolcreto di Bari antica”.

MODUGNO - Scritte inquietanti, muri sporchi di sangue e voci che lo indicano come il principale punto di incontro delle sette sataniche nell’hinterland barese. È questa l'aura di terrore che avvolge il "boschetto delle fate", una zona verde che si trova da settant’anni nel territorio di Modugno, non lontano dallo stadio San Nicola. Una lugubre fama

BITETTO - Una gloriosa scuola dell'infanzia in preda al degrado, tra stanze spettrali e topi che invadono anche i palazzi circostanti. É il lugubre scenario dello storico ex asilo di Bitetto, a sud-ovest di Bari, costruito nel 1914 e chiuso da più di cinquant’anni: la sua riapertura sembra ormai un miraggio, bloccata in un mare di beghe burocratiche tra Comune e Opera pia Santissimo Sacramento, proprietaria della struttura. L'edificio sorge al civico 28 di via Guglielmo Marconi, a pochi passi dalla città vecchia e si sviluppa su due livelli. «Lì dentro ci si divertiva un mondo - ricorda Marta, 60enne che frequentò l'istituto poco prima che venisse abbandonato -. C'erano due classi molto capienti,

]]> Tue, 5 Jun 2018 12:39:00 +0100 La sobrieta del romanico pugliese: un falso d'autore: fu inventata nel Novecento http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3235-la-sobrieta-del-romanico-pugliese--e-un-falso-d-autore--fu-inventata-nel-novecento La sobrieta del romanico pugliese:  un falso d'autore: fu inventata nel Novecento

BARI – Il “medievale” rosone della Cattedrale? Ha appena settant’anni. La sobrietà del romanico di San Nicola? È un’invenzione del Novecento. Ebbene sì, l’architettura delle due principali chiese di Bari non è così “pura” come si potrebbe pensare, ma al contrario è il frutto di studiatissimi rifacimenti realizzati tra gli anni 30 e gli anni 60.

Si potrebbe chiamare la “terza via” ed è una chance che viene concessa a quelle donne legate alle organizzazioni criminali che decidono di scappare da una vita fatta di paura e morte. L’aiuto viene fornito da Libera, che da alcuni anni ha iniziato a nascondere le “fuggiasche” assieme ai propri figli in alcuni posti segreti sparsi per tutta l’Italia. Finora sono state aiutate già una ventina di mamme, tutte legate alla ‘Ndrangheta calabrese. C’è un problema però: loro non sono né collaboratrici né test

]]> Mon, 14 May 2018 11:52:00 +0100 Il leggendario teatro romano di Bari: Sorgeva li dove oggi si trova largo Albicocca http://www.barinedita.it/bari-report-notizie/n3226-il-leggendario-teatro-romano-di-bari--sorgeva-li-dove-oggi-si-trova-largo-albicocca Il leggendario teatro romano di Bari: Sorgeva li dove oggi si trova largo Albicocca

BARI - L'allegro vocio dei bambini che giocano per strada, gli sguardi curiosi delle signore sedute sull'uscio di casa, i colori vivaci dei panni stesi sui balconi. Passeggiando per Bari Vecchia è impossibile non notare l'onnipresenza di questi dettagli, quasi facciano parte di un palconoscenico allestito apposta per esaltare la "baresità" più spontanea. Ma un tempo tra le vie del centro storico un grande teatro potrebbe esserci stato per davvero, in uno dei suoi luoghi più pittoreschi: largo Albicocca,

BARI - Una struttura abbandonata da ben 23 anni, diventata nel corso del tempo rifugio per senzatetto, writers e ragazzini che giocano pericolosamente tra i suoi resti. Quella di cui parliamo è la gigantesca casa di cura Santa Lucia di Bari, o meglio di quella che secondo i progetti sarebbe dovuta diventare una clinica. Nel 1995 infatti a fermare la sua costruzione fu l'Operazione Speranza: l’inchiesta su Francesco Cavallari, “re mida” della sanità privata, il cui iter processuale non è ancora terminato. Uno stallo che di fatto ha consegnato il colosso alla gran

]]> Mon, 30 Apr 2018 13:00:00 +0100