di Giuseppina De Nicolo

Lo "Sportello medico popolare" di Terlizzi: «Aiutiamo i pił deboli ad avere accesso alle cure sanitarie»
TERLIZZI - «La salute è un diritto fondamentale riconosciuto dalla Costituzione ma ancora oggi ci sono tanti ostacoli che complicano l’accesso alle cure. È lì che interveniamo noi». Sono le parole di Maurizio Mininni, 25enne volontario dello Sportello Medico Popolare di Terlizzi, una realtà nata nel 2018 per assistere gratuitamente i cittadini in ambito sanitario. Dalla prenotazione di visite ed esami, alle informazioni in merito alle esenzioni, lo Sportello riesce a creare così un necessario “ponte” tra i pazienti più deboli e le istituzioni.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Impegnati in queste attività sono giovani tra i 25 e 35 anni che fanno parte del circolo Arci “La Garra”: un gruppo che conta anche infermieri, studenti e specializzandi in Medicina. Ragazzi che con il tempo hanno anche creato una rete di collaborazione con un discreto numero di medici professionisti che si rendono disponibili per consulti.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Per capirne di più ci siamo recati nella loro sede di corso Dante, una delle strade più frequentate della “città dei fiori”. Accediamo così nel seminterrato utilizzato per i loro servizi e riunioni, dove ci accolgono il già citato Maurizio e Marco.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«L’iniziativa, ispirata a una simile che opera a Molfetta, è partita per combattere gli ostacoli socioeconomici e culturali che separano i cittadini dall’accesso alle cure», esordisce Maurizio.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Per comprendere in cosa consistano queste barriere basti pensare alla scarsa informazione riguardo i servizi offerti dalle Asl, come le esenzioni per reddito o per patologie che non vengono concesse automaticamente ma vanno richieste tramite una specifica procedura che non tutti conoscono. Ecco quindi che interviene un info point della Garra a cui è possibile rivolgersi per consigli o chiarimenti.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Non solo. Molti non sanno che la Regione Puglia offre un portale attraverso il quale è possibile prenotare visite specialistiche su tutto il territorio e anche chi ne è a conoscenza spesso non è in grado di effettuare autonomamente le operazioni, vedi gli anziani o le persone meno pratiche con l’informatica. Nessun problema: è lo Sportello a colmare questo gap grazie ai volontari che “smanettano” per conto dei pazienti.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


«Monitorando continuamente il portale possiamo inoltre accorgerci di eventuali disdette, fissando così gli appuntamenti in date e sedi più vicine, abbattendo di conseguenza i tempi di attesa», precisa Maurizio.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
È stato questo il caso della signora Angela, 68enne di Terlizzi. «Mi affido ai ragazzi da due anni e grazie a loro sono riuscita a fare molti esami senza tempistiche bibliche. Posso dire senza esagerare che li considero i miei angeli», afferma la donna.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Su segnalazione della Caritas cittadina o di enti ecclesiastici, l’associazione assiste poi anche i migranti. Determinante nell’accesso alle cure è infatti l’inclusione sociale, tante volte ostacolata da barriere linguistiche o culturali.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Altro aspetto da non dimenticare è il benessere psicologico, spesso sottovalutato quando si parla di salute. Lo Sportello si è in particolare occupato di persone sottoposte costantemente a un notevole stress psicofisico perché vicine a pazienti oncologici o con patologie neurodegenerative. Così, con la psicologa Valentina Boragine, è stato organizzato un percorso di mindfulness per insegnare tecniche di rilassamento basate su meditazione ed esercizi.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.
A titolo gratuito hanno anche messo su un programma di primo soccorso con una dottoressa volontaria del 118 e un corso di Blsd (supporto alle funzioni vitali di base e defibrillazione) con la collaborazione dell’associazione “Due Mani per la vita”.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Nemmeno durante la pandemia Covid i nostri servizi regolari si sono interrotti – conclude Marco –: abbiamo continuato ad assistere i cittadini telefonicamente, facendoli sentire meno soli di fronte all’emergenza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Scritto da

Lascia un commento


Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Partita IVA 07355350724
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved - Tutte le fotografie recanti il logo di Barinedita sono state commissionate da BARIREPORT s.a.s. che ne detiene i Diritti d'Autore e sono state prodotte nell'anno 2012 e seguenti (tranne che non vi sia uno specifico anno di scatto riportato)