di Gaia Caprini

"uLouder", l'app che ti mette in contatto con il tuo quartiere: «Per aiutarsi tra vicini»
BARI – Un’app nata nel 2015 che oggi, in piena emergenza Coronavirus e conseguente quarantena, può rivelarsi utile per mettersi in contatto con un intero quartiere. Parliamo di “uLouder”, creata dal 26enne barese Mattia Lioce e dal 27enne turco Demirhan Erim.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Questo software per smartphone permette di localizzare tutti coloro che si trovano in un raggio di 5 chilometri. Ma attenzione: qui non serve conoscere il numero di telefono altrui (come Whatsapp) o essere amici o conoscenti (come Facebook), né tantomeno essere un follower (come Instagram). Sulla nostra schermata ci appariranno invece una serie di perfetti sconosciuti, con i quali abbiamo in comune solo il fatto di abitare nella stessa zona e di aver scaricato l’applicazione.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

E tutto ciò a che scopo? Mattia ci illustra qualche esempio.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«I più anziani – sottolinea - possono “sfruttare” uLoader per qualsiasi evenienza, anche per trovare qualcuno che faccia la spesa al posto loro. Ancora: lo strumento è utile per segnalare un pericoloso “assembramento” di persone. Ma non solo: può rappresentare il miglior modo per organizzare in breve tempo qualcosa di simpatico che coinvolga tutto il vicinato, come un flashmob o una “cantata” sul balcone. Essendo costretti in casa è infatti diventato necessario contare su coloro che ci “stanno attorno”».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Ma come è nata questa piattaforma? «È stato il mio amico Demirhan a realizzarla nel 2015 – ci spiega il giovane - e tre anni dopo, mentre studiavamo marketing internazionale a Boston, sono subentrato io. Abbiamo così intitolato il progetto “uLouder 2.0”. L’idea era proprio quella di trovare un mezzo che consentisse di aiutarsi a vicenda, in casi di emergenze come un terremoto o un incendio, ma anche per venire incontro a chi, per fare un esempio, era alla ricerca del proprio cane scomparso».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

I due ragazzi però non avrebbero mai immaginato che la loro creazione potesse divenire oggi così “attuale”. «Spero che la problematica legata al Covid-19 possa risolversi il prima possibile - conclude Mattia – ma nel frattempo uLoader (che è gratuita e priva di pubblicità) può fare in modo di essere “più vicini”, pur essendo lontani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Gaia Caprini
Scritto da

Lascia un commento
  • Vito Sante Rubino - crasha in continuazione, impossibile usarla

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s.
Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved